Maria Alessandra Gallone

politica italiana
Maria Alessandra Gallone
Maria Alessandra Gallone datisenato 2018.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XVI (Dal 9/12/2008), XVIII
Gruppo
parlamentare
XVI:
- Il Popolo della Libertà (Dal 9/12/2008 al 19/12/2012)

- Fratelli d'Italia (Dal 20/12/2012 a fine legislatura)

XVIII:
- Forza Italia

Circoscrizione Lombardia
Collegio XVIII:
12 (Bergamo)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia (Dal 2013)
In precedenza:
MSI (Fino al 1995)
AN (1995-2009)
PdL (2009-2012)
FdI (2012-2013)
Professione Insegnante

Maria Alessandra Gallone (Bergamo, 2 settembre 1966) è una politica italiana.

BiografiaModifica

Attività politicaModifica

Esponente dell'MSI, è stata consigliere comunale di Bergamo nelle liste di Alleanza Nazionale dal 1995 al 1999 e dal 2004 al 2009. Assessore comunale alla pubblica istruzione dal 1999 al 2004. Nel 2004 è anche coordinatrice del dipartimento pari opportunità di AN della Lombardia[1].

A palazzo MadamaModifica

Si candida alle elezioni politiche del 2008 al Senato in Lombardia, per il PdL risultando la prima dei non eletti, diventa senatrice il 6 dicembre 2008, subentrando in sostituzione di Luigi Scotti, deceduto lo stesso giorno[2]. Dapprima parte del PdL aderisce poi alla costola dello stesso contraria all’esperienza del Governo Monti. Quest'area diventerà poi un vero e proprio partito con il nome di Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale. Dal 20 dicembre 2012 ne è Capogruppo al Senato.

Si candida alla Camera nel neonato FdI alle politiche nel febbraio 2013 nella circoscrizione Lombardia 2, non venendo eletta.[3]

Il 29 novembre 2013, in dissenso con la linea del partito con una nota rilasciata a Bergamosera, passa a Forza Italia.[4] Alle elezioni amministrative del 2014 a Bergamo è eletta consigliere comunale con Forza Italia e diventa subito esponente di spicco dell’opposizione.

Torna a Palazzo Madama nel 2018, quando viene rieletta senatrice nel collegio uninominale di Bergamo, sostenuta dal centro-destra (in quota FI).

Il 17 luglio 2018 entra a far parte della commissione di vigilanza Rai.[5].

Il 6 settembre 2019 viene nominata commissario di F.I. per la provincia di Bergamo. Nel 2019 ha sfiorato il 100% di presenze nell'aula del Senato (99,9%).

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica