Apri il menu principale
Sergio Abramo

Sindaco di Catanzaro
In carica
Inizio mandato 21 gennaio 2013
Predecessore Silvana Riccio (commissario straordinario)

Durata mandato 10 maggio 2012 –
23 novembre 2012
Predecessore Giuseppina Di Rosa (commissario straordinario)
Successore Silvana Riccio (commissario straordinario)

Durata mandato 11 maggio 1997 –
18 aprile 2005
Predecessore Antonio Baraccano
Successore Rosario Olivo

Presidente della Provincia di Catanzaro
In carica
Inizio mandato 31 ottobre 2018
Predecessore Enzo Bruno

Dati generali
Partito politico Forza Italia (dal 2013)
In precedenza:
FI (fino al 2009)
PdL (2009-2013)
Titolo di studio Diploma di liceo scientifico
Professione Imprenditore

Sergio Abramo (Catanzaro, 29 marzo 1958) è un politico e imprenditore italiano, sindaco di Catanzaro dal 2013 e presidente della sua provincia dal 2018.

Indice

BiografiaModifica

Ha conseguito la maturità scientifica e ha frequentato corsi di management imprenditoriale presso l'università Bocconi di Milano. Inizia la sua attività lavorativa presso l'azienda di famiglia "le grafiche Abramo s.r.l." dove nel 1986 diviene Presidente e Amministratore delegato, cariche che manterrà fino al 1997. Nel 1988 è eletto presidente dei giovani industriali calabresi, nel 1996 fa parte della giunta nazionale di confindustria. È stato Presidente della Sorical (dal 2010) società a capitale misto pubblico/privato che gestisce l'approvvigionamento e la fornitura dell'acqua ad uso potabile sul territorio della Regione Calabria[1].

Attività politicaModifica

Sindaco di Catanzaro (1997-2005)Modifica

La sua attività politica ha inizio nel 1997, infatti in quest'anno viene eletto sindaco del comune di Catanzaro a capo di uno schieramento di centrodestra, verrà rieletto nel 2001, sempre a capo di uno schieramento di centrodestra, con una maggioranza "bulgara" del 71,4% facendolo risultare il candidato sindaco più votato d'Italia[2]. Tra il 1998 e il 2005 ricoprirà anche la carica di Presidente Anci Calabria e dal 2001 al 2005 è componente del direttivo nazionale di Anci.

Candidatura alla presidenza della Regione CalabriaModifica

Nel 2005 viene scelto dalla Casa delle libertà come candidato a Presidente della giunta regionale Calabrese ma perderà le elezioni del 3 e 4 aprile 2005 nello scontro elettorale con Agazio Loiero candidato de L'Unione che otterrà il 59,0% dei voti contro il 39,7% raccolto da Abramo, entrerà comunque in Consiglio Regionale in quanto candidato Presidente e ricoprirà la carica di Capogruppo del gruppo misto e di componente della commissione consiliare Bilancio e programmazione.

Elezioni amministrative 2012Modifica

Nel 2012 viene scelto dal centrodestra come prossimo candidato alla carica di Sindaco di Catanzaro dopo le dimissioni di Michele Traversa eletto Sindaco un anno prima che ha optato per la carica di deputato.

Durante la conta dei voti, il 7 maggio, quando Sergio Abramo era in testa con una percentuale del 49.96% contro il 43.4% del candidato del centrosistra Salvatore Scalzo, è stata disposta la chiusura dello scrutinio alle Sezioni 84,85,86, per l'invio alla Commissione Elettorale Circondariale per il riavvio in presenza di un Magistrato[3]. Alla sera la riconta del seggio 84 ha prodotto un risultato fedele a quello che si era avuto durante la normale procedura[4]. Nella tarda mattinata del 9 maggio, anche la conta della sezione 86 ha prodotto il medesimo risultato del primo spoglio.[5] Il 10 maggio è emerso, a seguito del riconteggio delle schede della sezione n.85, il superamento del quorum per 130 voti, da parte di Sergio Abramo che si colloca al 50.23%[6] e viene proclamato Sindaco di Catanzaro.[7]

Indagini della Procura di CatanzaroModifica

Successivamente alla proclamazione del sindaco, la procura della Repubblica ordina il sequestro delle schede elettorali di tutti i 90 seggi. Il sequestro avrebbe lo scopo di riscontrare l'ipotesi di reato di corruzione elettorale.[8][9] Sergio Abramo con una propria nota ha espresso la propria soddisfazione circa il sequestro delle schede, ritenendo importante fare luce su eventuali responsabilità di natura penale ascrivibili e singoli individui.[10]

Annullamento del voto da parte del TAR e commissariamentoModifica

Il 22 novembre 2012 il Tar Calabria ha annullato i verbali di proclamazione del Sindaco e del Consiglio Comunale di Catanzaro eletti dopo il voto amministrativo del maggio 2012 e contestualmente ha disposto il ritorno alle urne in 8 sezioni elettorali; la decisione dei giudici amministrativi giunge dopo i ricorsi presentati dal candidato Sindaco del centrosinistra Salvatore Scalzo e da parte del centrosinistra[11].

Il 23 novembre 2012 dopo la notifica del provvedimento assunto dal Tar Calabria, il Prefetto di Catanzaro ha nominato il Commissario prefettizio alla guida del Comune di Catanzaro sostituendo Abramo in attesa di indire nuove elezioni.

Elezioni amministrative parziali 2013Modifica

Il 20 e 21 gennaio 2013 si sono ripetute le operazioni elettorali in 8 sezioni del comune di Catanzaro a seguito della sentenza del TAR della Calabria che ha annullato le elezioni del maggio 2012 in 8 sezioni, quindi è avvenuto un nuovo confronto tra i candidati a sindaco Sergio Abramo (centrodestra) e Salvatore Scalzo (centrosinistra); al termine delle operazioni di scrutinio Sergio Abramo è risultato vincente al primo turno con il 50,6% dei voti confermandosi quindi Sindaco di Catanzaro[12].

Presidente del Consiglio delle autonomie localiModifica

Il 4 febbraio 2013 Abramo viene eletto Presidente del Consiglio delle autonomie locali della Regione Calabria; la sua elezione è avvenuta da parte delle rappresentanze delle amministrazioni locali calabresi[13].

Elezioni amministrative 2017Modifica

Nel 2017 si è ripresentato per le elezioni amministrative e viene rieletto sindaco al secondo turno con il 64,39% dei voti, battendo il candidato di centro-sinistra Vincenzo Ciconte.

Elezioni provinciali 2018Modifica

Il 31 ottobre 2018 viene eletto alla carica di Presidente della Provincia di Catanzaro con 46.885 voti contro i 46.438 dello sfidante, il sindaco della città di Soverato, Ernesto Alecci.

NoteModifica

  1. ^ Calabria: Abramo nuovo presidente Sorical - larivieraonline.com[collegamento interrotto]
  2. ^ Catanzaro e Cagliari al centrodestra. All'Ulivo Ancona e Reggio Calabria, su corriere.it. URL consultato il 19 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  3. ^ Sezione 84, riconteggio avvenuto - Catanzaroinforma.it, su catanzaroinforma.it.
  4. ^ Elezioni, si ricontano le schede della 84, 85 e 86 - Catanzaroinforma.it, su catanzaroinforma.it.
  5. ^ Elezioni, concluso il riconteggio della 86 - Catanzaroinforma.it, su catanzaroinforma.it.
  6. ^ Concluso scrutinio sezione 85, Abramo oltre il 50 per cento - Catanzaroinforma.it, su catanzaroinforma.it.
  7. ^ Concluso scrutinio sezione 85 Abramo sindaco per 130 voti - Catanzaroinforma.it, su catanzaroinforma.it.
  8. ^ Comunali a Catanzaro, la procura sequestra tutte le schede, su Corriere.it. URL consultato il 19 dicembre 2014.
  9. ^ Catanzaro, "voto di scambio" sequestrate le schede elettorali, su Repubblica.it. URL consultato il 19 dicembre 2014.
  10. ^ Sequestro schede, Abramo soddisfatto per la decisione della Procura - Catanzaroinforma.it, su catanzaroinforma.it.
  11. ^ Il Tar: voto nullo si torna alle urne in 8 sezioni A Catanzaro decadono sindaco, giunta e consiglio, su Il Quotidiano della Calabria. URL consultato il 19 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2014).
  12. ^ Catanzaro: Sergio Abramo sindaco al primo turno Archiviato l'8 febbraio 2013 in Internet Archive.
  13. ^ Alla fine il Consiglio delle autonomie si mette in moto È caccia al numero legale, poi si elegge Abramo, su Il Quotidiano della Calabria. URL consultato il 19 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2014).

Voci correlateModifica