Apri il menu principale

Primi amori, primi vizi, primi baci

film del 2006 diretto da Eric Toledano, Olivier Nakache
Primi amori, primi vizi, primi baci
Titolo originaleNos jours heureux
Lingua originaleFrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno2006
Durata103 min
Generecommedia
RegiaÉric Toledano, Olivier Nakache
SceneggiaturaOlivier Nakache, Eric Toledano
FotografiaRémy Chevrin
MontaggioDorian Rigal-Ansous
MusicheFrédéric Talgorn
ScenografiaFranck Benezech
CostumiVéronique Perier
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Primi amori primi vizi primi baci (Nos jours heureux) è un film del 2006 diretto da Éric Toledano.

TramaModifica

Vincent è il direttore, un po' confuso, di una colonia estiva in partenza per tre settimane di vacanza con ottanta tra bambini e ragazzi. Lo affiancano alcuni animatori inesperti e stravaganti, tra i quali il timido Vincent punta la bella e indolente Lisa.

Arrivati a destinazione, iniziano i problemi: qualche bambino vuole andare via, qualcun altro si sente male, nessuno si trova bene e tutti si annoiano. Anche tra gli animatori ci sono problemi: Vincent è geloso del disinvolto Daniel (Lannick Gautry), che lega subito con Lisa, Caroline (Josephine de Meaux), inesperta e nevrotica, segretamente innamorata di Vincent, viene spesso rimproverata dai compagni e scoppia in lacrime, Joseph (Omar Sy) e Marie Laure (Marie Lou Berry) si mettono subito insieme e non collaborano come dovrebbero, Truman, gigantesco canadese, pensa solo a mangiare. I ragazzi iniziano a legare tra di loro. Timoty, raffinato sapientone, fa breccia nel cuore della bella Léa, che viene dai centri sociali; la dolce Camille è contesa dall'audace Youssef e dal timido Steve; l'imbranato Guillame diventerà l'idolo delle ragazze perché canta e suona la chitarra. Sulla scena compare anche il simpatico cuoco marocchino Mimoun (Jean Benguigui), che propina a tutti, adulti e ragazzi, una cucina piccante che diventerà molto apprezzata. Nel marasma generale compare anche Albert, il padre di Vincent, che si sente trascurato dal figlio e si trasferisce da lui nel summer camp.

Passano i giorni e il gruppo lega: Vincent inizia a corteggiare Lisa, con cui aveva iniziato un rapporto in modo conflittuale, e, grazie ai consigli di Timoty, riesce a conquistarla. Caroline finisce a letto con Daniel. Il primo a partire è il padre di Vincent. L'atmosfera diventa entusiasmante, tanto che, il giorno della partenza, sono tutti scontenti. Vincent dice a Lisa che se lei sente qualcosa per lui, la aspetta il giorno dopo al suo arrivo alla stazione, ma la ragazza gli fa capire che per lei la loro storia finisce lì e i due si salutano freddamente. Vincent resta solo con Mimoun, e ripercorre tutto il campus silenzioso sentendo le voci dei bambini in quella estate che resterà la più bella della sua vita. Il giorno dopo, alla stazione, Vincent cerca Lisa ma trova suo padre, che lo aspetta: i due si abbracciano nell'ultima scena di quello che è un ricordo rivisitato di Vincent, quindici anni dopo, quando accompagna la figlia adolescente alla stazione per il suo primo summer camp. Vincent consegna la figlia, titubante e apprensivo, al direttore in cui lui si rivede tanti anni prima. Mentre accompagna la figlia Vincent ricorda quell'estate di tanti anni prima, l'ultima passata con suo padre, nella quale però, ha conosciuto la donna della sua vita, che lo aspetta alla macchina: è Caroline, sempre nevrotica e innamorata di lui.

Collegamenti esterniModifica