Apri il menu principale

Race Driver: GRID

videogioco del 2008
(Reindirizzamento da Race Driver: Grid)
Race Driver: GRID
videogioco
GRID 2009-05-16 17-46-46-40.jpg
Una scena del gameplay.
PiattaformaPlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows, Nintendo DS
Data di pubblicazione
Windows, PS3 & Xbox 360:
Stati Uniti 3 giugno 2008
PAL 30 maggio 2008
Australia 12 giugno 2008
Nintendo DS:
Stati Uniti 5 agosto 2008
PAL 8 agosto 2008
Australia 28 agosto 2008
GenereSimulatore di guida
TemaGran Turismo
OrigineRegno Unito
SviluppoCodemasters
Pubblicazione
Modalità di giocoGiocatore singolo, Multiplayer
Periferiche di inputSixaxis o
DualShock 3, Gamepad, Controller Wireless e Touch screen
Motore graficoEGO
SupportoBlu-ray Disc, DVD-ROM, Nintendo DS Card e distribuzione digitale Steam
Requisiti di sistemaS.O.: Windows XP/Vista
CPU: Pentium 4 3.0 GHz o Athlon 64
MEMORIA: 1 GB RAM
HARD DISK: 12,5 GB - DVD: Dual-Layer compatibile
SCHEDA VIDEO: GeForce 6800/Radeon X1300 o superiori
AUDIO: DirectX compatibile
DIRECTX: Versione 9.0c
Fascia di etàESRB: E
OFLC: G
PEGI: 7+
Seguito daGrid 2

Race Driver: GRID (conosciuto anche come GRID) è un videogioco di guida sviluppato dalla Codemasters ed uscito in Europa il 30 maggio 2008 per PlayStation 3, Xbox 360 e Microsoft Windows e l'8 agosto 2008 per il Nintendo DS. GRID è il settimo titolo della serie TOCA Touring Car, giocabile con la prima e seconda generazione di PlayStation. La grafica è molto realistica e le modalità di gioco sono diverse[1].

La simulazione di guida prevede, a seguito di incidenti più o meno gravi, il rischio di riportare danni a diverse parti dell'automobile (ruote, motore, asse, ecc.)[1]. La novità principale del titolo è la possibilità di "riavvolgere" il tempo (cosiddetto flashback), cosicché il giocatore possa porre rimedio a un manovra errata[1]. Nel 2012 la Codemasters ha annunciato il seguito del gioco, intitolato Grid 2, uscito nel 2013.

CarrieraModifica

La modalità principale del gioco è la Carriera, imperniata sulla creazione di un team proprio, con l'obiettivo di scalare la classifica piloti guadagnando punti reputazione[1]. Inizialmente il giocatore gareggia da solo, ma ottenuta una licenza professionista sarà possibile ingaggiare un compagno di squadra, che prenderà parte alle gare[1].

EventiModifica

Gli Eventi sono manifestazioni sportive composte da una o più gare, con in palio denaro e punti reputazione. Una volta ingaggiato, partecipa all'evento anche il proprio compagno di squadra, fattore essenziale per guadagnare discrete somme di denaro grazie agli sponsor. L'ammontare dei punti reputazione conseguibile al termine di ciascun evento è influenzato da diverse variabili: a livelli di difficoltà più elevati e minori aiuti di guida corrispondono punteggi più elevati.

Gli eventi sono suddivisi in tre aree (USA, Europa e Giappone) più un Campionato Internazionale. Ad ognuna delle tre aree corrispondono tre licenze: per conseguirle, è necessario raggiungere un determinato punteggio reputazione, ottenibile vincendo gli eventi previsti dalla licenza. Nel momento in cui si completano tutti gli eventi di una licenza, viene sbloccato un evento Head 2 Head, ovvero un testa a testa con un concorrente, la cui vittoria permette ulteriori lauti guadagni.

  • USA
    • Distintivo ARL Principiante
    • Distintivo ARL Pro (80.000 punti reputazione necessari)
    • Distintivo ARL National (250.000 punti reputazione necessari)
  • Europa
    • Licenza Euro R
    • Licenza Euro B (80.000 punti reputazione necessari)
    • Licenza Euro A (250.000 punti reputazione necessari)
  • Giappone
    • J-Speed Principiante
    • J-Speed Super Two (80.000 punti reputazione necessari)
    • J-speed Super One (250.000 punti reputazione necessari)
  • Globale
    • Campionato internazionale (1.000.000 punti reputazione necessari)

DisciplineModifica

Ogni evento ha una propria disciplina, ad ognuna delle quali corrisponde una precisa tipologia di auto. Eccone una lista:

La 24 Ore di Le MansModifica

La 24 Ore di Le Mans è la famosa gara di automobilismo endurance che si svolge al Circuit de la Sarthe, nei pressi di Le Mans, in Francia. Al termine di ogni stagione sportiva, GRID offre al giocatore la possibilità di parteciparvi iscrivendo la propria squadra o correndo per altri team. La simulazione della corsa dura 24 minuti (anche se sono solo 12 minuti effettivi, con tempo accelerato), e per riprodurre fedelmente l'evento, si assiste all'alternarsi del giorno e della notte, con scenari di alba e tramonto molto suggestivi.

Ai fini della classificazione in categorie, le automobili sono così suddivise:

L'evento viene vinto se si termina primi nella categoria di appartenenza.

OfferteModifica

Le offerte sono l'ideale per accumulare soldi in fretta. Si diventa "mercenari" e si corre per altri team: questo permette buoni guadagni, ma la reputazione che si accumula nelle offerte è decisamente scarsa.

ScuderiaModifica

La Scuderia è tutto ciò che riguarda il proprio team: a partire dalla scelta del branding, sino alla gestione dei compagni di squadra e agli sponsor. Oltre alla classifica piloti, ordinata in base ai punti reputazione, GRID contempla anche una classifica delle scuderie, ordinata in base al guadagno stagionale.

Modifica

Così come nel mondo reale, GRID prevede la presenza di moltissimi sponsor, che, man mano che si prosegue nel gioco, faranno offerte in denaro sempre più allettanti. Il denaro di uno sponsor viene conseguito nel momento in cui si porta a termine il compito previsto (ad esempio terminare la gara al primo posto, o senza riportare danni all'auto). È inoltre possibile scegliere uno sponsor principale, con la conseguenza che i ricavi ad esso legati vengono raddoppiati.

Auto disponibiliModifica

Nel gioco sono presenti 42 automobili: 15 americane, 16 europee ed 11 giapponesi. Ogni disciplina necessita dell'auto adatta. Nel caso in cui ci si trovi in condizioni economiche tali da non aver la possibilità di acquistare un'auto nuova, è possibile reperirla su Ebay (chiaramente usata). Così come accade nella realtà, per spiccare un buon affare acquistando un'auto competitiva ad un buon prezzo, è necessario tenere d'occhio il chilometraggio, le gare che questa ha disputato e gli incidenti accaduti. È anche possibile vendere su Ebay le proprie auto.

AmericaneModifica

EuropeeModifica

GiapponesiModifica

Circuiti presentiModifica

Nel gioco sono presenti vari circuiti tutti disponibili anche nella Carriera Professionale, e ognuno di essi presenta anche una versione B, cioè da percorrere all'incontrario. Il gioco, oltre a contemplare circuiti realmente esistenti come quello di Le Mans o Spa-Francorchamps, ne propone anche uno ambientato fra le strade di Milano.

Stati UnitiModifica

  • San Francisco
    • Circuito GP
    • Circuito Sprint
    • Circuito breve
  • Detroit
    • Circuito GP
    • Circuito Sprint
    • Circuito Auto Sportive
    • Circuito breve
  • Washington
    • Circuito GP
    • Circuito Sprint
    • Circuito urbano
    • Circuito di montagna
    • Circuito del parco
  • Long Beach
    • Circuito classico
    • Circuito Sprint
    • Circuito urbano

EuropaModifica

  • 24 ore di Le Mans
    • Circuito de La Sarthe
    • Circuito de LA Sarthe 1968
  • Milano
    • Circuito di Milano
    • Curva della cattedrale
    • Circuito castello
  • Nürburgring
    • Circuito GP
    • Circuito Sprint
  • Donington Park
    • Circuito GP
    • Donington National
  • Jarama
    • Circuito GP
  • Istanbul Park
    • Circuito GP
    • Circuito intermedio
  • Spa Francorchamps
    • Circuito GP
    • Circuito per auto sportive

GiapponeModifica

  • Mont Haruna (disponibile sono nelle gare Touge e Midnight Touge)
    • Cima
    • Akina
    • Cittadino
    • Collinare
  • Shibuya
    • Circuito Drift di Hachiko
    • Drift corto di Hachiko
    • Circuito urbano
    • Circuito stradale corto
  • Yokohama
    • Pista del porto A
    • Pista del porto B
    • Pista del porto C
  • Okutama
    • Gran Circuito
    • Circuito Sprint
    • Circuito Drift

Gara veloceModifica

In Gara veloce è possibile svolgere gare a sé stanti, indipendenti dalla Carriera. Tali gare prevedono la scelta di una fra le modalità di gara esistenti, dell'auto e del luogo. La ghost car (macchina fantasma) permetterà di confrontarci con noi stessi.

Critiche, successi e venditeModifica

Sito media statistica DS PC PS3 Xbox360
GameRankings 83%[2] 88%[3] 86%[4] 87%[5]
Metacritic 79/100[6] 87/100[7] 87/100[8] 87/100[9]
Accoglienza
Recensione DS PC PS3 Xbox360
1UP.com C−[10] n/a n/a n/a
Edge n/a n/a 9/10[11] n/a
Eurogamer 8/10[12] n/a n/a 9/10[13]
Game Informer n/a n/a 9/10[14] 9/10[14]
Game Revolution n/a n/a n/a B[15]
GamePro n/a n/a n/a      [16]
GameSpot 8.5/10[17] n/a 8/10[18] 8/10[18]
GameSpy n/a n/a      [19]      [20]
GameTrailers n/a n/a 9/10[21] 9/10[21]
GameZone 7.8/10[22] n/a 9/10[23] n/a
IGN 8.3/10[24] 8.7/10[25] 8.7/10[26] (USA) 8.7/10[26]
(AUS) 7.9/10[27]
Nintendo Power 8.5/10[28] n/a n/a n/a
ONM 89%[29] n/a n/a n/a
OXM (USA) n/a n/a n/a 9/10[30]
PC Gamer (USA) n/a 86%[31] n/a n/a
PSM n/a n/a      [32] n/a
VideoGamer.com 8/10[33] n/a n/a n/a
411Mania n/a 9.5/10[34] n/a n/a
Digital Spy n/a n/a      [35] n/a

GRID ha ricevuto recensioni "favorevoli" su tutte le piattaforme secondo i voti aggregati sul sito Metacritic.[6][7][9][8]

Edge lo ha posto al quarantunesimo posto nella sua lista "The 100 Best Games To Play Today" ("I Migliori 100 Giochi da Giocare Oggi"), dichiarando "Soffia le ragnatele dal genere, gestendo un grande equilibrio tra spasmi di simulazione e limiti degli arcade, velocità mozzafiato e la sensazione di essere lì come nessun altro pilota."[36]

La rivista nordamericana Nintendo Power ha votato il gioco 8.5 su 10. La sua recensione ne loda le macchine assai dettagliate e la caratteristica di personalizzare la gara, oltre che alle grafiche superbe e alle modalità in multigiocatore.[28] N-Europe lo ha votato 8 su 10.[37] IGN ha premiato GRID come Miglior Gioco di Corse per la DS del 2008 (DS: Best Racing Game 2008).[38]

Sempre dalla IGN, Race Driver: GRID ha ricevuto due premi del 2008 come Editor's Choice e Miglior Gioco di Guida dell'Anno. Il gioco ha anche ricevuto un premio BAFTA nella categoria sportiva alla quinta edizione dei British Academy Video Game Awards.[39]

La rivista Play Generation lo ha posto al sesto posto tra i migliori simulatori di guida del 2008[40].

CuriositàModifica

  • A partire dal 19 giugno 2011, la Codemasters ha chiuso tutti i server multiplayer delle versioni PC e PlayStation 3 del gioco, lasciando in attività quelli per la Xbox 360.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Racedriver Grid, in Play Generation, nº 38, Edizioni Master, marzo 2009, p. 92, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  2. ^ GRID for DS, su GameRankings, CBS Interactive. URL consultato il 18 giugno 2018.
  3. ^ GRID for PC, su GameRankings, CBS Interactive. URL consultato il 18 giugno 2018.
  4. ^ GRID for PlayStation 3, su GameRankings, CBS Interactive. URL consultato il 18 giugno 2018.
  5. ^ GRID for Xbox 360, su GameRankings, CBS Interactive. URL consultato il 18 giugno 2018.
  6. ^ a b GRID for DS Reviews, su Metacritic, CBS Interactive. URL consultato il 28 agosto 2015.
  7. ^ a b GRID for PC Reviews, su Metacritic, CBS Interactive. URL consultato il 28 agosto 2015.
  8. ^ a b GRID for PlayStation 3 Reviews, su Metacritic, CBS Interactive. URL consultato il 28 agosto 2015.
  9. ^ a b GRID for Xbox 360 Reviews, su Metacritic, CBS Interactive. URL consultato il 28 agosto 2015.
  10. ^ Mike Nelson, GRID Review (NintendoDS), 1UP.com, 20 agosto 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2016).
  11. ^ Edge staff, Race Driver: GRID (PS3), in Edge, nº 190, July 2008, p. 90.
  12. ^ Dan Whitehead, DS Roundup, Eurogamer, 22 settembre 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  13. ^ Tom Bramwell, Race Driver: GRID (Xbox 360), Eurogamer, 23 maggio 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  14. ^ a b Matthew Kato, GRID (PS3, X360), in Game Informer, nº 183, July 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2008).
  15. ^ Jesse Costantino, Race Driver: GRID and DiRT Review (X360), Game Revolution, 16 giugno 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  16. ^ Tracy Erickson, Review: Grid (X360), GamePro, 3 giugno 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2008).
  17. ^ Austin Light, Grid Review (DS), GameSpot, 15 agosto 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  18. ^ a b Guy Cocker, GRID Review (PS3, X360), GameSpot, 4 giugno 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  19. ^ Steve Steinberg, GameSpy: GRID (PS3), GameSpy, 10 giugno 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  20. ^ Steve Steinberg, GameSpy: GRID (X360), GameSpy, 10 giugno 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  21. ^ a b GRID Review (PS3, X360), GameTrailers, 5 giugno 2008. URL consultato il 5 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2008).
  22. ^ Louis Bedigian, GRID - NDS - Review, GameZone, 3 settembre 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato il 7 dicembre 2008).
  23. ^ Louis Bedigian, GRID - PS3 - Review, GameZone, 2 luglio 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato il 22 dicembre 2008).
  24. ^ Craig Harris, GRID Review (NDS), IGN, 7 agosto 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  25. ^ Ryan Geddes, Grid Review (PC), IGN, 5 giugno 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  26. ^ a b Ryan Geddes, Grid Review (PS3, X360), IGN, 22 maggio 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  27. ^ IGN staff, Race Driver: GRID AU Review (X360), IGN, 10 giugno 2008. URL consultato il 28 agosto 2015.
  28. ^ a b GRID, in Nintendo Power, vol. 230, July 2008, p. 88.
  29. ^ Chris Scullion, Race Driver: Grid Review, in Official Nintendo Magazine, July 2008, p. 97. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2014).
  30. ^ Paul Curthoys, Grid, in Official Xbox Magazine, July 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2008).
  31. ^ GRID, in PC Gamer, September 2008, p. 66.
  32. ^ GRID, in PlayStation: The Official Magazine, August 2008, p. 64.
  33. ^ Tom Orry, Race Driver: GRID Review for DS, VideoGamer.com, 8 agosto 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2015).
  34. ^ Chris Evans, Race Driver (PC) GRID [sic] Review, 411Mania, 10 giugno 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2016).
  35. ^ David Gibbon, Xbox 360: 'Race Driver: GRID', Digital Spy, 30 maggio 2008. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2008).
  36. ^ Edge Staff, The 100 Best Games To Play Today, Edge, 9 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2014).
  37. ^ Mark Lee, DS Review: Race Driver: GRID, N-Europe, 16 agosto 2008. URL consultato il 28 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2009).
  38. ^ DS: Best Racing/Driving Game, IGN. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2008).
  39. ^ Three Baftas for Call of Duty 4, BBC, 11 marzo 2009. URL consultato l'11 marzo 2009.
  40. ^ Scegli i migliori del 2008!, in Play Generation, nº 38, Edizioni Master, marzo 2009, p. 31, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale PlayStation: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di PlayStation