Salix fragilis

specie di pianta della famiglia Salicaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Salice fragile
Salix fragilis knäckepil.jpg
Salix fragilis
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Dilleniidae
Ordine Salicales
Famiglia Salicaceae
Genere Salix
Specie S. fragilis
Classificazione APG
Ordine Malpighiales
Famiglia Salicaceae
Nomenclatura binomiale
Salix fragilis
L., 1753
Nomi comuni

Salice fragile

Il salice fragile (Salix fragilis L., 1753) è un piccolo albero dioico e deciduo appartenente alla famiglia delle Salicaceae.

MorfologiaModifica

PortamentoModifica

La pianta può raggiungere altezze comprese tra i 2 ed i 15 metri. Il fusto è ricoperto da una corteccia screpolata e di colore grigio-nero. I rami giovani sono piuttosto fragili e di colore variabile dal giallo chiaro al rosso chiaro.

FoglieModifica

Le foglie sono lunghe 12-16 centimetri, lanceolate e con margine seghettato. La faccia inferiore è di colore grigio-verde mentre quella superiore è lucida e di colore verde chiaro.

FioriModifica

I fiori sono raggruppati in amenti unisessuali. Essendo una specie dioica i fiori maschili e femminili si sviluppano su individui separati.

FruttiModifica

Il frutto è una capsula dotata di peduncolo entro la quale si trova il seme. La fioritura avviene tipicamente tra febbraio ed aprile, prima della comparsa delle nuove foglie.

Distribuzione e habitatModifica

Vegeta in Europa, Asia occidentale fino alla Siberia ed è stato introdotto in America settentrionale[1]. Il suo habitat naturale è rappresentato dalle aree di bosco umido e dal greto di fiumi, torrenti e ruscelli. Vegeta a quote comprese tra 0 e 1.000 metri.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Distribuzione della specie in America settentrionale, su plants.usda.gov. URL consultato il 9 dicembre 2009.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica