Apri il menu principale

Olympique de Marseille 1994-1995

1leftarrow blue.svgVoce principale: Olympique de Marseille.

Olympique de Marseille
Stagione 1994-1995
AllenatoreFrancia Marc Bourrier, poi
Francia Gérard Gili, poi
Francia Henri Stambouli
PresidenteFrancia Bernard Tapie, poi
Francia Pierre Cangioni, poi
Francia Bernard Caïazzo, poi
Francia Jean-Michel Ripa
Division 2
Coppa di FranciaSemifinale
Coupe de la LigueTrentaduesimi di finale
Coppa UEFASedicesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Marquet (40)
Totale: Marquet (50)
Miglior marcatoreCampionato: Cascarino (31)
Totale: Cascarino (36)
StadioVélodrome (67.394)
Media spettatori16.515¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 24 maggio 1995

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Olympique de Marseille nelle competizioni ufficiali della stagione 1994-1995.

StagioneModifica

Nel corso della stagione Bernard Tapie, inizialmente squalificato[1] e successivamente condannato a due anni di detenzione per il caso di corruzione di due anni prima[2], cedette la propria quota alla Société anonyme à objet sportif[3], una società a cui faceva riferimento un gruppo di uomini di fiducia del politico, i quali si alternarono alla presidenza[4][5]. A causa della situazione economica disastrata, con un passivo di 240 milioni di franchi[6], la proprietà fu costretta dall'autorità giudiziaria a mettere in vendita la società[7]. A livello sportivo la squadra, malgrado la crisi societaria e i conseguenti numerosi avvicendamenti alla guida tecnica[3], dominò la seconda divisione concludendo al primo posto grazie alla miglior differenza reti nei confronti del Guingamp secondo, ma il ritorno in massima serie le fu impedito in seguito alle gravi irregolarità finanziarie della società[8].

Poiché le sanzioni comminate dalla federazione sull'affare VA-OM non riguardavano la qualificazione alle competizioni europee[1], l'OM poté partecipare alla Coppa UEFA in virtù del secondo posto ottenuto sul campo nella stagione precedente: eliminato ai trentaduesimi l'Olympiakos vincendo entrambi gli incontri, nella gara di ritorno del turno successivo i foceensi non riuscirono a rimontare il passivo rimediato all'andata contro il Sion, uscendo per via di una rete subita in casa.

Eliminato dal Niort al primo turno della Coppa di Lega, in coppa di Francia i marsigliesi arrivarono fino alle semifinali contro il Paris Saint-Germain eliminando nei turni iniziali alcune squadre della categoria superiore come il Sochaux e il Nizza; il 2-0 incassato nella gara unica impedì alla squadra di guadagnare l'accesso alla finale.

Maglie e sponsorModifica

Gli sponsor tecnici per la stagione 1994-1995 sono Reebok per il campionato e Adidas per la Coppa di Francia, mentre gli sponsor ufficiali sono Eurest per il campionato e TF1 per le coppe nazionali.

RosaModifica

RisultatiModifica

Coppa UEFAModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1994-1995.
Pireo
13 settembre 1994
Trentaduesimi di finale - Andata
Olympiakos1 – 2
referto
Olympique MarsigliaGeorgios Karaiskakis (32.000 spett.)
Arbitro:   Pairetto

Marsiglia
27 settembre 1994
Trentaduesimi di finale - Ritorno
Olympique Marsiglia3 – 0
referto
OlympiakosVélodrome (38.593 spett.)
Arbitro:   Pairetto

Sion
18 ottobre 1994
Sedicesimi di finale - Andata
Sion1 – 0
referto
Olympique Marsigliade Tourbillon (15.700 spett.)
Arbitro:   Coroado

Marsiglia
2 novembre 1994
Sedicesimi di finale - Ritorno
Olympique Marsiglia3 – 1
referto
SionVélodrome (40.000 spett.)
Arbitro:   Vagner

NoteModifica

  1. ^ a b Clamoroso in Francia: Marsiglia in B, Tapie fuori dal calcio, Bernes radiato, corriere.it. URL consultato il 31 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2015).
  2. ^ TAPIE CONDANNATO ' TRUCCO' UNA PARTITA', repubblica.it.
  3. ^ a b (FR) A l'OM, Cangioni doit faire la manche, liberation.fr.
  4. ^ (FR) A l'OM, Cangioni critique la démission de Caïazzo et soutient Levreau et Tapie, liberation.fr.
  5. ^ (FR) Jean-Michel Ripa, liberation.fr.
  6. ^ (FR) L'OM connaîtra le jugement du tribunal le 14 avril, liberation.fr.
  7. ^ (FR) A vendre, Olympique de Marseille, liberation.fr.
  8. ^ (FR) L'autre Coco, cahiersdufootball.net.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio