Stefano Sorrentino

dirigente sportivo e calciatore italiano

Stefano Sorrentino (Cava de' Tirreni, 28 marzo 1979) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

Stefano Sorrentino
Sorrentino nel 2012
NazionalitàBandiera dell'Italia Italia
Altezza186 cm
Peso86 kg
Calcio
RuoloPortiere
Termine carriera8 giugno 2021 - giocatore
Carriera
Giovanili
1996-1997Lazio
1997-1998Juventus
Squadre di club1
1998-1999Torino1 (-1)
1999-2000Juve Stabia0 (0)
2000-2001Varese30 (-22)
2001-2005Torino88 (-86)[1]
2005-2007AEK Atene50 (-40)
2007-2008Recreativo Huelva38 (-60)
2008-2013Chievo163 (-197)
2013-2016Palermo117 (-145)
2016-2019Chievo103 (-171)
2020Bandiera non conosciuta Cervo? (?)
2020Bandiera non conosciuta Torinese? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 ottobre 2020

Biografia

modifica

È figlio d'arte: suo padre Roberto fu anch'egli un portiere.

Il 9 giugno 2002 si è sposato a Torino con Antonella Parrella, con cui conviveva da dieci mesi[2] e da cui si è successivamente separato. Da lei ha avuto tre figlie: Carlotta, Matilda[2] e Maria Vittoria.[3] Successivamente ha iniziato una relazione con Sara Ruggeri,[4] dalla quale ha avuto Viola (2013) ed Edoardo Stefano (2023).[5][6][7] Nel 2023 recita nei panni di un vigilante nel film Zamora per il quale si occupa di allenare anche l’attore Alberto Paradossi.[8]

Caratteristiche tecniche

modifica

Annoverato da Antonio Di Natale tra i migliori portieri italiani della sua generazione,[9] era abile nel parare i rigori.[10] La sua disposizione in campo cambiava se si trovava dietro una difesa composta da tre o quattro uomini: nel primo caso tendeva a mantenersi più vicino alla porta.[11]

Carriera

modifica

Giocatore

modifica

Gli inizi, Torino

modifica

Cresciuto nelle giovanili della Lazio e della Juventus, ha poi giocato con Torino e Juve Stabia fino alla stagione 2000-2001 dove al Varese in Serie C1 vive la sua prima esperienza da titolare tra i pali; a fine stagione il Torino, proprietario del suo cartellino, lo riporta a casa. Il 16 dicembre 2001 esordisce in A, nel pareggio per 1-1 contro il Lecce.[12]

Nel primo anno in granata Sorrentino è la riserva di Luca Bucci, a cui subentra l'anno successivo a stagione in corso senza riuscire a evitare la retrocessione del Torino tra i cadetti. In Serie B, con Ezio Rossi in panchina, è titolare e la squadra riconquista la massima serie. Tuttavia la promozione viene revocata a causa del fallimento societario e in seguito, il 10 agosto 2005, Sorrentino, come tutti gli altri giocatori, viene svincolato e lasciato libero di accordarsi con un'altra squadra.[13]

AEK Atene e Recreativo Huelva

modifica

Trasferitosi all'AEK Atene, resta nella squadra greca per due anni e nella stagione 2005-2006 prende parte alla Coppa UEFA. Grazie al secondo posto in campionato, l'AEK Atene partecipa alla Champions League, concludendo il suo percorso al terzo posto nella fase a gironi. Ripescata in Coppa UEFA, la squadra greca viene eliminata dai francesi del PSG. Il 12 luglio 2007 passa in prestito al Recreativo de Huelva, diventando così il primo giocatore italiano della squadra più antica della Spagna,[14][15][16]

Non venendo riscattato dal Recreativo Huelva,[17] il 4 luglio 2008 passa al neopromosso ChievoVerona,[18] tornando così in Italia, con la formula della compartecipazione con diritto di riscatto, che viene fatto valere il 12 giugno 2009 dai veronesi, per la stagione 2008-2009, nella quale contribuisce alla salvezza.[19]

Durante l'ottima[20] annata 2009-2010 para quattro rigori: a Sergio Floccari (Genoa),[21] David Pizarro (Roma),[22] Massimo Donati (Bari)[23] e infine a Juan Manuel Vargas (Fiorentina).[24] Il ChievoVerona chiude la stagione al quint'ultimo posto in classifica e con la quinta migliore difesa del campionato dopo Inter, Milan, Roma e Sampdoria (ed essendo stata la seconda miglior difesa fino alla penultima giornata, quando l'incontro con l'Inter si concluse con il risultato di 4-3).

La squadra termina la stagione 2010-2011 all'undicesimo posto e con la quarta miglior difesa (alle spalle di Milan, Napoli e Lazio), con 40 gol subiti nel corso delle 38 partite del campionato. Nella stagione 2011-2012 para quattro rigori: ad Antonio Di Natale (Udinese), Adrian Mutu (Cesena), Francesco Lodi (Catania) e Diego Milito (Inter).[25] Contribuisce, con 49 punti, al buon piazzamento del Chievo, il 10º posto finale in classifica, riuscendo a stabilire anche un record personale.[26]

Nella stagione 2012-2013 gioca 20 presenze in campionato e una in Coppa Italia prima di essere ceduto in prestito[27] con diritto di riscatto[28] al Palermo il 25 gennaio 2013.[29][30] Il giocatore, divenuto simbolo dei gialloblu,[10] ha disputato 165 partite in quattro anni e mezzo; l'ultima partita disputata in Veneto è quella del 12 gennaio, valevole per la 20ª giornata di campionato che il ChievoVerona ha perso per 4-0 in casa del Bologna, dato che per la successiva partita non è stato convocato dal tecnico Eugenio Corini poiché aveva saltato degli allenamenti settimanali in vista della futura cessione al Palermo.[31]

Palermo

modifica
 
Sorrentino (al centro) con il Palermo nel 2015

Il 27 gennaio esordisce in maglia rosanero nella gara Cagliari-Palermo della 22ª giornata, subendo al 90' il gol del definitivo 1-1. In Palermo-Udinese (2-3) respinge un calcio di rigore ad Antonio Di Natale.[32] La stagione si conclude con la retrocessione dei rosanero, sancita il 12 maggio 2013 dalla sconfitta esterna per 1-0 contro la Fiorentina della 37ª giornata. Non convocato per l'ultima partita di campionato,[33] chiude la stagione con 15 presenze e 16 reti subite. Il 17 giugno seguente il suo cartellino viene riscattato.[34] Titolare nel campionato di Serie B, nella partita della 14ª giornata vinta per 2-0 contro la Reggina si è procurato una lesione muscolare al retto femorale destro.[35] Il 3 maggio 2014, dopo la vittoria contro il Novara per 1-0 in trasferta, ottiene la promozione in Serie A – con annessa vittoria del campionato – con cinque giornate d'anticipo. Chiude la stagione con 32 presenze in campionato e 2 in Coppa Italia.

Il 24 settembre 2014, nella partita Napoli-Palermo (3-3) della quarta giornata di Serie A, indossa per la prima volta la fascia di capitano della squadra quando, al 77', Édgar Barreto lascia il campo.[36] A partire dalla partita della 26ª giornata Palermo-Juventus (0-1) è definitivamente il nuovo capitano della squadra su decisione della società e dello spogliatoio.[37][38] A gennaio 2016 ha dei gravi screzi con l'allenatore Davide Ballardini, reo, a detta sua, di aver messo in dubbio "l'integrità morale e la professionalità della squadra"[39] (i due chiariranno in seguito).[40] La situazione si concluderà con l'esonero del tecnico ravennate.[41] La stagione termina poi comunque con la salvezza all'ultima giornata con il ritorno di Ballardini in panchina e il 19 maggio Sorrentino annuncia la separazione dal Palermo, rifiutando di fare da chioccia ad altri portieri.[42]

Ritorno al Chievo

modifica

Il 2 luglio seguente torna al Chievo Verona[43].

Negli anni seguenti mostra una grande continuità di rendimento anche in età avanzata, dimostrandosi uno dei migliori portieri del campionato italiano. Il 29 dicembre 2018, nella partita contro il Frosinone, il portiere taglia il traguardo delle 350 presenze in Serie A; inoltre, si tratta del primo successo dei clivensi in stagione (1-0). Il 21 gennaio 2019, in occasione del match che vede contrapposti Juventus e Chievo Verona, si rende protagonista di un curioso episodio: diventa infatti il primo portiere a parare in Italia un rigore a Cristiano Ronaldo.[44]

Nonostante ciò, nell’ultima parte della stagione 2018-2019 perde il posto a favore del croato Semper, così come anche gli altri veterani clivensi, che rimangono relegati in panchina o in tribuna nelle ultime partite. A fine stagione i clivensi retrocedono in Serie B e Sorrentino lascia dopo 271 presenze totali.

Ultimi anni

modifica

Il 21 gennaio 2020 annuncia il suo ritiro dal calcio professionistico,[45] mentre il 27 gennaio seguente annuncia il suo approdo al Cervo, squadra di Seconda Categoria ligure allenata dal padre Roberto, nell'inedito ruolo di attaccante.[46] Il 9 febbraio seguente, all'esordio, segna il gol vittoria nella partita vinta per 2-1 contro il Riva Ligure.[47]

Il 25 giugno 2020 viene nominato direttore tecnico della Torinese, nel campionato piemontese di Promozione, mentre il padre ne diventa l'allenatore.[48] Nonostante avesse annunciato il ritiro da calciatore,[49] il 28 settembre 2020 viene tesserato come attaccante nella stessa Torinese[50] e il successivo 11 ottobre successivo segna la sua prima rete contro il Pianezza.[51]

Dopo il ritiro

modifica

Appesi gli scarpini al chiodo, il 20 settembre 2020 debutta come opinionista a Pressing su Italia 1.[52] Verrà confermato nei programmi Mediaset come Pressing, Champions League LIVE, Coppa Italia LIVE e Supercoppa Italiana LIVE anche per le tre stagioni seguenti come opinionista e anche come seconda voce nelle telecronache di alcune partite vedi le qualificazioni a Euro 2020 e la Coppa Italia 2022-2023.[53][54]

Intraprende in seguito la carriera di procuratore sportivo e nell’estate del 2021 prende in procura i suoi primi giocatori: il portiere Alberto Pelagotti[55] e l'esterno Vittorio Parigini.

Nella primavera del 2022 diviene patron del Chieri,[56] club di Serie D che verrà allenato da suo padre Roberto.

Lascia la presidenza del Chieri nell'estate 2023.[57]

Nel 2023 a Palermo fonda l'omonima academy per portieri [58].

Statistiche

modifica

Presenze e reti nei club

modifica

Statistiche aggiornate al 6 febbraio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1998-1999   Torino B 1 -1 CI 0 0 - - - - - - 1 -1
1999-2000   Juve Stabia C1 0 0 CI+CI-C 6+? -10 + -? - - - - - - 6+ -10+
2000-2001   Varese C1 30 -22 CI+CI-C 2+? -4 + -? - - - - - - 32+ -26+
2001-2002   Torino A 4 -3 CI 2 -3 - - - - - - 6 -6
2002-2003 A 8 -12 CI 2 -3 I 0 0 - - - 10 -15
2003-2004 B 43 -49 CI 1 0 - - - - - - 44 -49
2004-2005 B 33+4[59] -22 + -3[59] CI 3 -7 - - - - - - 40 -32
Totale Torino 89+4 -87 + -3 8 -13 - - - - 101 -103
2005-2006   AEK Atene AE 25 -17 CG 5 -4 CU 2 -1 - - - 32 -22
2006-2007 SL 25 -23 CG 0 0 UCL+CU 7[60]+2 -10[61] + -4 - - - 34 -37
Totale AEK Atene 50 -40 5 -4 11 -15 - - 66 -59
2007-2008   Recreativo Huelva PD 38 -60 CR 0 0 - - - - - - 38 -60
2008-2009   Chievo A 32 -40 CI 0 0 - - - - - - 32 -40
2009-2010 A 37 -40 CI 1 0 - - - - - - 38 -40
2010-2011 A 37 -39 CI 0 0 - - - - - - 37 -39
2011-2012 A 37 -45 CI 0 0 - - - - - - 37 -45
2012-gen. 2013 A 20 -33 CI 1 0 - - - - - - 21 -33
gen.-giu. 2013   Palermo A 15 -16 CI 0 0 - - - - - - 15 -16
2013-2014 B 32 -20 CI 2 -2 - - - - - - 34 -22
2014-2015 A 35 -51 CI 0 0 - - - - - - 35 -51
2015-2016 A 35 -58 CI 1 -1 - - - - - - 36 -59
Totale Palermo 117 -145 3 -3 - - - - 120 -148
2016-2017   Chievo A 34 -52 CI 2 -1 - - - - - - 36 -53
2017-2018 A 38 -59 CI 1 -1 - - - - - - 39 -60
2018-2019 A 31 -60 CI 0 0 - - - - - - 31 -60
Totale Chievo 266 -368 5 -2 - - - - 271 -370
gen.-giu. 2020   Cervo 2ª Cat. 2 1 - - - - - - - - - 2 1
giu.-dic. 2020   Torinese Prom. 2 1 - - - - - - - - - 2 1
Totale carriera 594+4 -722; 2 + -3 29+ -36+ 11 -15 0 0 636+ -778+; 2

Palmarès

modifica
Juventus: 1997
Juventus: 1997-1998
Palermo: 2013-2014
  1. ^ 92 (-89) se si comprendono le presenze nei play-off della stagione 2004-2005.
  2. ^ a b L'altra metà di... Stefano Sorrentino, su tuttomercatoweb.com.
  3. ^ Sorrentino «stregato» da Antonella, Verona... e il balcone di Giulietta, su larena.it. URL consultato il 9 marzo 2013 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2015).
  4. ^ Marchetti, Peluso e Sorrentino in vacanza in Costa Smeralda, su sportmediaset.mediaset.it.
  5. ^ Palermo: è nata Viola Sorrentino, su mediagol.it (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2013).
  6. ^ Esercitazioni tecniche a Carini. Domani allenamento pomeridiano, su palermocalcio.it (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2015).
  7. ^ Dario De Fenu, Stefano Sorrentino apre una scuola per portieri, su VENTONUOVO, 17 maggio 2023. URL consultato il 16 gennaio 2024.
  8. ^ Martina Barone, Alberto Paradossi: intervista al protagonista del film Zamora, su The Hollywood Reporter Roma, 30 marzo 2024. URL consultato il 18 aprile 2024.
  9. ^ Stefano Sorrentino e Marco Dell'Olio, Gli occhi della Tigre.
  10. ^ a b Simone Bernabei, Il Corriere di Verona esalta Sorrentino: "I segreti di mister para-rigori", su tuttomercatoweb.com, 23 gennaio 2019.
  11. ^ Sorrentino: "Cosa cambia per me difesa a 3 o 4", su mediagol.it (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2013).
  12. ^ Il Lecce prova a scappare Lucarelli salva il Toro, repubblica.it, 16 dicembre 2001.
  13. ^ I calciatori svincolati di autorità del Torino Calcio, su calcioelegge.com (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).
  14. ^ Sorrentino, bestia nera oggetto del desiderio, su grifoni.org (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2013).
  15. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 26 (2009-2010), Panini, 29 ottobre 2012, p. 56.
  16. ^ Ufficiale: Sorrentino dall'AEK al Recreativo Huelva, su tuttomercatoweb.com.
  17. ^ Recreativo, non riscattato Sorrentino, su tuttomercatoweb.com.
  18. ^ Ufficiale: Sorrentino al Chievo, su tuttomercatoweb.com.
  19. ^ Ufficiale: Chievo, riscattato Sorrentino, su tuttomercatoweb.com.
  20. ^ A tu per tu... con Sorrentino, su tuttomercatoweb.com.
  21. ^ Diretta testuale Chievo-Genoa finale 3-1 (4º Marcolini rigore, 6º Bogdani, 20º st Floccari, 32º Pellissier), su pianetagenoa1893.net.
  22. ^ ROMA-CHIEVO: 1-0 - De Rossi lancia i giallorossi al quarto posto. Vittoria sofferta, in dieci e con un rigore sbagliato, su laroma24.it.
  23. ^ Bari-Chievo: 1-0. Decide Castillo, su asbari.it (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2010).
  24. ^ FIO-CHIEVO 0-0, Vargas fallisce un rigore, su tuttomercatoweb.com.
  25. ^ Statistiche su Transfermarkt.it (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2013).
  26. ^ [1]
  27. ^ Tutti i trasferimenti - Palermo, su legaseriea.it (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2010).
  28. ^ Sorrentino: "Ero salvo a Chievo, mio futuro...", su mediagol.it (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2013).
  29. ^ Sorrentino è del Palermo, su palermocalcio.it (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2013).
  30. ^ Ufficiale: Sorrentino al Palermo, su chievoverona.it (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2013).
  31. ^ Chievo, Corini: "Sorrentino? Sbagliato non presentarsi all'allenamento", su tuttomercatoweb.com.
  32. ^ L'Udinese passa a Palermo: 3-2. Rosanero quasi condannati alla Serie B. sportmediaset.mediaset.it
  33. ^ Ventidue convocati per il Parma (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2014). Palermocalcio.it
  34. ^ Riscattato Sorrentino dal Chievo (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2013). Palermocalcio.it
  35. ^ Lesione muscolare per Sorrentino (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2014). Palermocalcio.it
  36. ^ RILEGGI IL LIVE – Napoli-Palermo 3-3, la difesa distrugge l'attacco. Ilnapolionline.com
  37. ^ Iachini: "Juventus, siamo pronti. Fascia: Barreto o Sorrentino". URL consultato il 15 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 21 marzo 2015). sport.livesicilia.it
  38. ^ Sorrentino: "Io porto la fascia ma il nostro capitano resta Barreto. I tifosi non devono fischiarlo". URL consultato il 15 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2015). Mediagol.it
  39. ^ Carlo Laudisa, Palermo, Sorrentino esonera Ballardini: "Abbiamo vinto senza allenatore", su La Gazzetta dello Sport, 10 gennaio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  40. ^ Sorrentino: “Ballardini mi chiese scusa, Dybala da pallone d’oro”, su StadioNews.it, 27 marzo 2017. URL consultato il 27 marzo 2017.
  41. ^ Palermo, esonerato Ballardini: scaricato da giocatori e società. Panchina affidata al duo Schelotto-Viviani, su Il Fatto Quotidiano, 11 gennaio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  42. ^ Palermo, Sorrentino dice addio: "Non voglio fare la chioccia", su sportmediaset.mediaset.it, 19 maggio 2016.
  43. ^ Ufficiale: Stefano Sorrentino ritorna in gialloblù!, su chievoverona.it, 2 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2016).
  44. ^ Juve-Chievo, Cristiano Ronaldo si fa parare un calcio di rigore da Sorrentino, su sport.sky.it.
  45. ^ Sky Sport, 'Mi fermo qui': Stefano Sorrentino annuncia l'addio al calcio in diretta su Sky, su sport.sky.it. URL consultato il 22 gennaio 2020.
  46. ^ Sorrentino esce dalla porta e si rimette in gioco: 'Farò l'attaccante'. Calciomercato.com
  47. ^ Il gol di Stefano Sorrentino con il Cervo: video, su sport.sky.it.
  48. ^ Sorrentino riparte dalla FC Torinese: lui sarà ds, il padre Roberto l'allenatore.
  49. ^ https://www.mediagol.it/palermo/sorrentino-annuncia-il-ritiro-in-lacrime-da-oggi-dico-addio-al-calcio-vi-spiego-la-mia-scelta/
  50. ^ https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/09/29/news/sorrentino_si_rimette_in_gioco_sara_la_punta_dell_fc_torinese-268886198/
  51. ^ https://www.tuttocampo.it/Piemonte/Promozione/GironeB/Partita/4.4
  52. ^ Torna Pressing Serie A con Giorgia Rossi: da domenica in seconda serata su Italia 1.
  53. ^ Giorgio Billone, Atalanta-Spezia, programma e telecronisti Mediaset ottavi Coppa Italia 2022/2023, in SportFace, 19 gennaio 2023. URL consultato il 19 gennaio 2023.
  54. ^ Redazione, Sorrentino versione... telecronista: debutto in tv su Mediaset, su Stadionews24, 8 ottobre 2020. URL consultato il 19 gennaio 2023.
  55. ^ Sorrentino inizia la carriera da procuratore: primo assistito Pelagotti | Goal.com, su goal.com. URL consultato l'8 giugno 2021.
  56. ^ Sorrentino-Chieri, arrivano le firme ufficiali: il ruolo di Gandini, su seried24.com, 30 aprile 2022.
  57. ^ seried24.com, 7 luglio 2023, https://www.seried24.com/news/chieri-sorrentino-presidente-addio-comunicato-serie-d-7-luglio-2023/. URL consultato il 15 novembre 2023.
  58. ^ https://www.tifosipalermo.it/2023/11/06/ex-rosa-sorrentino-lancia-la-sua-academy-a-palermo/, su tifosipalermo.it.
  59. ^ a b Play-off.
  60. ^ 1 presenza nel Terzo turno preliminare.
  61. ^ 1 rete subita nel Terzo turno preliminare.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica