Apri il menu principale

Philippe Nakellentuba Ouédraogo

cardinale burkinabè
Philippe Nakellentuba Ouédraogo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Philippe Ouédraogo.svg
In vinculo caritatis annuntiemus Iesum Christum
 
TitoloCardinale presbitero di Santa Maria Consolatrice al Tiburtino
Incarichi attualiArcivescovo metropolita di Ouagadougou (dal 2009)
Incarichi ricoperti
 
Nato25 gennaio 1945 (74 anni) a Konéan
Ordinato presbitero14 luglio 1973 dal vescovo Constantin Guirma
Nominato vescovo5 luglio 1996 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo23 novembre 1996 dall'arcivescovo Jean-Marie Untaani Compaoré
Elevato arcivescovo13 maggio 2009 da papa Benedetto XVI
Creato cardinale22 febbraio 2014 da papa Francesco
 

Philippe Nakellentuba Ouédraogo (Konéan, 25 gennaio 1945) è un cardinale e arcivescovo cattolico burkinabé, dal 13 maggio 2009 arcivescovo metropolita di Ouagadougou.

BiografiaModifica

Nasce il 25 gennaio 1945 a Konéan.

Il 14 luglio 1973 è ordinato sacerdote per la diocesi di Kaya.

Il 5 luglio 1996 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Ouahigouya; riceve l'ordinazione episcopale il 23 novembre successivo dall'arcivescovo Jean-Marie Untaani Compaoré, coconsacranti i vescovi Léon-Raymond Soulier e Constantin Guirma.

Il 13 maggio 2009 è nominato da papa Benedetto XVI arcivescovo di Ouagadougou, succedendo così a Jean-Marie Untaani Compaoré.

Il 12 gennaio 2014 papa Francesco ne annuncia la creazione a cardinale nel concistoro del 22 febbraio seguente, nel quale lo crea cardinale presbitero di Santa Maria Consolatrice al Tiburtino; prende possesso del titolo il successivo 27 aprile.[1]

Il 28 ottobre 2016 papa Francesco lo nomina membro della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti.

Da luglio 2019 è presidente del Simposio delle conferenze episcopali di Africa e Madagascar.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Possesso Cardinalizio, su press.vatican.va. URL consultato il 24 aprile 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN78348708 · ISNI (EN0000 0000 4232 1268 · LCCN (ENno93006696 · GND (DE1136095195 · WorldCat Identities (ENno93-006696