Apri il menu principale

Sean Bridgers

attore statunitense

BiografiaModifica

Bridgers è nato nel 1968 a Chapel Hill, nella Carolina del Nord, da Ben e Sue Ellen Bridgers. Ha frequentato la St. Andrew's-Sewanee School e la Western Carolina University.[1]

Bridgers ha dichiarato che come sceneggiatore è influenzato dal suo autore preferito Mark Twain e dallo sceneggiatore del film Tender Mercies Horton Foote, e che ha sviluppato l'interesse nella recitazione proprio dopo aver visto Robert Duvall in Tender Mercies all'età di 14 anni.[2]

Carriera da attoreModifica

A partire dal 1991, Bridgers ha recitato in una grande varietà di ruoli, sia in film che in serie televisive. Tra le sue interpretazioni principali, quella di Johnny Burns nella serie televisiva Deadwood di HBO, durata dal 2004 al 2006, gli ha valso notorietà e apprezzamento da parte dei critici.

Tra le interpretazioni cinematografiche di Bridgers meglio accolte dalla critica vi sono quelle nei film horror The Woman di Lucky McKee e Jug Face di Chad Crawford Kinkle.[3][4][5][6] Altri film in cui ha recitato sono Nell (1994), Tutta colpa dell'amore (2002) e Room (2015).[7]

Un altro ruolo televisivo di Bridgers che ha ricevuto il consenso della critica è stato quello di Trey Willis nella serie Rectify di SundanceTV, interpretato dal 2013 al 2016. Il critico Nick Hogan, recensendo l'episodio Sown with Salt della terza stagione, ha scritto «Sean Bridgers fa un lavoro magistrale nell'interpretare Trey... Ogni volta che parlava sentivo sempre un po' più male allo stomaco.»[8]

Carriera da sceneggiatore e registaModifica

Nel 1997 Bridgers ha scritto la sceneggiatura del film Paradise Falls, diretto da Nick Searcy.

Insieme al collega Michael Hemschoot, Bridgers ha sviluppato la sceneggiatura del dark western Arkansas Traveler, ambientato negli Stati Uniti meridionali durante la guerra di secessione americana. Il film verrà prodotto dalla Travelin' Productions, società di produzione cinematografica fondata dagli stessi Bridgers e Hemschoot.[9]

Bridgers e Hemschoot stanno inoltre sviluppando, attraverso la loro società Travelin' Productions e in collaborazione con lo studio di animazione Worker Studio, un documentario animato su John H. Ross, pilota decorato della seconda guerra mondiale.[10]

Vita privataModifica

Bridgers ha un figlio, Jackson, che ha recitato in Justified e Deadwood, e una figlia, Kate, che ha recitato nel cortometraggio The Birthday Present da lui diretto.[11]

FilmografiaModifica

AttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

SceneggiatoreModifica

RegistaModifica

  • A Night at the Zoo (2008) - cortometraggio
  • The Birthday Present (2012) - cortometraggio

NoteModifica

  1. ^ (EN) Sean Bridgers: Biography, TV.com. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  2. ^ (EN) John McEntire, Interview with: Arkansas Traveler Filmmakers, The Oxford American. URL consultato il 17 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2012).
  3. ^ (EN) Evan Dickson, Sean Bridgers, Lauren Ashley Carter And Sean Young To Star In Moderncine's 'Jug Face'!, BLOODY DISGUSTING LLC. URL consultato il 16 gennaio 2013.
  4. ^ (EN) Brad McHargue, Jug Face (2013), Dread Central Media, LLC. URL consultato il 28 gennaio 2013.
  5. ^ (EN) Scott Weinberg, FEARnet Movie Review: 'Jug Face', Horror Entertainment, LLC. URL consultato il 26 gennaio 2013.
  6. ^ (EN) Martin Unsworth, Movie Review: JUG FACE, STARBURST MAGAZINE LTD. URL consultato il 25 luglio 2013.
  7. ^ (EN) Philip Martin, Review: Room, Arkansas Online, 18 dicembre 2015. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  8. ^ (EN) Nick Hogan, Rectify Season 3 Episode 3 Review: “Sown With Salt”, TVOvermind. URL consultato il 28 ottobre 2015.
  9. ^ (EN) New film in development: Arkansas Traveler, garret-dillahunt.net. URL consultato il 17 gennaio 2013.
  10. ^ (EN) Mary Reeves, Old tales for new times: WW2 pilot's story to be filmed, Shelbyville Times-Gazette. URL consultato il 17 gennaio 2013.
  11. ^ (EN) Jackson Bridgers, IMDb.com, Inc.. URL consultato il 18 gennaio 2013.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN233434261 · ISNI (EN0000 0003 6791 4272 · LCCN (ENno2012040515 · GND (DE1022010603 · BNF (FRcb165847232 (data) · WorldCat Identities (ENno2012-040515