Omladinski fudbalski klub Gradina

OFK Gradina Srebrenik
Calcio Football pictogram.svg
Plava četa (truppa blu)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Flag blue HEX-539ADE.svg Azzurro
Dati societari
Città Srebrenik
Nazione Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Bosnia and Herzegovina.svg N/FS BiH
Fondazione 1953
Presidente Dževad Drapić
Allenatore Samir Adanalić
Stadio Gradski stadion
(8000 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Omladinski fudbalski klub Gradina, conosciuto semplicemente come Gradina, è una squadra di calcio di Srebrenik (Bosnia ed Erzegovina).

La denominazione OFK è quella attuale come si vede sul sito della federazione[1] e su facebook[2], ma fino a pochi anni fa era NK (Nogometni klub) come si vede sul sito della UEFA[3] nel 2014. Vi è attualmente un NK Gradina ma è di Gradina[4] (Croazia).

NomeModifica

Gradina in lingua bosniaca significa fortezza di collina, infatti Srebrenik è famosa per il suo forte: la Tvrđava.

StoriaModifica

Viene fondato nel 1953 e negli anni della Jugoslavia socialista milita sempre nei campionati minori.

Dopo la dissoluzione della Jugoslavia milita nel campionato dei musulmani di Bosnia: la Prva liga NS BiH. Sebbene militi nella massima divisione non ottiene risultati di rilievo, e nel 2000 non riesce a qualificarsi alla Premijer liga BiH unificata, il 15º posto lo condanna alla retrocessione in Prva liga FBiH, la nuova seconda divisione della Federazione BiH.

Anche nel nuovo campionato il Gradina non ha risultati di rilievo e retrocede ancora, stavolta in Druga liga FBiH, la terza serie. Vi rimane quasi ininterrottamente fino al 2010, quando viene il momento migliore della storia del club: due promozioni in tre anni che portano la squadra nella massima divisione, in Premijer liga 2012-13. Ma la gioia dura poco, 9 punti in 30 giornate, e con solo una vittoria, significano l'immediata retrocessione, cui ne segue subito un'altra in terza serie, ove milita tuttora.

Hanno iniziato la carriera nel Gradina i seguenti calciatori della nazionale bosniaca: Vedin Musić, Omer Joldić, Samir Bekrić, Nedžad Bajrović, Suad Jašarević, Matija Katanec, Nermin Huseinbašić, Alen Turbić, Jasmin Moranjkić, Ibrahim Škahić, Damir Zukić i Nikola Bala.

CronistoriaModifica

Stagione Campionato Coppa
Categoria Liv. Posizione Verdetti
CAMPIONATI DEI BOSGNACCHI Kup NS BiH
1992–1994 Non in attività a causa della guerra in Bosnia
1994–95 Prva liga NS BiH I 2º su 6 Eliminato nella fase finale ???
1995–96 Prva liga NS BiH I 12º su 16 ???
1996–97 Prva liga NS BiH I 11º su 16 ???
1997–98 Prva liga NS BiH I 6º su 16 Quarti
1998–99 Prva liga NS BiH I 12º su 16 ???
1999–00 Prva liga NS BiH I 15º su 16 Passa in Prva liga FBiH Quarti
CAMPIONATI DELLA BOSNIA ERZEGOVINA Coppa di Bosnia
2000–01 Prva liga FBiH II 17º su 18 Retrocede in 2.liga n.q.
2001–02 n.q.
2002–03 n.q.
2003–04 Druga liga FBiH - Nord III 3º su 16 n.q.
2004–05 Druga liga FBiH - Nord III 2º su 16 Promosso[5] in 1.liga n.q.
2005–06 Prva liga FBiH II 7º su 16 n.q.
2006–07 Prva liga FBiH II 7º su 16 n.q.
2007–08 Prva liga FBiH II 14º su 16 Retrocede in 2.liga n.q.
2008–09 Druga liga FBiH - Nord III 8º su 16 n.q.
2009–10 Druga liga FBiH - Nord III 1º su 16 Promosso in 1.liga n.q.
2010–11 Prva liga FBiH II 8º su 16 n.q.
2011–12 Prva liga FBiH II 1º su 16 Promosso in Premijer liga n.q.
2012–13 Premijer liga BiH I 16º su 16 Retrocede in 1.liga Sedicesimi
2013–14 Prva liga FBiH II 9º su 16 n.q.
2014–15 Prva liga FBiH II 14º su 16 Retrocede in 2.liga Sedicesimi
2015–16 Druga liga FBiH - Nord III 6º su 16 n.q.
2016–17 Druga liga FBiH - Nord III 6º su 16 n.q.
2017–18 Druga liga FBiH - Nord III 2º su 16 n.q.
2018–19 Druga liga FBiH - Nord III n.q.

StadioModifica

Disputa le partite casalighe al Gradski stadion (stadio cittadino) e ha una capienza di 8000 posti[6].

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

2011-2012

TifoseriaModifica

I tifosi più accesi sono gli Apachi, gruppo costituito nel 1986.[7]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio