Apri il menu principale

Paulo César Lima

calciatore brasiliano
(Reindirizzamento da Paulo César Caju)
Paulo César Lima
Paulo Lima César Caju.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 174[1] cm
Peso 74[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1983
Carriera
Squadre di club1
1967-1971 Botafogo 6 (1)
1972-1974 Flamengo 40 (6)[2]
1974-1975 Olympique Marsiglia 31 (17)
1975-1977 Fluminense 39 (11)[3]
1977-1978 Botafogo 28 (4)
1978-1979 Grêmio 5 (1)
1979-1980 Vasco da Gama 12 (0)
1981-1982 Corinthians 0 (0)[4]
1982-1983 Aix 21 (3)
1983 Grêmio 0 (0)
Nazionale
1967-1977 Brasile Brasile 58 (8)[5]
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Oro Messico 1970
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Paulo César Lima, meglio noto solo come Paulo César o come Paulo César Caju (Rio de Janeiro, 16 giugno 1949), è un ex calciatore brasiliano di ruolo attaccante, campione del mondo nel 1970 con la Nazionale brasiliana.

Caratteristiche tecnicheModifica

Era un attaccante in grado calciare il pallone con traiettorie che pochi portieri potevano prevedere. In campo amava la spettacolarità: spesso non realizzava gol facili per il gusto di provare un colpo stupefacente.[6]

CarrieraModifica

ClubModifica

Paulo César iniziò la sua carriera nel 1967 nelle file del Botafogo, vincendo due Campionati Carioca e una Taça Brasil oltre a due Taça Guanabara.

Nel 1972 passò al Flamengo, con cui vinse altri due Campionati Carioca, e dopo i Mondiali di Germania Ovest '74 si trasferì in Europa ai francesi dell'Olympique Marsiglia.

Nel 1975 tornò in patria alla Fluminense, con cui vinse nuovamente il Campionato Carioca, e poi nel 1977 ancora al Botafogo. L'anno seguente firmò per il Grêmio, con cui conquistò il Campionato Gaúcho nel 1979.

Nel 1980 si trasferì al Vasco da Gama e l'anno seguente al Corinthians. Nel 1981 tornò ancora in Francia, questa volta all'Aix e nel 1983 ritornò al Grêmio, che a fine anno vinse la Coppa Intercontinentale, dove chiuse la carriera.

Vinse per quattro volte il Bola de Prata, premio assegnato dalla rivista Placar ai migliori 11 giocatori del campionato brasiliano.

NazionaleModifica

Paulo César conta 57 presenze e 8 reti con la Nazionale brasiliana, con cui esordì il 19 settembre 1967 a Santiago del Cile in amichevole contro la Cile (1-0).

Con la Seleção ha partecipato ai Mondiali 1970, vinti dal Brasile, dove disputò 4 partite, e del 1974 (quarto posto) dove scese in campo in 5 partite dei verdeoro.

Dopo il ritiroModifica

Nel 1995 fu il protagonista di un documentario realizzato da João Moreira Salles riguardo alla perdita di notorietà.[6][7]

Nel 2005 il Botafogo lo omaggiò con la realizzazione di una maglia commemorativa con il suo nome e il numero 11 sulla schiena.

Da maggio 2008 scrive il martedì per il Jornal da Tarde.

In un'intervista alla rete tv brasiliana GloboNews ha ammesso di aver venduto la medaglia d'oro vinta al Mondiale per comprare cocaina.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Botafogo: 1967, 1968
Flamengo: 1972, 1974
Fluminense: 1976
Botafogo: 1967, 1968
Botafogo: 1968
Grêmio: 1979

Competizioni internazionaliModifica

Grêmio: 1983

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) World Cup Champions Squads 1930-2006, RSSSF. URL consultato il 2 aprile 2010.
  2. ^ 105 (19) se si comprendono le partite giocate nel Campionato Carioca.
  3. ^ 77 (15) se si comprendono le partite giocate nel Campionato Carioca.
  4. ^ 4 (0) se si comprendono le partite giocate nel Campionato Paulista.
  5. ^ 77 (17) se si comprendono anche le amichevoli non ufficiali disputate con la Nazionale maggiore brasiliana.
  6. ^ a b (EN) Futebol, madman.com.au. URL consultato il 13 settembre 2008.
  7. ^ (EN) Football: Best view ever of the beautiful game, findarticles.com, 21 maggio 2006. URL consultato il 13 settembre 2008.

Collegamenti esterniModifica