Nella lingua giapponese i ryakuji (略字?, letteralmente "caratteri abbreviati", o 筆写略字 hissha ryakuji?, ossia "caratteri abbreviati scritti a mano") sono delle forme semplificate informali dei kanji.[1][2]

Cartello che riporta la scritta "portaombrelli" (仐おき kasa-oki?), la cui forma standard è 傘おき?. Del carattere ?, in questo caso, è stata utilizzata la controparte ryakuji ?, formata dai kanji ? e ? senza la combinazione di quattro ? al suo interno. Questa forma non è dissimile dal carattere cinese semplificato S, sǎnP.
Etichetta con scritto il prezzo, 400 ¥, seguito dai kanji 特価品 tokkahin?, "merce a prezzo ridotto". La forma ryakuji, in questo caso, si può individuare nel carattere ?, dove i due ? in basso sono uniti.

ValiditàModifica

I ryakuji non sono elencati nella lista del Kanji kentei (漢字検定?), poiché non sono né ufficialmente riconosciuti e né, per la maggior parte, codificati nel sistema Unicode.[3] Tuttavia, alcune forme semplificate di kanji hyōgai (表外字 hyōgaiji?, ossia kanji che non sono inclusi né nella lista tōyō né in quella jōyō) sono considerate nel Kanji kentei come varianti accettabili, essendo incluse negli standard della JIS poiché conformi alle semplificazioni che hanno portato alla creazione dei caratteri shinjitai (??, ??).[4] Tra le altre forme "accettate" vi sono modi alternativi per scrivere i radicali ed ulteriori variazioni grafiche. Alcuni ryakuji sono stati resi ufficiali con l'introduzione della lista dei caratteri shinjitai.[5]

Alcune semplificazioni sono usate comunemente nella lingua giapponese come simboli tipografici speciali:[6]

  • ?, il segno di raddoppiamento per i kanji, derivato da ?, a sua volta una variante del carattere ?;[7]
  • ?, derivato dal carattere ? scritto in corsivo in un testo verticale;[8]
  • ?, shime, semplificazione del kanji ? (cfr. 占め?, oppure しめ shime?) o, più precisamente, una versione stilizzata dei primi due tratti del carattere, ?, resi in corsivo. Utilizzato per varie combinazioni di kanji che si leggono 占め shime?, come per esempio 締め?, 閉め?, 絞め?, 搾め? e, ovviamente, la forma "base" 占め?;[9]
  • ?, piccolo ke, semplificazione di ?, utilizzato per sostituire ? e altri kanji.[10]

Di questi simboli, solo ? e ? sono riconosciuti come semplificazioni accettate, rispettivamente, dei kanji ? e ?.[11][12]

Sostituire caratteri più complicati con altri caratteri standard più semplici fa parte di un fenomeno diverso detto kakikae (書きかえ?). Per esempio, è possibile scrivere 年齢43歳? come 年令43才? (nenrei 43 sai, ossia "età di 43 anni"), sostituendo il carattere ? con la sua componente a destra (?) e il carattere ? con ? che, seppur non condividendo lo stesso significato di ?, viene pronunciato alla stessa maniera.[13] Sostituire ? con ? costituisce una semplificazione grafica che, allo stesso tempo, mantiene intatta la componente fonica; al contrario, ? e ? sono due forme graficamente distinte che non condividono alcuna correlazione etimologica. In entrambi i casi non si parla di semplificazione ma di semplice sostituzione. Un altro esempio potrebbe essere la parola 醤油 shōyu? (salsa di soia), che può essere resa come 正油?.[14]

UtilizzoModifica

I ryakuji sono utilizzati soprattutto in messaggi brevi e concisi come memorandum, annotazioni e altri testi scritti a mano. Il loro uso è nettamente declinato negli ultimi anni, probabilmente a causa dell'emergenza di nuovi metodi di input informatici avanzati che hanno reso insignificante la differenza del numero di tratti che intercorre tra un kanji semplice e uno più complesso. Ciononostante, il ryakuji corrispondente a ? (mon, kado, che significa "porta, cancello") e tutte le varianti semplificate in cui si può trovare il radicale ? sono ancora molto comuni al giorno d'oggi.[15]

Abbreviazioni per parole formate da più caratteriModifica

Negli esempi che sono già stati illustrati, le abbreviazioni riguardano esclusivamente componenti che si trovano all'interno di un singolo carattere. Generalmente, caratteri separati non vengono semplificati in un unico kanji, salvo rari casi come ?, una forma abbreviata della parola 図書館 toshokan?, che significa "biblioteca".[16] Nella lingua giapponese, tuttavia, le abbreviazioni per le parole formate da più caratteri sono molto rare, al contrario dei hanzi polisillabi che si possono incontrare, con frequenza più alta, nella lingua cinese.[17]

EsempiModifica

 
Alcuni ryakuji comunemente usati

AnnotazioniModifica

I ryakuji riportati nell'immagine sopra si possono trovare principalmente su insegne e cartelli scritti a mano: 2門?, 12品? e 12器?, nelle loro varianti semplificate, sono le forme più comuni. Il carattere ? è solitamente presente come radicale; i kanji che lo contengono (cfr. ?) vengono abbreviati nella stessa maniera.[18] Anche 1第? e 5曜? sono relativamente comuni, mentre 3点? presenta la forma analoga con il carattere ?, reso come 𩵋?.[18] Gli altri caratteri elencati, invece, non sono altrettanto comuni, anche se possono comunque comparire in appunti e annotazioni varie.

  • 1第? e 2門? sono, con ogni probabilità, i ryakuji più comuni. La variante di ? è codificata in Unicode come U+3427 (?),[19] ma tale forma non è presente né nei font MS Gothic, Minchō, né in Arial Unicode MS. Nonostante ciò, è stata utilizzata, in passato, su dei cartelli temporanei dell'autostrada Daisan Keihin, dove la nomenclatura giapponese, 第三京浜道路 daisankeihin dōro?, è stata resa come 㐧三京浜道路?.[20] La semplificazione del kanji ?, invece, è codificata in Unicode come U+95EB (?),[21] che corrisponde anche al carattere cinese S, ménP, strettamente legato alla forma giapponese ? dal punto di vista etimologico, poiché entrambi i caratteri derivano dallo stile calligrafico sōshodai (草書体?, 草书S, cǎo shūP in cinese).[22][23] La combinazione per ottenere specificamente la variante giapponese è U+95E8 U+E0100.[24]
  • 3点?, con i quattro tratti inferiori semplificati, è codificato in Unicode come U594C (?),[25] ma non è presente né nei font MS Gothic, né in quelli Minchō. È supportato da Arial Unicode,[26] SimSun,[27] SimHei,[28] Ming Liu,[27] KaiU[29] e New Gulim.[27] La stessa semplificazione si può trovare nel carattere ? (cfr. 𩵋?, U+29D4B).[30] I kanji ? e ?, anch'essi caratterizzati dai quattro tratti inferiori, vengono invece abbreviati mediante una linea orizzontale, rendendoli graficamente simili ai caratteri cinesi S e S.[31][32]
  • 4職? presenta due forme semplificate, entrambe codificate in Unicode come U+830A (?) e U+2B7C9 (𫟉?).[33][34] Vengono utilizzate in annotazioni e appunti scritti a mano; tuttavia, lo stesso sistema non viene usato per abbreviare i caratteri ? e ?.
  • 5曜? è presente in Unicode come U+2B782 (𫞂?).[35] Viene spesso scritto ? che, in realtà, è un altro kanji con pronuncia e significato diversi; perciò il tratto finale della componente ? viene aggiunto per disambiguare le due forme. L'abbreviazione è comune soprattutto nei cartelli dei negozi che hanno elencati i giorni della settimana.[36] La componente fonetica, ?, generalmente, rimane nella sua forma non semplificata negli altri kanji che la contengono, ossia ?, ?,?, ?, ? e 耀?.
  • 6前?, come 1第? e 2門?, trae le proprie origini dalle forme in corsivo dello stile calligrafico sōshodai.[37]
  • 7個? è presente in Unicode come U+3430 (?).[38] L'abbreviazione consiste nella rimozione della componente all'interno del radicale kunigamae?. Esiste anche una variante ryakuji del carattere ?, ?, da non confondere con ?.[39]
  • 8選? e 10機? non sono stati codificati in Unicode. Ciò che accomuna i due caratteri è la parte superiore, composta da due componenti che si ripetono. La semplificazione di tale parte in ? è stata resa ufficiale in diversi kanji shinjitai, e.g. ??, ??, ??, ??, ??.[40] Talvolta è possibile trovare un altro tipo di abbreviazione in cui la componente superiore del carattere ? venga sostituita con quattro tratti concentrici, come nella parte inferiore del kanji ?.[41] ? può anche essere scritto con un kana al posto del carattere ? (i.e. ? oppure ?), che indica la lettura on del carattere, ossia ki.[41]
  • 9濾? è presente in Unicode come U+6CAA (?).[42] Viene utilizzato di rado al di fuori delle cerchie scientifiche, dove si possono incontrare con più probabilità espressioni come 濾過? (roka, percolazione). Questa semplificazione può apparire su documenti cartacei.[43] Anche la componente ?, pronunciata anch'essa ro, proprio come ?, viene spesse volte sostituita con il carattere ?, come in ??[44] e nel carattere shinjitai ??.[40]
  • 11闘?, oltre ad essere reso come ? (Unicode U+9597),[45] viene, talvolta, semplificato come ?. Il kanji ? viene, perciò, sostituito con un altro kanji (?), che presenta la stessa pronuncia on, ossia . Questo viene considerato come un caso di kakikae (書きかえ?), ossia uno dei casi in cui un kanji standard può essere sostituito con un altro kanji standard, laddove le pronunce on coincidano.[46] La forma "ibrida" ?, invece, è da considerarsi propriamente come un ryakuji. Un altro esempio di kaikae è 年齢43歳?年令43才? (nenrei 43-sai, ossia "età di 43 anni"); tali semplificazioni possono anche apparire in testi stampati.
  • 12品? è presente in Unicode come U+20BEE (𠯮?).[47] L'abbreviazione analoga per il kanji ?, al momento, non è ancora stata codificata. Le parti del carattere che contengono i due ? vengono unite tra di loro, riducendo il numero di tratti da sei a tre. Un esempio analogo, ma con tre ? anziché due, è da ritrovarsi nel carattere ?, la forma kyūjitai di ?: anche qua, le tre componenti vengono unite le une alle altre.[48]
  • 13摩? e ? non sono ancora stati codificati in Unicode. La forma semplificata con il carattere katakana ma? si riferisce alla lettura on dei due kanji (i.e. ma). ? è semplificato in tale maniera principalmente nei manga,[49] mentre ? si trova spesso in toponimi come quello di Tama, Tokyo (多摩市?).[50]

Altri esempiModifica

Omettere componenti e dettagli è una pratica comune; come nell'esempio di ??, il kanji che ne risulta è spesso non-standard.[51]

Se il carattere viene sostituito con un altro kanji dalla stessa pronuncia, si parla più propriamente di kakikae (書きかえ?). D'altra parte, se il risultato è o un kanji non-standard, oppure uno con una pronuncia diversa (quindi utilizzato solo come semplificazione grafica), si può parlare di ryakuji. Uno degli esempi più comuni è il kanji ? per indicare haba?, "larghezza".[52] Queste semplificazioni grafiche sono spesso ambigue, ma la loro presenza in un contesto preciso è sufficiente a delinearne la pronuncia corretta. Tale fenomeno si riscontra principalmente nelle parole composte più comuni, come illustrato nei seguenti esempi:

  • ?? in 年齢 nenrei?, "età" (cfr. 年令?)
  • ?? in 歴史 rekishi?, "storia" (cfr. 厂史?)
  • ?? in 経済 keizai?, "economia" (cfr. 圣済?)

In alcuni casi, può capitare che un carattere venga scritto nella sua forma abbreviata solo quando si trova all'interno di un kanji composto e che, in isolamento, tale kanji non possa venir semplificato allo stesso modo. Per esempio, ?, nelle forme composte, appare come ?, cfr. ? (che corrisponde alla forma kyūjitai ?).[40] ?, scritto al posto di ? quando quest'ultimo non è accompagnato da nessun radicale, come nell'esempio di 新卒 shinsotsu? ("neolaureato"), è una forma non ufficiale, ossia un ryakuji.[53] Un altro esempio è il kanji ?, che è reso come ? in alcuni caratteri shinjitai, come ad esempio ? (cfr. la forma kyūjitai ?). La forma shinjitai di ?, invece, è stata semplificata diversamente, cfr. ?, che si può trovare anche nella parte inferiore del kanji ?.[40] In questo caso, semplificare la componente ? in ? equivarrebbe a creare una forma non standard, ossia un ryakuji.[54]

Altri esempi meno comuni derivano dalle forme abbreviate utilizzate negli stili calligrafici, o da testi stampati basati sullo stile calligrafico, dove un carattere standard viene prima scritto in maniera abbreviata in corsivo (草書体 sōshodai?) e, in un secondo momento, convertito in stampatello nella sua forma semplificata (楷書 kaisho?). È lo stesso principio utilizzato per alcuni caratteri semplificati ufficiali shinjitai, come ad esempio ??,[40] e per alcune forme già analizzate in precedenza (??) le quali, non facendo parte della lista ufficiale delle forme shinjitai, rimangono dei ryakuji. Uno degli esempi informali più noti è ?? (un kanji formato dal carattere shichi?, "sette", ripetuto tre volte), che si può trovare molto di frequente sulle insegne dei negozi e sulle confezioni dei prodotti.[55] Altri casi simili includono 鹿?𢈘?[53] e la sostituzione della parte all'interno del kanji ? con due tratti ? simili a quelli che si trovano nella componente inferiore del carattere ?.[56] Il kanji ? presenta diverse semplificazioni di questo tipo.[57] Nella parola Niigata (新潟?), il secondo carattere è raro e complesso, rendendo molto gettonata la semplificazione ??.[58]

Caratteri derivatiModifica

I caratteri derivati da un singolo kanji base presentano anch'essi i propri ryakuji, i quali vengono ottenuti tramite un meccanismo di semplificazione analogo. Di seguito è riportata l'abbreviazione del kanji ? e dei caratteri da esso derivati:

La semplificazione ?𩵋? può apparire in diversi kanji composti che presentano il radicale del pesce, come la parola ?, "sushi", il cui ryakuji si trova spesso sulle insegne dei negozi.[59]

Semplificazioni foneticheModifica

Alcuni ryakuji sono caratteri semplificati di natura fono-semantica, dove il radicale viene mantenuto come componente semantica, mentre il resto del carattere viene sostituito con un katakana (o, più raramente, un hiragana)[41] che riveste il ruolo di rappresentarne la lettura on, come nell'esempio di ? (20 tratti), che può essere abbreviato come ? (componente semantica) + ? (pronunciato gi, corrispondente alla lettura on del kanji).[60]

Un altro esempio è il kanji ?, dove la componente ? viene sostituita con il kana so?.[61]

Talvolta vengono impiegati persino delle lettere dell'alfabeto latino: per esempio, il carattere ?, utilizzato nell'espressione 憲法 kenpō? ("costituzione"), può essere abbreviato come ? + K (con il radicale ? posto sopra alla lettera K); tale forma viene utilizzata molto spesso nelle scuole di legge.[62] Lo stesso meccanismo viene applicato con la combinazione di kanji 慶應? (Keiō) che è anche il nome di una nota università di Tokyo, ossia l'università Keio, dove i caratteri vengono resi rispettivamente come 广? + K e 广? + O, con le lettere K e O poste al di sotto del radicale 广?. In questo caso, la pronuncia inglese delle lettere "K" e "O" è simile a Keiō, il che spiega il motivo di tale abbreviazione.[63]

Il carattere ? ha diversi ryakuji, dato che è un carattere comune che, con i suoi 16 tratti, è relativamente complesso da scrivere. Oltre al tipo di abbreviazione fono-semantica che è già stato illustrato sopra, vi sono anche diverse semplificazioni grafiche, com'è possibile vedere di seguito.[41]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Peter Marie Susky, The Phonetics of Japanese Language with Reference to Japanese Script, Abingdon-on-Thames (Oxfordshire), Taylor & Francis, 18 ottobre 2010 [1931], p. 28, ISBN 978-1-136-90129-4. URL consultato il 10 giugno 2021.
  2. ^ (EN) Kellen Parker, Ryakuji in Mandarin, su Sinoglot, 25 novembre 2010. URL consultato il 9 giugno 2021.
  3. ^ (JA) Prof Hiroyuki, 漢検で 「踌躇」。これ、セーフ?(語学エピソード第10話), su Gogaku kentei rekishi dangi (語学・検定・歴史談義), 21 dicembre 2016. URL consultato il 10 giugno 2021.
  4. ^ (JA) 表外漢字字体表, su Ministero dell'istruzione giapponese (文部科学省 Bunbukagakushō?), 8 dicembre 2012. URL consultato il 10 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2013).
  5. ^ (JA) 戦前の略字体, su Zenpēji rekishi-teki kanadzukahi no dōninshi (全頁歴史的かなづかひの同人誌). URL consultato il 10 giugno 2021.
  6. ^ (EN) Nicolas Tranter, The Languages of Japan and Korea, Abingdon (Oxfordshire), Routledge, 2012, p. 277, ISBN 978-0-415-46287-7. URL consultato il 10 giugno 2021.
  7. ^ (JA) 「々」はなんと読むのですか?, su Kanjibunkashiryōkan (漢字文化資料館). URL consultato il 10 giugno 2021.
  8. ^ (JA) 日本大百科全書 (ニッポニカ)「おどり字」の解説, su Kotobank (コトバンク). URL consultato il 10 giugno 2021.
  9. ^ (JA) しめ【(領め・統め)・占め・締め・閉め・〆】, su Hotsumatsutae kaidoku gaido (ほつまつたゑ 解読ガイド), 10 marzo 2005. URL consultato il 10 giugno 2021.
  10. ^ (EN) Ben Bullock, What is the small katakana ke in 霞ヶ丘 and 一ヶ月?, su sci.lang.japan Frequently Asked Questions. URL consultato il 10 giugno 2021.
  11. ^ (JA) 締め / 締 / 〆 (しめ), su Kokugoshiten online (国語辞典オンライン). URL consultato il 10 giugno 2021.
  12. ^ (JA) 教科書では,「ヶ」を使わないの?, su Mitsumura toshoshuppan (光村図書出版), 17 maggio 2016. URL consultato il 10 giugno 2021.
  13. ^ (JA) 「年齢」を「年令」、「○歳」を「○才」と書くことがありますが、正式にはどうなのでしょうか?, su Kanjibunkashiryōkan (漢字文化資料館). URL consultato l'11 giugno 2021.
  14. ^ (JA) Yudai Shioda (塩田雄大), 「しょうゆ」?「醤油」?「正油」?, su NHK Broadcasting Culture Research Institute (NHK 放送文化研究所 NHK hōsō bunka kenkyūjo?), 1º agosto 2012. URL consultato l'11 giugno 2021.
  15. ^ (JA) 常用漢字表の字体・字形に関する指針(報告)について (PDF), su Agenzia per gli affari culturali (文化庁 Bunka-chō?). URL consultato l'11 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2016).
  16. ^ (JA) , su Tsūshin yōgo no kiso chishiki (通信用語の基礎知識), 7 giugno 2010. URL consultato l'11 giugno 2021.
  17. ^ (ZH) 论多音节汉字, su Qiān qiān xiù zì (千千秀字S), 24 agosto 2014. URL consultato l'11 giugno 2021.
  18. ^ a b (JA) 超超超一押しな略字の一覧, su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 10 gennaio 2021. URL consultato l'11 giugno 2021.
  19. ^ (EN) Unihan data for U+3427, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  20. ^ (JA) Iwatabi (いわたび), 「㐧」のみ公団フォントでその文字にこだわりを感じます, su Twitter, 30 giugno 2016. URL consultato l'11 giugno 2021.
  21. ^ (EN) Unihan data for U+95E8, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  22. ^ (ZH) 门草书书法字典, su Cí diǎn wǎng (词典网). URL consultato l'11 giugno 2021.
  23. ^ (JA) 少し崩してみよう 行書 門 [mon], su ~Let’s write Japanese~ (漢字を書こう kanji o kakou?), 27 giugno 2019. URL consultato l'11 giugno 2021.
  24. ^ (EN) Taichi Kawabata, Recent Trends in Standardization of Japanese Character Codes (PDF), su NTT Technical Review, pp. 3–4. URL consultato l'11 giugno 2021.
  25. ^ (EN) Unihan data for U+594C, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  26. ^ (EN) Arial Unicode MS Font Character Map [38917], su CandyFonts. URL consultato l'11 giugno 2021.
  27. ^ a b c (JA) 漢字の「点」という字について、下半分を「大」と書く人がいるようですが、これは旧字体なのでしょうか?, su Yahoo Chiebukuro (Yahoo!知恵袋), 22 novembre 2011. URL consultato l'11 giugno 2021.
  28. ^ (EN) SimHei, Bold Character Map, su WUtils. URL consultato l'11 giugno 2021.
  29. ^ (EN) DFKai-SB Font Data, su Fonts Data. URL consultato l'11 giugno 2021.
  30. ^ (EN) Unihan data for U+29D4B, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  31. ^ (JA) , su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 8 marzo 2017. URL consultato l'11 giugno 2021.
  32. ^ (JA) Yoshio Yoshida, 減画略字 (4), su Gat Tin World, 13 settembre 2009. URL consultato l'11 giugno 2021.
  33. ^ (EN) Unihan data for U+803A, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  34. ^ (EN) Unihan data for U+2B7C9, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  35. ^ (EN) Unihan data for U+2B782, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  36. ^ (JA) 日玉の曜を集めました, su Nonsense Dance (ノンセンスダンス), 17 novembre 2019. URL consultato l'11 giugno 2021.
  37. ^ (JA) 前(まえ)草書の見本「前」漢字, su Namae kakikata [Kanji] (名前書き方【漢字】). URL consultato l'11 giugno 2021.
  38. ^ (EN) Unihan data for U+3430, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  39. ^ (JA) , su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 21 aprile 2021. URL consultato l'11 giugno 2021.
  40. ^ a b c d e (EN) List of «official» Japanese simplified kanji (TXT), su The Nanbanjin Nikki (ザ南蛮人日記 za nanbanjin nikki?), 29 agosto 2011. URL consultato l'11 giugno 2021.
  41. ^ a b c d (EN) , su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 22 aprile 2021. URL consultato l'11 giugno 2021.
  42. ^ (EN) Unihan data for U+6CAA, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  43. ^ (JA) 異体字, su 1-nensei no kaibō-gaku jiten (1年生の解剖学辞典). URL consultato l'11 giugno 2021.
  44. ^ (JA) 「芦/蘆」という漢字, su Kanji • Kanwa jiten • OK jiten (漢字・漢和辞典・OK辞典). URL consultato l'11 giugno 2021.
  45. ^ (EN) Unihan data for U+9597, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  46. ^ (JA) 「斗志」のという字の意味。また、「闘」を「斗」と表記する場合があるのはなぜか?, su Collaborative Reference Database (レファレンス協調データベース refarensu kyōchō dētabēsu?), 27 gennaio 2010. URL consultato l'11 giugno 2021.
  47. ^ (JA) Unihan data for U+20BEE, su Unihan Database. URL consultato l'11 giugno 2021.
  48. ^ (JA) 藹筌苧, 昨日見つけた「品」や「器」の俗字と同じタイプの「靈」, su Twitter, 7 luglio 2016. URL consultato l'11 giugno 2021.
  49. ^ (JA) Kakurai Missile (加倉井ミサイル), Utsuro Fune (うつろ舟), vol. 1, p. 130. URL consultato l'11 giugno 2021.
  50. ^ (JA) Mazec3 の新機能 字形学習機能をご紹介!, su 7 Notes with Mazec, 28 dicembre 2013. URL consultato l'11 giugno 2021.
  51. ^ (JA) , su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 10 dicembre 2020. URL consultato il 12 giugno 2021.
  52. ^ (JA) , su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 7 giugno 2021. URL consultato il 12 giugno 2021.
  53. ^ a b (JA) P. 78–(第六篇 正字と誤字俗字辨), su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 4 maggio 2019. URL consultato il 12 giugno 2021.
  54. ^ (JA) 今日見た寺の張り紙すごい良かった, su Twitter, 27 novembre 2017. URL consultato il 12 giugno 2021.
  55. ^ (JA) 売り切れ御免!幻の味「㐂伝らーめん」が新味を加えて期間限定復活, su Kourakuen Life (幸楽苑がライフスタイルを提案 kōrakuen ga raifusutairu o teian?), 12 marzo 2020. URL consultato il 12 giugno 2021.
  56. ^ (JA) 92歳の古書店主が語る戦後の本屋の風景, su Daily Portal Z, 6 ottobre 2015. URL consultato il 12 giugno 2021.
  57. ^ (JA) , su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 2 febbraio 2021. URL consultato il 12 giugno 2021.
  58. ^ (JA) Pagina principale (ホームページ, hōmupēji), su Niigata My Home Center Co., Ltd. (株式会社新潟マイホームセンター kabushikigaisha nīgata mai hōmu sentā?). URL consultato il 12 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2020).
  59. ^ (JA) , su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 15 settembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2021.
  60. ^ (JA) , su Ryakuji database matome wiki (略字データベースまとめ wiki), 28 aprile 2021. URL consultato il 12 giugno 2021.
  61. ^ (JA) 論文の書き方 ◆ 漢字の略字, su hac45.net. URL consultato il 12 giugno 2021.
  62. ^ (JA) 法学部的略字, su Yaritai koto 100 nikki (やりたいこと100日記), 30 gennaio 2008. URL consultato il 12 giugno 2021.
  63. ^ (JA) ケイオウの漢字, su Lean-na seikatsu ni tsuite kangaeru burogu (Lean な生活について考えるブログ), 13 dicembre 2006. URL consultato il 12 giugno 2021.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica