Capitano di fregata

pagina di disambiguazione di un progetto Wikimedia

Capitano di fregata (codice NATO: OF-4)[1] è un grado militare attribuito agli ufficiali superiori di molte marine militari ed è corrispondente al grado di tenente colonnello dell'esercito e dell'aeronautica.

Fregio da berretto rigido per ufficiali della Marina Militare, si noti lo sfondo blu sotto la torre e nell'ovale dell'ancoretta.

Il nome deriva dalla tipologia intermedia di nave da guerra del XVII secolo: la fregata.

ItaliaModifica

Il grado di capitano di fregata (CF) nella Marina Militare Italiana corrisponde a quello di tenente colonnello dell'Esercito e dell'Aeronautica Militare. Questo grado è superiore a quello di capitano di corvetta e subalterno a quello di capitano di vascello. Il codice NATO è OF-4[1]

Regia MarinaModifica

Nella Regia Marina il grado venne istituito nel 1878 con il Regio decreto nº 4610 del 3 dicembre 1878, che riordinava il personale della Regia Marina Militare, con cui veniva abolita la divisione in due classi del gradi di capitano di fregata, dopo che nel 1861 con la costituzione del Regno d'Italia il grado di capitano di fregata che era presente nella Marina del Regno di Sardegna era stato suddiviso in capitano di fregata di 1ª classe e capitano di fregata di 2ª classe.

GreciaModifica

Nella Marina greca il grado di antiploiarco (greco: αντιπλοίαρχος; antiploiarchos) traducibile come vicecomandante di nave è equiparabile al grado di capitano di fregata della Marina Militare.

Paesi BassiModifica

Nella Koninklijke Marine il grado omologo è Kapitein-luitenant ter zee, omologo nelle altre Forze armate dei Paesi Bassi al grado di tenente colonnello (lingua olandese: Luitenant-kolonel); nei Korps Mariniers, la fanteria di marina olandese, pur facendo parte della Koninklijke Marine, i gradi sono uguali a quelli delle altre forze armate e la sua denominazione è quindi anch’essa quella di Luitenant-kolonel.

Stati Uniti e Regno UnitoModifica

Il grado di commander è presente nella gerarchia della Marina militare del Regno Unito, della Marina militare e della Guardia costiera statunitensi; come da convenzioni STANAG della NATO esso corrisponde al grado della Marina militare italiana di capitano di fregata (ovvero a quello di tenente colonnello dell'Esercito e nell'Aeronautica, lieutenant colonel dell'Esercito americano e del Corpo dei Marine). Tale grado è superiore a quello di lieutenant commander (equivalente all’italiano capitano di corvetta, ossia a maggiore di esercito e aviazione) ed inferiore a quello di captain (corrispondente a quello di colonnello).

Un ufficiale della Marina degli Stati Uniti col grado di commander può assumere il comando di una fregata, di un cacciatorpediniere, di un sottomarino, di una squadriglia aerea, di azioni a terra o può far parte dell'equipaggio di un vascello al comando di un captain (col ruolo di 2i/c ovvero second in command cioè: secondo in comando, detto anche executive officer, indicato con la sigla: XO).

Spagna e America LatinaModifica

Nelle marine militari dei paesi di lingua spagnola il grado corrispondente è Capitán de fragata.

Unione Sovietica e RussiaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Capitano di 2ª classe.

Nella Marina Sovietica e poi in quella russa il grado corrispoindente è Capitano di 2ª classe.

Il grado è presente nelle marine dell'Azerbaigian, del Kazakistan, del Turkmenistan, dell'Ucraina, dell'Uzbekistan, stati nati dalla dissoluzione dell'Unione Sovietica e nelle Marine albanese e bulgara stati socialisti che hanno fatto parte del Patto di Varsavia.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Riferimenti normativiModifica

TestiModifica

  • Riccardo Busetto, Il dizionario militare. Dizionario enciclopedico del lessico militare, Bologna, Zanichelli, 2004, ISBN 978-88-08-08937-3.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica