Apri il menu principale

Marco Mario de Notaris

attore, regista e sceneggiatore italiano

Marco Mario de Notaris (Napoli, 21 agosto 1975) è un attore, regista e sceneggiatore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Marco Mario de Notaris, nato a Napoli il 21 agosto 1975, di origine sarda per via del nonno materno che era di Milis (Or), e con il nonno paterno di Cervinara (Av) , debutta giovanissimo come attore in drammi radiofonici della radio rai Napoli, con regie di Guido Piccoli (1985) e Pasquale Scialò (1989). Completa gli studi e dal 1994 al 1996 frequenta il laboratorio teatrale BarDeFè, diretto da Umberto Serra. Diplomato al Centro sperimentale di cinematografia nel 1999, lavora come attore al cinema, in teatro e in televisione, in film, telefilm e soap opera, in ruoli comici e drammatici, sia della tradizione napoletana che della prosa classica e delle sperimentazioni teatrali.

Cura nel 2008 le ricerche e la documentazione storico linguistica per Enrique Vargas nello spettacolo Cosa deve fare Napoli per rimanere in equilibrio sopra un uovo. Come autore teatrale, ha messo in scena Ripeness is all (2000) insieme ad Armando Pirozzi, Con tutti i panni (2003), insieme a Luciano Saltarelli, Giampiero Schiano e Manuela Schiano. Cura la traduzione, la regia e l'adattamento di Abide with Me di Barrie Keeffe per Teatri della legalità (Resta con me, 2009), è autore e interprete di Tagli (2009) e Gentil Sorella rimanda lo voler tuo[1] (2011). Ha partecipato al libro Teoria e tecnica di un artista di merda (Fazi editore), ha collaborato con la rivista Piscine, per la quale ha curato la rubrica dei Falsi letterari d'autore.

TeatroModifica

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

CortometraggiModifica

DoppiaggioModifica

RadioModifica

NoteModifica

  1. ^ teatro.org[collegamento interrotto]
  2. ^ Cartellone 2011-2012 Teatro Nuovo di Napoli
  3. ^ The Jackal, THE PARKER - IL PARCHEGGIATORE ABUSIVO, 9 dicembre 2013. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  4. ^ The Jackal, 30 ANNI - il sabato sera, 2 febbraio 2016. URL consultato il 13 ottobre 2017.

Collegamenti esterniModifica