Apri il menu principale

Roberto Sorrentino

allenatore di calcio e calciatore italiano
Roberto Sorrentino
Roberto Sorrentino.jpg
Roberto Sorrentino con la maglia del Catania (1983)
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1990 - giocatore
Carriera
Giovanili
1974-1976 Napoli
Squadre di club1
1976-1977Nocerina34 (-22)
1977-1979Paganese65 (-43)
1979-1984Catania163 (-171)
1984-1988Cagliari85 (-83)
1988-1990Bologna12 (-11)
Carriera da allenatore
1991-1995 Juventus Portieri
1995-1996 Palazzolo
1996-1997 Fasano
1997-1998 Frosinone
1998-2002 Torino Giovanili
2002-2003 Taranto
2003-2004 Martina
2004-2005 600px bisection vertical White HEX-78D3F7.svg Castellettese
2005-2007 Vigevano
2007-2008 Bianco e Verde.svg Atletico Cagliari
2008-2009 Seregno
2009-2010 Derthona
2010-2011 Luco Canistro
2011-2012 Vigevano
2012-2013 Voghera
2013 Ragusa
2013-2014 Teuta
2016-2017 Rosso e Blu.svg Gassino San Raffaele
2018- Argentina
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 maggio 2018

Roberto Sorrentino (Napoli, 14 agosto 1955) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

Anche suo figlio Stefano è un portiere.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Dopo due anni trascorsi nelle giovanili del Napoli, giocò nella Nocerina, nella Paganese e alcuni anni nel Catania (dal 1979 al 1984) di cui fu capitano e trascinatore nella promozione in Serie A.

 
Sorrentino in uscita su Marco Tardelli durante Catania-Juventus (0-2) del 20 novembre 1983

Iniziò in Serie C1 con gli etnei che, allenati da Lino De Petrillo, raggiunsero la Serie B al termine del campionato di Serie C1 1979-1980; dopo due anni in Serie B, con il 13º e il 9º posto ottenuti, la squadra ottenne la promozione in Serie A nel campionato 1982-1983 dopo gli spareggi. In questi il Catania batté 1-0 il Como e pareggiò 0-0 con la Cremonese.

Passò poi al Cagliari in Serie B e infine al Bologna in massima serie.

Complessivamente conta 41 presenze in Serie A e 163 in Serie B.

AllenatoreModifica

Conclusa la carriera da calciatore, si è dedicato a quella di allenatore, arrivando alla Serie C1 con il Palazzolo ed alla Serie C2 con Fasano e Frosinone, ed ha lavorato come preparatore dei portieri e allenatore delle giovanili in Juventus e Torino.

Dopo diversi anni in Serie D, continua la carriera di allenatore con il Luco Canistro dopo essere subentrato ad Angelo Pierleoni alla seconda giornata del campionato 2010-2011, venendo esonerato dopo la sesta giornata di ritorno.[1]

Il 28 luglio 2013 diventa il responsabile dell'area tecnica del Ragusa,[2] quindi il 1º novembre seguente diventa l'allenatore della squadra a seguito dell'esonero di Simone Righetti.[3] Aiutato dal suo vice Salvatore Utro, Sorrentino lascia la squadra dopo due partite rispondendo alla chiamata del Teuta, squadra della massima serie albanese.[4] Il 30 maggio 2018 viene annunciato come allenatore e direttore sportivo dell'Argentina di Arma di Taggia, in Serie D.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Catania: 1979-1980

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica