Apri il menu principale

European Le Mans Series

(Reindirizzamento da Le Mans Series)
European Le Mans Series
SportCasco Kubica BMW.svg Automobilismo
TipoEndurance
CategoriaVetture sport, gran turismo, prototipi
ContinenteEuropa
Impiantocircuito
OrganizzatoreACO
TitoloLMP2, LMP3, LMGTE
Cadenzaannuale
DisciplineLMP2, LMP3, LMGTE
PartecipantiVariabile
Formulagare di durata
Storia
Fondazione2003
Ultimo vincitore(2017)
  • Memo Rojas
  • Leo Roussel
  • John Falb
  • Sean Rayhall
  • Jody Fannin
  • Robert Smith
Ultima edizione2017
Prossima edizione2018
Una Zytek sorpassa una vettura di categoria inferiore durante l'edizione 2005 della 1000km di Monza

La European Le Mans Series, abbreviata con la sigla ELMS e denominata Le Mans European Series (LMES) fino al 2011, è un campionato automobilistico a livello europeo articolato su corse di durata nelle quali gareggiano esclusivamente vetture Sport Prototipo e Gran Turismo. La serie è stata creata e viene tuttora gestita dall'Automobile Club de l'Ouest come supporto della più famosa 24 Ore di Le Mans, i piazzati al primo e al secondo posto della classifica finale di ciascuna classe ricevono un invito di partecipazione all'edizione dell'anno successivo della maratona automobilistica francese.

StoriaModifica

L'ACO, vedendo il successo dell'American Le Mans Series sul continente americano, ma non completamente soddisfatto per il fatto che le vetture non rispettavano pienamente i propri regolamenti (rivisti a discrezione dell'IMSA), al fine di aiutare le scuderie motoristiche rimaste prive di una serie nella quale competere dopo il fallimento del Campionato Endurance FIA, decise di dar vita ad un analogo campionato europeo sulla falsariga dell'ALMS in America. L'obiettivo dell'ACO era quello di creare una serie europea con regolamento analogo a quello in vigore alla 24 Ore di Le Mans, cercando di attrarre anche costruttori ufficiali proponendo gare più lunghe di quelle americane, ma con meno corse in calendario per cercare di contenere i costi.

La serie è stata promossa nel 2003 sotto il vessillo di LMES, quell'anno si trattava di un unico appuntamento denominato 1000 km di Le Mans, gara unica lanciata a scopo promozionale prima che la serie vera e propria venisse inaugurata nel 2004. Nella stagione 2004 della Le Mans Series sono stati inseriti quattro eventi: la 1000 km di Monza, la 1000 km del Nürburgring, la 1000 km di Silverstone e la 1000 km di Spa. Un gran numero di concorrenti vi ha aderito, rendendo le corse interessanti per il pubblico.
Nel 2005, la serie è passata ad un formato di cinque gare, con l'aggiunta della 1000 km di Istanbul. Nel 2007, nella LMS si è anche disputata la prima e unica corsa d'oltremare in occasione della Mil Milhas Brasil, valida come il sesto round.

A partire dal 2012 il campionato cambia nome in European Le Mans Series.

Nel 2013 le gare sono cinque: Silverstone, Imola, Red Bull Ring, Hungaroring e Le Castellet.

Le classiModifica

Le vetture che corrono in questo campionato sono principalmente di 2 tipi, prototipi e GT, a loro volta suddivise in due categorie in base alle prestazioni velocistiche, perciò vi sono 4 classi differenti di automobili[1]:

LMP1 (Le Mans Prototype 1 - non più ammesse)Modifica

 
Peugeot 908 cat.LMP1

Era la categoria più veloce della serie, in cui si lottava per la vittoria generale della competizione. Comprendeva vetture completamente ideate per le corse, con carrozzeria aperta o chiusa, che facendo largo uso di tecnologie materiali e tecniche. Il regolamento imponeva loro un peso minimo di 900 kg, una lunghezza massima del corpo vettura di 4.650 mm e una larghezza massima di 2.000 mm, l'alettone posteriore aveva una larghezza massima di 1.600 mm. I motori potevano raggiungere potenze di quasi 700 CV. Esistevano restrizioni anche sulla cubatura dei propulsori: fino a 6.000 cm³ per i motori aspirati, fino a 4.000 cm³ per quelli sovralimentati e fino a 5.500 cm³ per i motori turbodiesel. Per limitare le potenze massime ed ottenere un'equivalenza tra i vari tipi di motori, il regolamento imponeva l'apposizione di flange di restrizione all'alimentazione dell'aria (air restrictor) di diverso diametro in base a cilindrata e sistema di alimentazione. Questi prototipi montavano ruote da 28,5" di diametro e 16" di larghezza, inoltre i dischi dei freni non dovevano superare i 380 mm di diametro e il serbatoio doveva possedere una capacità massima di 90 litri per i motori a benzina, 81 litri per i diesel.
Appartenevano a questa categoria vetture come: Peugeot 908 HDi FAP, Audi R15 TDI, Lola-Aston Martin B09/60, Pescarolo 01, Lola B10/60, Oreca 01, Ginetta-Zytek 09S, Audi R10 TDI, Peugeot 908, Audi R18 TDI, Lola Aston Martin DBR1-2. Dal 2012, con la creazione del nuovo Mondiale Endurance FIA, le LMP1 non sono più ammesse e il ruolo di classe regina è stato assunto dalle meno costose LMP2.

LMP2 (Le Mans Prototype 2)Modifica

 
Zytek 07S/2 cat. LMP2

Come le LMP1, questa categoria è formata da prototipi progettati unicamente per le gare, queste vetture risultano più leggere, con un peso minimo regolamentare di 825 kg. Anche i motori sono più piccoli e meno potenti, possono essere atmosferici fino a otto cilindri con una cilindrata massima di 5.000 cm³, oppure sovralimentati fino a 6 cilindri e massimo 3.200 cm³. Sono ammessi motori Diesel con cilindrata massima di 4.400 cm³. Tutti i motori devono derivare da un'unità di serie prodotta e montata su autovetture di serie. Come per le LMP1, ci sono criteri analoghi per quanto riguarda diametro delle flange e pressione di sovralimentazione, in modo tale da ottenere potenze massime nell'ordine dei 500 CV. Le dimensioni del veicolo rimangono invariate rispetto alla categoria superiore, tranne per quanto riguarda le dimensioni delle ruote che hanno un diametro di 28" e una larghezza di 14", lo stesso vale per la misura dei dischi dei freni. La dimensione del serbatoio scende invece a 75 litri.
Appartengono a questa classe vetture come: Pescarolo 01 (Motorizzate Judd), HPD ARX-01c, Lola B09 (Motorizzate Judd e HPD), Radical SR9, Courage-Oreca LC75, Ginetta-Zytek 09S, Ligier JS-P2.

Dal 2017 il nuovo regolamento unificato con la serie americana IMSA prevederà solo più vetture ad abitacolo chiuso e costruite da costruttori "omologate" (Dallara, Riley, Onroak Automotive (con il marchio Ligier) e Oreca.

Queste prime due classi devono sottostare al regolamento dell'Automobile Club de l'Ouest

LMP3 (Le Mans Prototype 3 - dal 2015)Modifica

Come le LMP1, LMP2 e FLM, questa categoria è formata da prototipi progettati unicamente per la gara, ma con un occhio di riguardo ai costi, per attrarre più concorrenti[2].

In sostanza si tratta di vetture tutte con unico Motore Nissan V8 e telai costruiti dalla Francese Oreca. È libera la veste aerodinamica realizzata da case come Onroak Automotive(con il marchio Ligier) e Ginetta

GT1 (Gran Turismo 1 non più ammesse)Modifica

 
Aston Martin DBR9 cat. GT1

Le categorie GT derivano da automobili prodotte di serie, con un numero minimo di esemplari prodotti fissato a 100 per le grandi case automobilistiche e 25 per quelle piccole. I motori, di cilindrata massima di 8.000 cm³ se aspirati e 4.000 cm³ per i sovralimentati, raggiungono potenze nell'ordine dei 650 CV, cosa che- unitamente ad un corpo vettura dal peso minimo di 1125 kg (1150 kg per Aston Martin DBR9 e Chevrolet Corvette)- permette loro di competere anche con i prototipi. Pesanti modifiche sono effettuabili al modello di base. Le dimensioni della vettura sono limitate in larghezza: 2 m al massimo; il cambio deve possedere un massimo di sei marce, più la retromarcia. Un ultimo particolare è il colore dei fari, giallo per regolamento. Questo è determinato un po' dalla tradizione francese, un po' dalla possibilità di essere distinti dai prototipi di notte, negli specchietti di chi li precede. La capacità del serbatoio è limitata a 90 litri. Appartengono a questa classe vetture come: Aston Martin DBR9, Corvette C6R, Saleen S7R, Lamborghini Murciélago R-SV, Ford GT1.Dal 2011 la classe GT1 scompare dalla LMS.

LM-GTE (Gran Turismo 2)Modifica

 
Spyker C8 Laviolette GT2-R cat. GT2

Meno potenti delle GT1, con motori capaci di 450-500 CV al massimo, le GT2 mantengono pesi, dimensioni, capacità del serbatoio, cilindrata, colore dei fari e numero di marce della categoria superiore. A cambiare sono le possibilità di modifiche alle macchine di serie, sono ad esempio vietati i freni carboceramici. Appartengono a questa categoria: Ferrari F430 GTC, Porsche 997 GT3 RSR, Spyker C8 Laviolette GT2-R, Aston Martin V8 Vantage GT2, BMW E92 M3 GT2.Dal 2011 al 2012 la classe viene divisa in due: GT-Pro per equipaggi di professionisti e GT-Am per equipaggi con un solo professionista o di soli gentleman e con vetture vecchie di un anno.

Dal 2013 la GT-Pro viene soppressa (rimarrà solo per il campionato mondiale)

LM-GTC (Gran Turismo 3)Modifica

Nel 2013 viene introdotta la classe GTC, basta sul regolamento delle vetture GT3. Nel 2016 tale serie a causa dei pochi partecipanti, viene scorporata nella "GT3 Le Mans Cup" ("Michelin Le Mans Cup", secondo la denominazione data dallo sponsor) con 5 gare di 2 ore, anziché di 4. Quattro di queste gare nello stesso week-end delle gare principali ed una in occasione della 24 Ore di Le Mans, con in pista alche le vetture LMP3, impegnate in una loro gara fuori campionato.

Evoluzioni categorieModifica

Le vetture che partecipano a questo evento si dividono in due grandi categorie prototipi e GT (Gran Turismo). I primi prototipi sono stati classificati in due categorie: Lmp900 (ora LMP1) e LMP675 (ora LMP2). Nel 2012 e per la creazione del nuovo Mondiale Endurance FIA, le LMP1 non sono più ammesse.

Anche la caregoria GT ha visto cambiamenti con inizialmente due categorie: GTS (ora LMGT1s) e GT (ora LM GT2). La prima categoria è stata abolita nel 2011, nel tentativo di contenere i costi. Questo restyling ha dato vita alle categorie LM GTE Pro (ex LM GT2) e LM GTE Am (limitata a un equipaggio di pilota professionista). Una nuova categoria è stata aggiunta nel 2012, il LMGTC aperta a vetture utilizzate nella serie monomarca: Ferrari F430 Challenge, Lotus Evora GT4/GTC e la Porsche 911 Carrera Cup 2010 e 2011.

 
Una Oreca FLM09-Chevrolet cat. FLM (circuito di Long Beach nell'American Le Mans Series cat.LMPC)

FLM (Formula Le Mans)Modifica

Una terza categoria di prototipi è apparsa nel 2010, quando il Campionato FLM (Formula Le Mans nato nel 2009) è stato incluso nella competizione.

La classe FLM sono auto provenienti dal monomarca Oreca organizzato dall'ACO "Formula Le Mans" che si corre con Oreca FLM09 vettura basata sullo chassis Courage LC75 LMP2 equipaggiata con motore V8 del gruppo General Motors, nell'American Le Mans Series la classe è denominata LMPC.

Albo d'oroModifica

    LMP1 LMP2 GT1 GT2
2004 Squadre   Audi Sport UK Veloqx   Courage Compétition   Larbre Compétition   Sebah Automotive
Vetture Audi R8 Courage C65 AER Ferrari 550 Maranello GTS-R Porsche 996 GT3 RS
Piloti   Johnny Herbert
  Jamie Davies
  Alexander Frei
  Sam Hancock
  Pedro Lamy
  Christophe Bouchut
  Steve Zacchia
  Roman Rusinov
2005 Squadre   Pescarolo Sport   Chamberlain-Synergy   BMS Scuderia Italia   Sebah Automotive
Vetture Pescarolo C60 Hybrid Judd Lola B05/40 AER Ferrari 550 Maranello GTS-R Porsche 996 GT3 RS
Piloti   Jean-Christophe Boullion
  Emmanuel Collard
  Gareth Evans   Michele Bartyan
  Christian Pescatori
  Toni Seiler
  Xavier Pompidou
  Marc Lieb
2006 Squadre   Pescarolo Sport   Barazi-Epsilon   Aston Martin-Larbre Compétition   Autorlando Sport
Vetture Pescarolo C60 Hybrid Judd Courage C65 AER Aston Martin DBR9 Porsche 997 GT3 RSR
Piloti   Jean-Christophe Boullion
  Emmanuel Collard
  Juan Barazi
  Michael Vergers
  Pedro Lamy
  Gabriele Gardel
  Vincent Vosse
  Marc Lieb
  Joel Camathias
2007 Squadre   Team Peugeot Total   Ray Mallock Ltd.   Team Oreca   Virgo Motorsport
Vetture Peugeot 908 HDi FAP MG Lola EX264 AER Saleen S7R Ferrari F430 GTC
Piloti   Stéphane Sarrazin
  Pedro Lamy
  Mike Newton
  Thomas Erdos
  Soheil Ayari
  Stéphane Ortelli
  Robert Bell
2008 Squadre   Audi Sport Team Joest   Van Merksteijn Motorsport   Luc Alphand Aventures   Virgo Motorsport
Vetture Audi R10 TDI Porsche RS Spyder Evo Chevrolet Corvette C6.R Ferrari F430 GTC
Piloti   Alexandre Prémat
  Mike Rockenfeller
  Jos Verstappen
  Peter van Merksteijn
  Guillaume Moreau
  Patrice Goueslard
  Robert Bell
2009 Squadre   Aston Martin Racing   Quifel ASM Team   Luc Alphand Aventures   Team Felbermayr-Proton
Vetture Lola-Aston Martin B09/60 Ginetta-Zytek 09S Chevrolet Corvette C6.R Porsche 997 GT3 RSR
Piloti   Tomáš Enge
  Jan Charouz
  Stefan Mücke
  Miguel Amaral
  Olivier Pla
  Patrice Goueslard
  Yann Clairay
  Marc Lieb
  Richard Lietz
2010 Squadre   Team Oreca Matmut   RML   Larbre Compétition   Team Felbermayr-Proton
Vetture Peugeot 908 HDi FAP Lola B08/80 HPD Saleen S7-R Porsche 997 GT3 RSR
Piloti   Stéphane Sarrazin   Mike Newton
  Thomas Erdos
  Gabriele Gardel
  Patrice Goueslard
  Marc Lieb
  Richard Lietz
LMP1 LMP2 FLM GTE Pro GTE Am
2011 Squadre   Svizzera Rebellion Racing   Regno Unito Greaves Motorsport   Francia Pegasus Racing   Italia AF Corse   Francia IMSA Performance Matmut
Vetture Lola B10/60 Zytek Z11SN Oreca FLM09 Ferrari 458 GTC Porsche 997 GT3-RSR
Piloti   Francia Emmanuel Collard
  Francia Julien Jousse
  Arabia Saudita Karim Ojjeh
  Regno Unito Tom Kimber-Smith
  Germania Mirco Schultis
  Germania Patrick Simon
  Francia Julien Schell
  Italia Giancarlo Fisichella
  Italia Gianmaria Bruni
  Francia Nicolas Armindo
  Francia Raymond Narac
2012 Squadre   Francia Thiriet by TDS Racing   Belgio Boutsen Ginion Racing   Regno Unito JMW Motorsport   Francia IMSA Performance Matmut
Vetture Oreca 03-Nissan Oreca FLM09 Ferrari 458 GTC Porsche 997 GT3-RSR
Piloti   Svizzera Mathias Beche
  Francia Pierre Thiriet
  Regno Unito John Hartshorne   Regno Unito Jonny Cocker   Francia Nicolas Armindo
  Francia Raymond Narac
  Francia Anthony Pons
LMP1 LMP2 FLM LMGTE (GT2) GTC (GT3)
2013 Squadre   Francia Signatech Alpine   Francia Oreca   Regno Unito RAM Racing   Russia SMP Racing
Vetture Oreca 03/Alpine Nissan Oreca FLM09 Ferrari 458 GT2 Ferrari 458 GT3
Piloti   Francia Nelson Panciatici
  Francia Pierre Ragues
  Francia Paul-Loup Chatin
  Francia Gary Hirsch
  Regno Unito Johnny Mowlem
  Irlanda Matt Griffin
  Italia Fabio Babini
  Russia Viktor Shaitar
  Russia Kirrill Ladygin
2014 Squadre   Francia Signatech Alpine non disputato   Russia SMP Racing   Russia SMP Racing
Vetture Oreca 03/Alpine Nissan Ferrari 458 GT2 Ferrari 458 GT3
Piloti   Francia Nelson Panciatici
  Bulgaria Oliver Webb
  Francia Paul-Loup Chatin
LMP1 LMP2 LMP3 LMGTE (GT2) GTC (GT3)
2015 Squadre   Regno Unito Greaves Motorsport   Francia Lawrence Tomlinson Racing   Italia Formula Racing   Francia TDS Racing
Vetture Gibson 015S Nissan Ginetta P3 Ferrari 458 GT2 BMW Z4 GT3
Piloti   Svizzera Gary Hirsch
  Regno Unito Jon Lancaster
  Svezia Björn Wirdheim
  Regno Unito Chris Hoy
  Regno Unito Charlie Robertson
  Danimarca Johnny Laursen
  Danimarca Mikkel Mac
  Italia Andrea Rizzoli
  Francia Eric Dermont
  Francia Dino Lunardi
  Francia Franck Perera
LMP1 LMP2 LMP3 LMGTE (GT2)
2016 Squadre   Russia G-Drive Racing   Francia United Autosports   Regno Unito Aston Martin Racing
Vetture Gibson 015S Nissan Ligier JS P3 Aston Martin Vantage GTE
Piloti   Regno Unito Simon Dolan
  Paesi Bassi Giedo van der Garde
  Regno Unito Harry Tincknell
  Regno Unito Alex Brundle
  Regno Unito Christian England
  Stati Uniti Mike Guasch
  Regno Unito Andrew Howard
  Regno Unito Alex MacDowall
  Regno Unito Darren Turner
2017 Squadre   Russia G-Drive Racing   Stati Uniti United Autosports   Regno Unito JMW Motorsport
Vetture Oreca 07 Ligier JSP3 Ferrari 488 GTE
Piloti   Messico Memo Rojas
  Francia Leo Roussel
  Regno Unito John Falb
  Stati Uniti Sean Rayhall
  Regno Unito Jody Fannin
  Regno Unito Robert Smith
Sigla Categorie dal 2012
LMP2 Prototipi
FLM Prototipi
GTE Pro GT
GTE Am GT
 
Ferrari F430 GTC cat. GT2
Sigla Categorie dal 2016
LMP2 Prototipi
LMP3 Prototipi
LMGTE (GT2) GT

CircuitiModifica

 
Oreca 03-Nissan LMP2 Le Mans series 2013
  • Circuiti dove si è svolta la manifestazione nel corso degli anni.

Gallerie immagini vetture categorie dal 2016Modifica

NoteModifica

  1. ^ (FR) Règlement technique - 4 catégories, su lemans-series.com. URL consultato il 24 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2010).
  2. ^ (EN) The different classes, su europeanlemansseries.com. URL consultato il 24 giugno 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili