Apri il menu principale
Premijer liga BiH 2012-2013
Competizione Premijer liga BiH
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 13ª
Organizzatore N/FSBiH
Date dal 4 agosto 2012
al 26 maggio 2013
Luogo Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Partecipanti 16
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Željezničar
(5º titolo)
Retrocessioni GOŠK Gabela
Gradina Srebrenik
Statistiche
Miglior marcatore Emir Hadžić (20 reti)
Incontri disputati 240
Gol segnati 559 (2,33 per incontro)
Pubblico 315 700
(1 315 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2011-2012 2013-2014 Right arrow.svg

La Nogometna Premijer liga Bosne i Hercegovine 2012-2013 (abbreviata in Premijer liga BiH 2012-2013), conosciuta anche come BH Telecom Premijer liga Bosne i Hercegovine 2012-2013 per motivi di sponsorizzazione, è stata la tredicesima edizione del campionato della Bosnia Erzegovina ed è stata vinta dallo Željezničar, al suo quinto titolo di Premijer.

Capocannoniere del torneo fu Emir Hadžić (Sarajevo) con 20 reti.[1]

Indice

NovitàModifica

Sloboda Tuzla e Kozara Gradiška sono retrocessi dopo essersi piazzati agli ultimi due posti nella stagione 2011-2012. Al loro posto sono stati promossi Gradina Srebrenik, vincitore della Prva liga FBiH, e Radnik Bijeljina, vincitore della Prva liga RS.

FormulaModifica

Le 16 squadre partecipanti si affrontarono in un girone di andata e ritorno, per un totale di 30 giornate.

La squadra campione di Bosnia ed Erzegovina fu ammessa al secondo turno di qualificazione della UEFA Champions League 2013-2014.

La seconda e la terza classificata furono ammesse rispettivamente al primo turno di qualificazione della UEFA Europa League 2013-2014 insieme alla vincitrice della coppa nazionale.

Retrocedono direttamente le ultime due classificate le quali finiranno ciascuna in Prva liga Federacija Bosne i Hercegovine o Prva liga Republike Srpske (a seconda della locazione).

Squadre partecipantiModifica

ProfiliModifica

Squadra[2] Città Stadio Capienza Stagione 2011-12
FK Željezničar Sarajevo Grbavica 12 000 campione
NK Široki Brijeg Široki Brijeg Pecara 10 000
FK Borac Banja Luka Gradski stadion 9 730
FK Sarajevo Sarajevo Asim Ferhatović Hase 35 630
FK Olimpic[3] Sarajevo Otoka 3 000
HŠK Zrinjski Mostar Bijeli Brijeg 25 000
NK Zvijezda Gradačac Banja Ilidža 5 000
NK Travnik Travnik Pirota 3 200
NK Čelik Zenica Bilino Polje 15 600
FK Rudar Prijedor Prijedor Gradski stadion 3 540 10º
FK Velež Mostar Rođeni 5 294 11º
FK Leotar Trebigne Police 8 550 12º
NK GOŠK Gabela Perica Pero Pavlović 3 000 13º
FK Slavija Istočno Sarajevo SRC Slavija 6 000 14º
NK Gradina Srebrenik Gradski stadion 5 000 1º in 1.Liga FBiH
FK Radnik Bijeljina Bijeljina Gradski stadion 6 000 1º in 1.Liga RS

ClassificaModifica

Borac, Čelik, Olimpic, Slavija e Leotar non hanno ottenuto la licenza UEFA.[4]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Željezničar 66 30 20 6 4 48 20 +28
  2. Sarajevo 60 30 17 9 4 52 19 +33
3. Borac Banja Luka 51 30 14 9 7 43 25 +18
4. Čelik Zenica 51 30 14 9 7 44 30 +14
5. Olimpik Sarajevo 49 30 13 10 7 34 26 +8
  6. Široki Brijeg 45 30 13 6 11 48 31 +17
7. Slavija 43 30 12 7 11 28 28 0
8. Leotar 39 30 10 9 11 28 39 −11
  9. Zrinjski Mostar 39 30 11 6 13 26 42 −16
10. Rudar Prijedor 36 30 10 6 14 37 42 −5
11. Zvijezda Gradačac 36 30 10 6 14 38 44 −6
12. Radnik Bijeljina 35 30 8 11 11 27 35 −8
13. Velež Mostar 34 30 8 10 12 31 34 −3
14. Travnik 34 30 9 7 14 29 45 −16
  15. GOŠK Gabela 30 30 7 9 14 29 42 −13
  16. Gradina Srebrenik 9 30 1 6 23 17 57 −40

Legenda:

      Campione di Bosnia ed Erzegovina e qualificato alla UEFA Champions League 2013-2014
      Qualificato alla UEFA Europa League 2013-2014
      Retrocesso in Prva liga Federacija Bosne i Hercegovine 2013-2014
      Retrocesso in Prva liga Republike Srpske 2013-2014

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

RisultatiModifica

  Bor Čel GOŠ Gra Leo Oli Rad Rud Sar Šir Sla Tra Vel Žel Zri Zvi
Borac Banja Luka –––– 2-0 1-0 1-1 4-2 2-1 1-0 4-0 0-2 0-0 1-2 1-0 1-0 3-0 1-2 3-0
Čelik Zenica 1-1 –––– 1-2 1-2 1-3 1-1 2-1 2-1 2-0 2-1 3-0 4-0 2-0 1-2 2-0 1-3
GOŠK Gabela 0-2 0-0 –––– 1-2 1-1 0-0 0-0 1-1 1-0 0-0 0-0 0-4 2-1 2-3 0-1 1-0
Gradina Srebrenik 1-3 0-1 1-1 –––– 2-0 1-1 1-1 1-2 1-3 2-2 2-0 2-1 1-3 1-2 1-2 4-1
Leotar 2-0 1-0 4-2 3-0 –––– 2-3 4-2 4-3 0-3 1-3 1-0 1-0 2-1 0-2 1-0 2-1
Olimpik Sarajevo 0-3 1-0 1-0 2-1 1-0 –––– 1-0 1-1 0-1 2-2 1-0 2-0 1-0 2-2 2-1 2-1
Radnik Bijeljina 1-2 2-2 1-3 1-0 0-0 4-0 –––– 2-3 2-1 1-0 2-0 2-2 1-2 2-0 1-1 0-0
Rudar Prijedor 1-0 2-0 2-0 4-0 3-1 1-1 2-0 –––– 1-3 0-3 0-1 1-0 0-4 1-0 2-1 2-0
Sarajevo 2-0 0-0 4-0 3-1 2-1 2-1 2-1 1-0 –––– 2-1 0-2 2-1 4-1 1-0 1-0 2-0
Široki Brijeg 4-1 2-0 5-0 2-0 2-0 0-0 2-0 2-1 1-0 –––– 0-0 5-0 2-1 5-2 5-1 1-0
Slavija 0-2 2-1 1-0 2-1 0-0 3-1 3-2 1-0 0-0 0-2 –––– 1-0 1-3 1-1 1-1 1-0
Travnik 1-1 2-1 0-0 2-0 1-1 1-0 3-2 2-1 1-0 0-4 1-0 –––– 0-1 0-0 0-1 2-3
Velež Mostar 1-0 1-0 1-3 2-0 1-1 1-1 3-0 0-1 2-1 2-1 0-3 6-0 –––– 0-3 0-2 2-1
Željezničar 1-0 2-0 2-0 2-1 2-1 1-0 1-1 1-0 2-3 2-1 2-0 4-1 1-0 –––– 6-1 3-2
Zrinjski Mostar 1-0 0-3 1-1 1-1 0-2 1-4 2-1 0-0 1-2 1-0 2-0 2-0 2-1 1-0 –––– 0-3
Zvijezda Gradačac 1-0 1-0 2-1 5-1 0-1 2-1 0-2 1-0 2-2 2-1 2-1 3-1 2-2 1-4 2-0 ––––
Fonte: rsssf.com

MarcatoriModifica

NoteModifica

  1. ^ Capocannonieri del campionato bosniaco, su foot.dk. URL consultato il 6 gennaio 2014.
  2. ^ Denominazioni prese da claudionicoletti.eu
  3. ^ Dal settembre 2010 al dicembre 2016 si è chiamato Olimpic e non Olimpik: Olimpik promijenio ime u Olimpic.
  4. ^ Borac, Čelik i Olimpic ostali bez licence, Zrinjski u Evropi

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica