Premio della Combattività (Giro d'Italia)

1leftarrow blue.svgVoce principale: Giro d'Italia.

Il Premio della Combattività del Giro d'Italia viene assegnato al corridore che si impegna per conseguire risultati in tutti i momenti agonistici della corsa[1].

A ogni piazzamento nei vari traguardi (arrivo, traguardo volante, Gran Premio della Montagna) viene assegnato un punteggio che determina il Combattivo di Tappa. Al termine del Giro il corridore che ha totalizzato il maggior numero di punti viene dichiarato Super Combattivo[2].

Albo d'oroModifica

Anno Corridore Squadra Punti Altre classifiche
2001   Massimo Strazzer Formaggi Pinzolo Fiavé 63   Punti
  Intergiro
2002   Massimo Strazzer Phonak Hearing Systems 74   Intergiro
2003   Freddy González Colombia-Selle Italia 51   Scalatori
2004   Alessandro Petacchi Fassa Bortolo 59   Punti
2005   José Rujano Selle Italia-Colombia 70   Scalatori
2006   Paolo Bettini Quick Step-Innergetic 49   Punti
2007   Leonardo Piepoli[3] Saunier Duval-Prodir 39   Scalatori
2008   Emanuele Sella CSF Group-Navigare 75   Scalatori
2009   Stefano Garzelli Acqua & Sapone-Caffè Mokambo 45   Scalatori
2010   Matthew Lloyd Omega Pharma-Lotto 38   Scalatori
2011   Stefano Garzelli[4]
Acqua & Sapone 39   Scalatori
2012   Mark Cavendish Sky Procycling 44 -
2013   Mark Cavendish Omega Pharma-Quickstep 49   Punti
2014   Julián Arredondo Trek Factory 37   Scalatori
2015   Philippe Gilbert BMC Racing Team 42 -
2016   Matteo Trentin Etixx-Quick Step 50 -
2017   Mikel Landa Team Sky 60   Scalatori
2018   Davide Ballerini Androni Giocattoli-Sidermec 67 -
2019   Fausto Masnada Androni Giocattoli-Sidermec 88 Traguardi Volanti

NoteModifica

  1. ^ Giro d'Italia 2016, la guida completa, su BICITV. Ciclismo a 360°. URL consultato il 23 maggio 2016.
  2. ^ (PDF) REGOLAMENTO 97° GIRO - La Gazzetta dello Sport Archiviato il 13 agosto 2016 in Internet Archive.
  3. ^ Inizialmente vinto da Alessandro Petacchi, questo fu successivamente condannato il 6 maggio 2008 ad un anno di squalifica dal TAS per positività al salbutamolo. Il provvedimento prevedeva la restituzione di tutti i premi relativi a questa edizione del Giro, comprese le vittorie di tappa (cfr. articolo della Gazzetta dello Sport del 6 maggio 2008).
  4. ^ In seguito alla squalifica di Alberto Contador per doping, in base alla sentenza del Tribunale Arbitrale dello Sport, allo spagnolo sono stati annullati i risultati ottenuti dal 15 gennaio 2011. Si veda (EN) Press release: CAS decision in Contador case, Uci.ch, 6 febbraio 2012. URL consultato l'11 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2012)., (EN) Alberto Contador case: the consequences of the CAS ruling, Uci.ch, 6 febbraio 2012. URL consultato l'11 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2012). La vittoria fu dunque assegnata a Stefano Garzelli, secondo nella classifica finale. Si veda al riguardo (EN) Results Giro d'Italia (ITA/UWT) - 2011, in Uci.ch. URL consultato il 26 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Voci correlateModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo