Massimo Morini

cantante, compositore, direttore d'orchestra, ingegnere del suono, attore, regista e sceneggiatore italiano
Massimo Morini
Genova-Massimo Morini a Sanremo 2003.jpg
Morini al Festival di Sanremo 2003
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica leggera
Folk
Rock
Dance pop
Periodo di attività musicale1986 – in attività
Album pubblicati14
Studio13
Raccolte1
Sito ufficiale

Massimo Morini (Genova, 4 dicembre 1967) è un cantante, direttore d'orchestra e regista italiano.

È il frontman del gruppo musicale italiano Buio Pesto. Ha vinto il Festival di Sanremo 2013 in qualità di direttore d'orchestra per Antonio Maggio.[1]Detiene ad oggi il record di 30 partecipazioni consecutive al Festival di Sanremo[2], con 8 vittorie all'attivo.

BiografiaModifica

Morini ha ricoperto molti ruoli nel mondo dello spettacolo, soprattutto come musicista al Festival di Sanremo.

Ha partecipato alla realizzazione di oltre 220 dischi (tra singoli e album) in qualità di artista, autore o arrangiatore, vendendo in totale oltre 2 400 000 copie in Italia e all'estero.[3] Ha vinto 8 dischi d'oro e ottenuto 23 presenze nella classifica italiana di vendite.[4] Dal 1991 è stato presente come direttore tecnico in 30 edizioni del Festival di Sanremo, più 9 Sanremo Giovani, per un totale di 172 artisti diretti e 236 canzoni. Come direttore d'orchestra ha partecipato a 12 edizioni, dirigendo 19 canzoni per 17 artisti,[5] tra i quali: Ermal Meta, Marco Masini, Povia, I soliti idioti, Tokio Hotel e Antonio Maggio.

A Sanremo è stato direttore tecnico di alcuni fra i maggiori cantanti italiani, tra i quali: Enrico Ruggeri, Luca Barbarossa, Mango, Loredana Bertè, Mia Martini, Anna Oxa, i New Trolls, Patty Pravo, Riccardo Cocciante, Andrea Bocelli, Christina Aguilera, i Matia Bazar, Gianni Morandi, Roberto Vecchioni, Mario Biondi, Franco Battiato, Lucio Dalla, Francesco Renga, Annalisa, Giusy Ferreri, i Nomadi, Piero Pelù, Arisa e Elio e le Storie Tese.

Ha ottenuto 8 vittorie: 7 come direttore tecnico (Luca Barbarossa nel 1992, Alexia 2003, Marco Masini 2004, 2010 Tony Maiello, 2011 Roberto Vecchioni, 2012 Emma, 2020 Diodato) e 1 come direttore d’orchestra (Antonio Maggio, 2013). Ha debuttato nel 1991 come direttore tecnico e nel 1995 come direttore d’orchestra, stabilendo, in entrambi i casi, il record di più giovane di sempre. Morini nel 2020 ha raggiunto le 30 partecipazioni consecutive e Regione Liguria gli ha assegnato un premio alla carriera.[6]

Il debuttoModifica

Morini ha studiato pianoforte al conservatorio sin dall'età di sei anni, lavorando come DJ nelle discoteche tra il 1980 e il 1986, anno in cui è entrato a far parte come tastierista nel gruppo dei Buio Pesto, fondato tre anni prima.

Nel 1988 ha partecipato al Festivalbar come bassista del gruppo di Sabrina Salerno. Nel 1990 è diventato membro del reparto della direzione artistica della Sony Music (allora CBS), collaborando alla realizzazione tecnica degli album di Fiorella Mannoia, Anna Oxa, Lucio Battisti, Claudio Baglioni, Luca Barbarossa, Ivano Fossati, Claudio Bisio, Fausto Leali ed Elio e le Storie Tese.[7]

Gli anni novantaModifica

Tra il 1990 e il 1995 ha realizzato remix per Andrea Bocelli, Claudio Baglioni, Anna Oxa, Lorella Cuccarini, Antonella Ruggiero, Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri.

A luglio 1991 ha raggiunto il primo posto nella classifica italiana di vendite rimanendovi per otto settimane con la compilation Night Rhythms (160 000 copie vendute).
Negli anni successivi ne ha portato in classifica altre sette, tra cui Festivalbar Dance 95. La medesima estate lo ha visto impegnato, come tastierista, in tournée con il cantante giamaicano Papa Winnie.

 
Massimo Morini insieme ai Buio Pesto nel 2006

Nel 1994 è stato produttore artistico, arrangiatore e autore dei brani del primo album del gruppo B-nario, prodotto da Claudio Cecchetto e intitolato Battisti.

Con i Buio Pesto Morini canta dal 1995 e con il gruppo musicale ligure ha venduto 120 000 copie con 14 album, tenendo oltre 1 000 concerti ai quali hanno partecipato oltre 1 400 000 spettatori.[8]

Come regista, ha realizzato a partire dal 1998 venti videoclip, tre documentari storici, due documentari televisivi Rai per conto della NASA con Franco Malerba, il primo astronauta italiano.

Gli anni duemilaModifica

 
Massimo Morini astronauta in Invaxön

Tra il 1999 e il 2000 ha lavorato, come tecnico del suono in supporto ai concerti genovesi di Ligabue, Vasco Rossi e Bruce Springsteen tenuti allo Stadio Luigi Ferraris di Genova.

Con i Buio Pesto ha scritto, interpretato e diretto nel 2004 il film InvaXön - Alieni in Liguria, girato anche alla NASA con Franco Malerba. La pellicola, per la quale ha curato anche la colonna sonora, ha raggiunto - 10° fra gli italiani - la 16ª posizione nella classifica dei film indipendenti e trasmessa sul canale satellitare Jimmy di Sky.

Nel 2006 ha scritto e diretto il telefilm sequel del film, InvaXön - Alieni nello spazio, realizzato in dodici puntate e programmato ad aprile 2007 sempre su Jimmy.

Nel 2007 ha scritto, interpretato e diretto il film Capitan Basilico, uscito nell'ottobre 2008.

A dicembre 2011 esce nei cinema Capitan Basilico 2.[9] Ha quindi scritto, interpretato e diretto il film 12 12 12, le cui riprese sono state effettuate a Bogliasco, e la cui uscita nei cinema italiani è avvenuta nel marzo 2014.

Ha scritto e diretto il film The President's Staff, co-prodotto da Rai Cinema, girato nel 2012, i cui interpreti principali sono Tomas Arana e Giorgia Würth.

Altre attivitàModifica

Gioca a calcio per beneficenza dal 2001 nel ruolo di punta anche con la Nazionale italiana cantanti.[10] Come artista di Liguria, nel 2000 ha ricevuto la nomina di commissario regionale per lo sviluppo della lingua ligure.

È stato nominato Ambasciatore del Soccorso dalle pubbliche assistenze liguri.

NoteModifica

  1. ^ Luca Giovannetti, Massimo Morini: 30º Festival di Sanremo, in Festivalnews, 5 febbraio 2020.
  2. ^ 30 partecipazioni consecutive al Festival di Sanremo, Regione Liguria consegna premio alla carriera a Massimo Morini, su Riviera24, 31 gennaio 2020. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  3. ^ Luca Giovannetti, Massimo Morini: 30º Festival di Sanremo, in Festivalnews, 5 febbraio 2020.
  4. ^ Luca Giovannetti, Massimo Morini: 30º Festival di Sanremo, in Festivalnews, 5 febbraio 2020.
  5. ^ genovasi.it, http://www.genovasi.it/index.php/spettacoli/15022-massimo-morini-buio-pesto-per-30-festival-di-sanremo-di-fila.
  6. ^ riviera24.it, http://www.riviera24.it/2020/01/30-partecipazioni-consecutive-a-festival-di-sanremo-regione-liguria-consegna-premio-alla-carriera-a-massimo-morini-615490.
  7. ^ massimomorini.it, http://www.massimomorini.it/Massimo%20Morini%20Curriculum.pdf.
  8. ^ buiopesto.it, http://www.buiopesto.it/.
  9. ^ ilsecoloxix.it, https://www.ilsecoloxix.it/cultura-e-spettacoli/2011/11/30/news/buio-pesto-se-la-liguria-e-salvatada-capitan-basilico-1.32909525.
  10. ^ nazionalecantanti.it, https://www.nazionalecantanti.it/2015/04/12/chiavari.

BibliografiaModifica

Fonti
  • Massimo Bosso, Buio Pesto, Il Golfo, Rapallo, 1999

FilmografiaModifica

RegistaModifica

AttoreModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica