Karinės jūrų pajėgos

(Reindirizzamento da Marina militare lituana)
Karinės jūrų pajėgos
Kjp emblema.png
Lo stemma della marina
Descrizione generale
Attiva1935 - 1939 / 1992 - oggi
NazioneLituania Lituania
Serviziomarina militare
Quartier generaleKlaipėda
Anniversari1º settembre 1935 / 4 luglio 1992
Comandanti
Comandante in capocontrammiraglio Arūnas Mockus
Simboli
Insegna navale della LituaniaNaval Ensign of Lithuania.svg
JackFlag of Lithuania (state).svg
Voci su marine militari presenti su Wikipedia

Le Karinės jūrų pajėgos (in lituano, lett.: "Forze armate navali")[1] costituiscono la marina militare della Lituania, parte integrante delle Forze armate lituane. Istituita formalmente nel settembre del 1935, venne sciolta a seguito dell'annessione all'Unione Sovietica della Lituania, e ricostituita il 4 luglio 1992, quando la nazione riottenne l'indipendenza.

La marina lituana è essenzialmente una forza costiera, incaricata di difendere le acque territoriali e la zona economica esclusiva della Lituania, proteggere le linee di comunicazione marittima della nazione, e condurre operazioni di ricerca e soccorso[2]; come membro a pieno titolo della NATO dal marzo del 2004, la Lituania partecipa con le sue unità navali alle operazioni della NATO Response Force e della Standing NATO Response Force Mine Countermeasures Group 1[3], oltre ad essere membro fondatore del Baltic Naval Squadron (BALTRON)[4]. La marina lituana partecipa inoltre a varie missioni di sminamento in varie zone del mondo.

StoriaModifica

Indipendente dal 4 aprile 1919, la Lituania iniziò subito ad istituire una forza di difesa marittima, anche se vari problemi politici ed economici ritardarono questo progetto. Nel 1923 la Lituania riottenne il controllo del porto di Klaipėda, e lo sviluppo della forza di difesa marittima poté gradualmente avere inizio; la prima unità navale ad essere acquistata fu il dragamine Prezidentas Smetona ("Presidente Smetona"), entrato in servizio nel 1927, a cui si aggiunsero poi alcune navi pattuglia più piccole. Il 1º settembre 1935, il comandante in capo delle Forze armate lituane, il generale Stasys Rastikis, istituì ufficialmente la marina lituana come forza armata indipendente.

Il 22 marzo 1939, la Lituania venne costretta a cedere Klaipeda alla Germania, perdendo così la principale base navale della nazione, ed obbligando la marina lituana a ridislocare le sue unità navali nel porto lettone di Liepāja. Nell'agosto del 1940 le tre repubbliche baltiche vennero annesse all'Unione Sovietica, e la marina lituana venne sciolta; il dragamine Prezidentas Smetona, ribattezzato Korall, venne integrato nella Flotta del Baltico sovietica e partecipò alla seconda guerra mondiale, affondando l'11 gennaio 1945 nel golfo di Finlandia per l'urto con una mina.

La Lituania tornò indipendente l'11 marzo 1992, e si adoperò subito per ricostituire le sue forze armate. Il 4 luglio 1992 la marina lituana venne ufficialmente ristabilita, potendo contare inizialmente su due corvette Classe Grisha ex sovietiche (F11 Zemaitis e F12 Aukstaitis); queste navi furono le prime unità navali lituane a partecipare ad un'esercitazione militare internazionale nel Baltico nel 1993. A partire dalla costituzione del BALTRON nel 1998 e dall'ingresso nella NATO, la marina lituana ha conosciuto un periodo di rapida espansione e modernizzazione.

A tutto il 2013 le corvette ex sovietiche sono state dismesse così come le motocannoniere ex norvegesi della classe Storm, ed il suo personale è stimato in 700 unità[5]

UnitàModifica

Flotta attualeModifica

 
Guardia d'onore di marinai lituani
Nome Immagine Origine Classe Tipo Varo Entrata in servizio
(in Lituania)
Note
Squadrone cacciamine
N42 Jotvingis     Norvegia Classe Vidar Posamine 1977 2006 Ex KNM Vidar della marina norvegese
Nave ammiraglia della flotta
M51 Kuršis     Germania Classe Lindau Cacciamine costiero 1958 2001 Ex Marburg (M1080) della Deutsche Marine
In via di dismissione
M52 Sūduvis     Germania Classe Lindau Cacciamine costiero 1957 1999 Ex Koblenz (M1701) della Deutsche Marine
In via di dismissione
M53 Skalvis     Regno Unito Classe Hunt Cacciamine 1982 2011 Ex HMS Cottesmore (M32) della Royal Navy[6]
M54 Kuršis     Regno Unito Classe Hunt Cacciamine 1982 2011 Ex HMS Dulverton (M35) della Royal Navy[6]
Squadrone pattugliatori
P11 Žemaitis     Danimarca Classe Flyvefiskenl Pattugliatore multiruolo 1985 2008 Ex P550 HDMS Flyvefisken della marina danese
Può essere configurato come cacciamine
P12 Dzūkas     Danimarca Classe Flyvefiskenl Pattugliatore multiruolo 1988 2009 Ex P551 HDMS Hajen della marina danese
Può essere configurato come cacciamine
P14 Aukštaitis     Danimarca Classe Flyvefiskenl Pattugliatore multiruolo 1993 2010 Ex P559 HDMS Lommen della marina danese
Può essere configurato come cacciamine
P32 Sėlis     Norvegia Classe Storm Pattugliatore veloce 1966 2001 Ex P967 KNM Skudd della marina norvegese
Unità portuali
Šakiai     Unione Sovietica Unità per operazioni SAR 1986 2009
H21     Unione Sovietica Cutter 1983 1992 Unità di supporto
H22     Svezia Rimorchiatore 1955 2000 Può operare come rompighiaccio
H23 Lokys     Danimarca Cutter 1941 2005 Unità di supporto per sommozzatori

Unità dismesseModifica

Nome Origine Classe Tipo Varo Entrata in servizio
(in Lituania)
Dismissione Note
A41 Vetra   Unione Sovietica Classe Valerian Uryvayev nave meteorologica 1977 1992 2007 Ex Rudolf Samoylovich della marina sovietica
Demolita dopo la dismissione
F11 Žemaitis   Unione Sovietica Classe Grisha corvetta 1981 1992 2008 Ex MPK-108 Komsomolets Latviy della marina sovietica
Demolita dopo la dismissione
F12 Aukštaitis   Unione Sovietica Classe Grisha corvetta 1980 1992 2009 Ex MPK-44 della marina sovietica
Demolita dopo la dismissione
P31 Dzūkas   Norvegia Classe Storm Pattugliatore veloce 1966 1995 2007 Ex P965 KNM Kjekk della marina norvegese
P33 Skalvis   Norvegia Classe Storm Pattugliatore veloce 1967 2001 2009 Ex P969 KNM Steil della marina norvegese

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN8799154260452224480001