Oscar Bernadotte

Principe di Svezia e Norvegia
Oscar Bernadotte
Oscar Bernadotte, Svenskt porträttgalleri.jpg
Principe di Svezia e di Norvegia
In carica 15 novembre 1859 –
15 marzo 1888 (perde il titolo)
Duca di Gotland
In carica 15 novembre 1859 –
15 marzo 1888 (perde il titolo)
Predecessore titolo creato
Successore titolo estinto
Principe Bernadotte
In carica 2 marzo 1888 –
4 ottobre 1953
Predecessore titolo creato
Successore non un titolo ereditario
Conte di Wisborg
In carica 2 aprile 1892 – 4 ottobre 1953
Predecessore titolo creato
Successore Carl Oscar Bernadotte di Wisborg
Nome completo Oscar Carl August
Trattamento Sua Altezza Reale (15 novembre 1859 – 15 marzo 1888)
Nascita Palazzo del Principe Ereditario, Stoccolma, Svezia, 15 novembre 1859
Morte Stoccolma, 4 ottobre 1953
Dinastia Bernadotte
Padre Oscar II di Svezia
Madre Sofia di Nassau
Figli Contessa Maria Bernadotte di Wisborg
Conte Carl Oscar Bernadotte di Wisborg
Contessa Ebba Sophia Bernadotte di Wisborg
Contessa Elsa Bernadotte di Wisborg
Conte Folke Bernadotte di Wisborg
Religione Chiesa di Svezia

Oscar Bernadotte, nome completo Oskar Carl Augustus Principe Bernadotte, Conte di Wisborg [1] (Stoccolma, 15 novembre 1859Stoccolma, 4 ottobre 1953), già principe di Svezia e Norvegia fu duca di Gotland dalla nascita al 1888 e, dal 2 aprile 1892, principe Bernadotte e conte di Wisborg[1].

BiografiaModifica

Fu il secondo figlio di Oscar II di Svezia, e della sua consorte Sofia di Nassau[1], al momento della sua nascita principi ereditari di Svezia e Norvegia. Nacque nel Arvfurstens palats, nei pressi di Stoccolma, e fu nominato alla nascita duca di Gotland[2].

Ricevette un'educazione privata dopodiché studiò presso la scuola di Beskow.

CarrieraModifica

All'età di tredici anni fu accettato nella Marina, dove già nell'estate del 1873 intraprese un lungo viaggio come cadetto con la corvetta HMS Balder. In seguito viaggiò a Tor nel 1874, Norrköping nel 1875, America del Nord nel 1876 e molti altri ancora[2]. Nel 1879 venne nominato sottotenente nelle flotte svedesi e norvegesi e ha partecipato nel 1880 alla spedizione Vanadis nel Mediterraneo.

Nel 1890 divenne comandante di 1º grado, nel 1895 capitano di bandiera, nel 1897 capo squadrone della nave corazzata Oden e nello stesso anno venne promosso al grado di contrammiraglio. Quando nel 1903 divenne vice-ammiraglio, prese commiato dal servizio attivo. Il principe servì nella Marina per 25 anni e visse a Karlskrona per diversi anni[3].

Il 12 maggio 1880 fu nominato primo Socio Onorario della Accademia Reale Svedese delle Scienze. Era anche molto attivo nelle organizzazioni religiose e sociali, in particolare come presidente della svedese YMCA (1892-1943) e come presidente del amici missione lapponi (1899-1934). Il più noto, tuttavia, era la sua attività nel movimento di santità come il fondatore e leader della conferenza annuale Södertälje.

MatrimonioModifica

Il 29 gennaio 1888 si fidanzò con Ebba Munck af Fulkila. Il matrimonio venne celebrato il 15 marzo dello stesso anno[1]. Ebbero cinque figli[1]:

  • Maria Sofia Bernadotte, contessa Bernadotte di Wisborg (28 febbraio 1889-19 giugno 1974);
  • Carlo Oscar Bernadotte, conte Bernadotte di Wisborg (27 maggio 1890-1977), sposò in prime nozze Marianne de Geer af Leufsta, ebbero quattro figli, e in seconde nozze Gerty Börjesson, ebbero un figlio;
  • Ebba Sofia Bernadotte, contessa Bernadotte di Wisborg (17 maggio 1892-21 giugno 1936), sposò Carl-Mårten Fleetwood, non ebbero figli;
  • Elsa Vittoria Bernadotte, contessa Bernadotte di Wisborg (3 agosto 1893-1996), sposò Hugo Cedergren, non ebbero figli;
  • Folke Bernadotte, conte Bernadotte di Wisborg (2 gennaio 1895-17 settembre 1948), sposò Estelle Manville, ebbero quattro figli.

Non essendo la sposa di origini nobili, ad Oscar vennero tolti il diritto di successione al trono e tutti i suoi titoli nobiliari. A partire da quell'anno egli fu conosciuto come Principe Bernadotte[4][5].

Nel 1892[1] lo zio materno, il granduca Adolfo di Lussemburgo, gli concesse il titolo di Conte di Wisborg, trasmissibile ereditariamente ai figli. Questo titolo fu usato anche successivamente per i principi svedesi sposati con persone non nobili.

Famiglia reale svedese
Casato di Bernadotte

Carlo XIV (1763-1844)
Oscar I (1799-1859)
Carlo XV (1826-1872)
Figli
Oscar II (1829-1907)
Gustavo V (1858-1950)
Gustavo VI Adolfo (1882-1973)
Figli
Carlo XVI Gustavo (1946)
Nipoti

MorteModifica

Anche se era malato, nel 1885 si recò a Amsterdam per essere visitato dal famoso dottor Metzger.

Morì il 4 ottobre 1953 a Stoccolma.

Albero genealogicoModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Carlo XIV Giovanni di Svezia Jean Henri Bernadotte  
 
Jeanne de Saint-Vincent  
Oscar I di Svezia  
Désirée Clary François Clary  
 
Françoise Rose Somis  
Oscar II di Svezia  
Eugenio di Beauharnais Alessandro di Beauharnais  
 
Giuseppina de Tascher de la Pagèrie  
Giuseppina di Leuchtenberg  
Augusta di Baviera Massimiliano I di Baviera  
 
Augusta Guglielmina d'Assia-Darmstadt  
Oscar di Svezia  
Federico Guglielmo di Nassau-Weilburg Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg  
 
Carolina d'Orange-Nassau  
Guglielmo di Nassau  
Luisa Isabella di Kirchberg Guglielmo Georg di Sayn-Hachenburg  
 
Isabella Augusta Reuss di Greiz  
Sofia di Nassau  
Paolo Federico di Württemberg Federico I del Württemberg  
 
Augusta di Brunswick-Wolfenbüttel  
Paolina di Württemberg  
Carlotta di Sassonia-Hildburghausen Federico di Sassonia-Altenburg  
 
Carlotta di Meclemburgo-Strelitz  
 

OnorificenzeModifica

Stemma di Oscar, duca di Gotland
Stemma di Principe Oscar Bernadotte della nobiltà Lussemburgo
Stemma di Oscar Bernadotte, conte di Wisborg

Onorificenze svedesiModifica

  Cavaliere e Commendatore degli Ordini di S. M. (Reale Ordine dei Serafini, RoK av KMO)
— 15 novembre 1859
  Cavaliere del Reale Ordine di Carlo XIII (RCXIII:sO)

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (R.E., Danimarca)
— 20 luglio 1880

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f Darryl Lundy, Genealogia del principe Oscar Bernadotte, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 15 settembre 2009.
  2. ^ a b Hvar 8 dag : illustreradt magasin, 26:e årgången [5 oktober 1924 - 27 september 1925], D F Bonnier, Göteborg 1925, s. 98
  3. ^ Svenska Dagbladets årsbok, (1953), s. 254
  4. ^ Sveriges statskalender för år 1899, [Bihang : utdrag ur Norges statskalender], utgifven efter Kongl. Maj:ts nådigste förordnande af Dess Vetenskaps-Akademi, P. A. Norstedt & Söner, Stockholm 1898 s. 2
  5. ^ Kungliga familjen ... (1895) s. 9

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN66442506 · ISNI (EN0000 0000 6708 1096 · GND (DE1050421175 · WorldCat Identities (ENviaf-66442506