Apri il menu principale
Sauber C30
Kamui Kobayashi 2011 Malaysia FP1 2.jpg
Kamui Kobayashi sulla Sauber C30
Descrizione generale
Costruttore Svizzera  Sauber
Squadra Sauber Ferrari
Progettata da James Key
Willy Rampf
Christoph Zimmermann
Seamus Mullarkey
Sostituisce Sauber C29
Sostituita da Sauber C31
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio monoscocca in fibra di carbonio
Motore Ferrari tipo 056, 2398 cm³, 8 cilindri a V 90°
Trasmissione 7 rapporti + retro
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4940 mm
Larghezza 1800 mm
Altezza 1000 mm
Altro
Pneumatici Pirelli
Avversarie Vetture di Formula 1 2011
Risultati sportivi
Debutto Australia Gran Premio d'Australia 2011
Piloti 16. Giappone Kamui Kobayashi
17. Messico Sergio Pérez
17.Spagna Pedro de la Rosa
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
19 0 0 0

La Sauber C30 è una vettura di Formula 1 con la quale la scuderia elvetica affronta il campionato mondiale di Formula 1 2011. In questa stagione la scuderia riassume la definizione di Sauber, senza l'appellativo BMW.

La vettura è stata presentata il 31 gennaio 2011 presso il Circuito Ricardo Tormo di Valencia, in Spagna. I piloti sono il confermato Kamui Kobayashi e l'esordiente Sergio Pérez.[1] Anche in questa stagione la Sauber utilizza un motore fornito dalla Ferrari.

Indice

LivreaModifica

La scuderia ha acquisito diversi sponsor rispetto alla stagione 2010, anche se la livrea è rimasta principalmente bianca con una banda scura. Gli sponsor sono Jose Cuervo, Mad Croc Energy, Claro, Disensa, Interproteccion e la Telmex.

SviluppoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2011 § Modifiche al regolamento.

Scheda TecnicaModifica

PilotiModifica

Al termine della prima sessione di prove libere del Gran Premio del Canada Sergio Pérez accusa un malessere e viene così sostituito da Pedro de la Rosa, tester della McLaren, che nel 2010 ha corso quale titolare i primi gran premi della stagione proprio col team svizzero.[2] Dalla gara seguente il messicano torna a svolgere la funzione di pilota titolare.

Stagione 2011Modifica

TestModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Test F1 2010-2011.

La monoposto fa il suo esordio, il 1º febbraio, sul Circuito Ricardo Tormo di Valencia con Kamui Kobayashi al volante, che ottiene il sesto tempo di giornata.[3] Il giorno successivo la vettura è stata testata da Sergio Pérez.[4]

Nei test di Jerez, il primo giorno, Perez ha fatto segnare il secondo tempo, dietro alla Ferrari di Felipe Massa.[5] Buon quinto tempo, invece, per Kobayashi nel terzo giorno,[6] e nuovamente il secondo tempo per il nipponico il quarto e ultimo giorno dei test.[7]

Nel primo giorno dei test di febbraio a Barcellona il giapponese ha chiuso quarto, ma la vettura ha subito dei problemi alla trasmissione.[8] Nei giorni seguenti la monoposto si è dimostrata più affidabile, e con tempi da metà schieramento.

Nell'ultima sessione di test, svolti a marzo sempre in Catalogna, la vettura si è dimostrata ancora più competitiva con Perez che ha fatto segnare il quarto miglior tempo il primo giorno,[9] e addirittura il tempo migliore il terzo giorno.[10] Il giorno seguente Kobayashi, pur chiudendo sesto, ha sofferto delle noie alla trasmissione.[11]

CampionatoModifica

All'esordio, in Melbourne, le due Sauber di Pérez e Kobayashi, giungono rispettivamente settima e ottava, ma successivamente la FIA squalifica le due autovetture a causa di un'irregolarità all'ala posteriore .[12] Nelle prove del Gran Premio di Monaco Pérez è vittima di un brutto incidente all'uscita del Tunnel, le conseguenze del quale non gli permettono di partecipare alla gara. Nel gran premio Kobayashi ottiene il quinto posto.[13]

Nella seconda parte della stagione gli arrivi a punti sono molto più rari. A Suzuka Pérez sfiora la conquista del giro più veloce, venendo battuto solo all'ultimo giro e per un millesimo dal vincitore Jenson Button.[14] La casa chiude la classifica costruttori al settimo posto.

Risultati F1Modifica

(Legenda) (I risultati in Grassetto indicano una pole position; i risultati in Corsivo indicano un giro più veloce)

Anno Team Motore Gomme Piloti                                       Punti Pos.
2011 Sauber Ferrari 056 2.4 V8 P   Kobayashi SQ 7 10 10 10 5 7 16 Rit 9 11 12 Rit 14 13 15 Rit 10 9 44
  Pérez SQ Rit 17 14 9 NP SP 11 7 11 15 Rit Rit 10 8 16 10 11 13
  de la Rosa 12

NoteModifica

  1. ^ Fabio Sciarra, Formula 1: presentata la Sauber C30, in autoblog.it, 31-1-2011. URL consultato il 31-1-2011.
  2. ^ Montreal - De La Rosa al posto di Perez, in italiaracing.net, 10 giugno 2011. URL consultato l'11 giugno 2011.
  3. ^ Massimo Costa, Valencia - 1º turno:Subito duello Alonso-Vettel, in italiaracing.net, 1-2-2011. URL consultato il 30-4-2011.
  4. ^ Massimo Costa, Valencia - 2º giorno-Ferrari leader, debutta, male, la Lotus, in italiaracing.net, 2-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.
  5. ^ Massimo Costa, Test a Jerez - 1º giorno:Massa al top pensando a Kubica, in italiaracing.net, 10-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.
  6. ^ Massimo Costa, Test a Jerez - 3º giorno:Heidfeld primo con Lotus Renault, in italiaracing.net, 12-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.
  7. ^ Massimo Costa, Test a Jerez - 4º giorno:Barrichello e Williams in pole, in italiaracing.net, 13-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.
  8. ^ Massimo Costa, Test a Barcellona - 1º giorno:La Red Bull scopre le carte, in italiaracing.net, 18-2-2011. URL consultato il 2-5-2011.
  9. ^ Barcellona, 1º giorno: Webber da pole-Valsecchi impressiona con la Lotus, in italiaracing.net, 8-3-2011. URL consultato il 2-5-2011.
  10. ^ Test a Barcellona - 3º giorno:Perez più veloce della Red Bull, in italiaracing.net, 10-3-2011. URL consultato il 2-5-2011.
  11. ^ Test a Barcellona - 4º giorno:La Mercedes alza la voce, in italiaracing.net, 11-3-2011. URL consultato il 2-5-2011.
  12. ^ Le due Sauber-Ferrari sono squalificate per alettone posteriore irregolare. Squalificate le due Sauber, gpupdate.net, 27-3-2011. URL consultato il 28-3-2011.
  13. ^ Sauber: nessuna ferita seria per Perez, gpupdate.net, 29-5-2011. URL consultato il 30-5-2011.
  14. ^ (FR) Japon 2011, statsf1.com, 9-10-2011. URL consultato il 9-10-2011.

Altri progettiModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1