Apri il menu principale

Nastri d'argento 2001

56ª edizione della cerimonia di premiazione dei Nastri d'argento

La cerimonia di premiazione della 56ª edizione dei Nastri d'argento si è svolta il 29 giugno 2001 presso il Teatro Antico di Taormina, in apertura del Taormina Film Fest.[1]

Le candidature sono state rese note l'8 giugno 2001 presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma.[2] Il maggior numero di candidature (otto) è stato ottenuto da La stanza del figlio di Nanni Moretti e Le fate ignoranti di Ferzan Özpetek.

Moretti ha vinto il riconoscimento più importante, quello per il regista del miglior film, ma il film che ha conquistato il maggior numero di premi (quattro) è stato Le fate ignoranti.

Indice

Vincitori e candidatiModifica

I vincitori sono indicati in grassetto, a seguire gli altri candidati.

Regista del miglior film italianoModifica

Miglior regista italiano esordienteModifica

Miglior produttoreModifica

Migliore soggettoModifica

Migliore sceneggiaturaModifica

Migliore attrice protagonistaModifica

Migliore attore protagonistaModifica

Migliore attrice non protagonistaModifica

Migliore attore non protagonistaModifica

Migliore musicaModifica

Migliore fotografiaModifica

Migliore scenografiaModifica

Migliori costumiModifica

Migliore montaggioModifica

Migliore canzoneModifica

Regista del migliore film stranieroModifica

Miglior cortometraggioModifica

Miglior produttore di cortometraggiModifica

Menzioni speciali ai cortometraggiModifica

Miglior doppiaggio femminileModifica

Miglior doppiaggio maschileModifica

Nastro d'argento specialeModifica

Nastro d'argento europeoModifica

Premio Guglielmo BiraghiModifica

NoteModifica

  1. ^ Paolo Cervone, Moretti conquista anche Taormina, in Il Corriere della Sera, 30 giugno 2001. URL consultato il 28-6-2010 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  2. ^ Moretti candidato ai Nastri d'argento, in Il Corriere della Sera, 9 giugno 2001. URL consultato il 28-6-2010 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema