Piacenza d'Adige

comune italiano
Piacenza d'Adige
comune
Piacenza d'Adige – Stemma Piacenza d'Adige – Bandiera
Piacenza d'Adige – Veduta
La centrale Via Badia che attraversa l'abitato. Sulla destra la chiesa parrocchiale di Sant'Antonio Abate
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
SindacoPrimo Magri (lista civica) dal 25-5-2014
Territorio
Coordinate45°08′N 11°33′E / 45.133333°N 11.55°E45.133333; 11.55 (Piacenza d'Adige)Coordinate: 45°08′N 11°33′E / 45.133333°N 11.55°E45.133333; 11.55 (Piacenza d'Adige)
Altitudine10 m s.l.m.
Superficie18,49 km²
Abitanti1 260[1] (31-12-2019)
Densità68,14 ab./km²
FrazioniValli Mocenighe
Comuni confinantiBadia Polesine (RO), Borgo Veneto, Casale di Scodosia, Lendinara (RO), Masi, Megliadino San Vitale, Merlara, Ponso, Sant'Urbano, Vighizzolo d'Este
Altre informazioni
Cod. postale35040
Prefisso0425
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT028062
Cod. catastaleG534
TargaPD
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantipiacentini
Patronosant'Antonio abate
Giorno festivo17 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Piacenza d'Adige
Piacenza d'Adige
Piacenza d'Adige – Mappa
Posizione del comune di Piacenza d'Adige all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Piacenza d'Adige è un comune italiano di 1 260 abitanti[1] della provincia di Padova in Veneto, situato a sud-ovest del capoluogo della provincia.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Il paese è compreso in una zona agricola ed artigianale, un tempo acquitrinosa e di mulini, compresa in un'ansa dell'Adige bonificata e rettificata dai Veneziani tra seicento e settecento. Di rilievo sono nel capoluogo la Chiesa parrocchiale di S. Antonio Abate ed il secentesco Oratorio di S.Antonio da Padova, con pala d'altare di un anonimo veneziano del '700; nella frazione Valli Mocenighe la chiesa parrocchiale dell'Annunciazione, ampliata nel 1870 e consacrata nel 1876[2] ed il Palazzo Mocenigo, costruito dalĺ'omonima famiglia nobiliare.Comuni del Padovano, Piacenza D'Adige origine del nome e alcune curiosità - Blog

„Il toponimo (che nella seconda parte indica chiaramente la localizzazione geografica) appare per la prima volta nell'anno 1186, quando il papa Urbano III conferma, con un documento, i territori dell'abbazia delle Carceri di Scodosia. Il 15 agosto 1216 Alice di Chatillon, vedova di Azzo VI, cede il territorio, con tutti i diritti annessi, alla famiglia degli Estensi in cambio di 800 denari veneti per poter affrancare il figlio da un debito contratto con gli usurai fiornetini. Risulta inserita, nel 1225, nel Codice Statutario della repubblica di Padova. Nel 1393 fu luogo importante per il tentativo di conquista da parte di Padova di Lendinara, Barbuglio e Cavazzana, possedimenti in mano ad Azzo, marchese di Ferrara: i padovani, infatti, costruirono un ponte di barche sull'Adige. Non risultano altre particolari notizie storiche per i periodi successivi, negli anni a venire viene assimilata alle vicende della Bassa padovana. Il patrimonio storico-architettonico non si mostra particolarmente ricco. Tra i monumenti di un certo valore artistico è l'antica chiesa, dedicata, come l'attuale, a San'Antonio Abate, che risulta già eretta e consacrata nel secolo quindicesimo, infatti viene citata in una lista vescovile del 2 settembre 1448. Una volta era importante anche l'oratorio di Sant'Andrea, in località Barchessa, ma oggi in completo stato di abbandono.“

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

AmministrazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  2. ^ La Chiesa di Valli Mocenighe, su parrocchiemap.it.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN233923019
  Portale Padova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Padova