Apri il menu principale

Maserati 6CM

autovettura del 1936 prodotta dalla Maserati
Maserati 6CM
Maserati 6CM.jpg
Una Maserati 6CM
Descrizione generale
Costruttore Italia  Maserati
Produzione dal 1936 al 1939
Esemplari prodotti 29[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3720 mm
Larghezza 1480 mm
Altezza 1200 mm
Passo 2490 mm
Massa 650[1] kg

La 6CM è una autovettura monoposto da competizione costruita dalla Maserati dal 1936 al 1939 [1].

Fu basata sul telaio della Maserati 4CM, che ormai era obsoleta[1], e sulle sospensioni della Maserati V8RI. Di quest'ultima furono conservati solo i ritrovati tecnologici migliori[1].

La prima versione aveva un cilindrata di 1493,2 cm³ [1] con un motore in linea a sei cilindri totalmente nuovo [1] e valvole in testa montate a 90°. Montava compressori Roots con a monte un carburatore Weber 55AS1[1] ed aveva un rapporto di compressione di 6:1[1]. Il sistema d'accensione era a magnete Scintilla[1]. Il propulsore erogava 155 bhp a 6200 giri al minuto [1]. La vettura pesava 650 kg [1] e raggiungeva i 225 km/h di velocità massima. La carrozzeria era in alluminio [1] e il cambio era a quattro rapporti.

La vettura montava pneumatici di marca Pirelli [1].

Nel 1938 fu predisposta una seconda versione con un motore più potente (175 bhp a 6600 giri al minuto[1]), sospensioni con molle a balestra di tipo semi cantilever. Nel 1939 ne fu preparata una terza, con piccoli aggiustamenti. Queste ultime due versioni avevano quattro valvole per cilindro, mentre la prima versione di valvole ne aveva due[1]. Nel 1940 ci furono degli esperimenti basati sull'utilizzo di un motore aspirato.

Molti modelli della vettura furono venduti a clienti privati come Austin Dobson, Lord Howe e John Peter Wakefield; le squadre con cui corsero furono Scuderia Ambrosiana ed Ecurie Helvetica.

Con la Maserati corse le 6CM parteciparono e vinsero gare come il Gran Premio di Napoli e la Targa Florio con alla guida i piloti Aldo Marazza, Luigi Villoresi e Ettore Bianco. Il 14 maggio 1939 a Palermo, sul Circuito Parco della Favorita, la Maserati 6CM trionfò con un podio tutto italiano grazie al primo posto di Luigi Villoresi, seguito da Piero Taruffi e Guido Franco Barbieri.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Dal sito ufficiale Maserati – Specifiche tecniche della 6CM [collegamento interrotto], su maserati.it. URL consultato il 25 agosto 2009.
  2. ^ Maserati Tipo 6CM: la tripletta alla Targa Florio del 1939, su Quotidiano Motori, 14 maggio 2019. URL consultato il 14 maggio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili