Silvana Lazzarino

ex tennista italiana
Silvana Lazzarino
Silvana Lazzarino.jpg
Nazionalità Italia Italia
Tennis Tennis pictogram.svg
Ritirata 1970
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros SF (1954)
Regno Unito Wimbledon 3T (1954)
Stati Uniti US Open
Doppio1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros SF (1953), (1957) e (1964)
Regno Unito Wimbledon QF (1954 e 1960)
Stati Uniti US Open
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros 3T (1954)
Regno Unito Wimbledon 2T (1954, 1958, 1963 e 1965)
Stati Uniti US Open
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al maggio 2010

Silvana Lazzarino (Roma, 19 maggio 1933) è un'ex tennista italiana. È stata una delle più grandi giocatrici italiane del secondo dopoguerra. Fu semifinalista agli Internazionali di Francia 1954 e due volte semifinalista agli Internazionali d'Italia (1954 e 1957). Al Foro Italico si è classificata altre quattro volte nelle prime otto, nel singolare ed è giunta cinque volte in finale nel doppio, in coppia con Lea Pericoli. È stata undici volte campionessa d'Italia (7 volte nel singolare, due nel doppio con Lea Pericoli e due nel doppio misto con Giorgio Fachini e Orlando Sirola). Lazzarino ha giocato otto incontri in Fed Cup dal 1963, vincendone 5, di cui 1 (perso) in singolare e 7 in doppio con due sole sconfitte.

BiografiaModifica

Silvana Lazzarino nasce a Roma e si avvicina allo sport nella Società Ginnastica Roma, di Via del Muro Torto, dove il padre è istruttore. Inizia a giocare a tennis tirando contro le Mura aureliane; si iscrive poi al Tennis Club Parioli[1].

CarrieraModifica

Già rivelatasi nell'attività giovanile nei campionati di terza categoria del 1947, vince i campionati di seconda nel 1951 e quattro titoli assoluti juniores consecutivi dal 1948 al 1951. Nel 1951 è finalista al torneo juniores di Wimbledon[2]. Nel 1952 è campionessa d'Italia assoluta nel singolare e nel misto, con Giorgio Fachini.

L'anno dopo raggiunge i quarti di finale agli Internazionali d'Italia. A Parigi, agli Internazionali di Francia è testa di serie n. 14 e si conferma tra le prime sedici, raggiungendo gli ottavi di finale[3]. Nel doppio, in coppia con Nicla Migliori, è testa di serie n. 4 e raggiunge le semifinali. Nel misto, con Marcello Del Bello si ferma al secondo turno. A fine anno, è campionessa d'Italia nel singolare.

Il 1954 è, forse, il suo anno migliore. A soli ventuno anni, vince il Torneo di Monte Carlo, battendo la francese Jacqueline Kermina. Raggiunge le semifinali nel singolare agli Internazionali d'Italia ed è ammessa come testa di serie n. 4 agli Internazionali di Francia. È semifinalista anche a Parigi arrendendosi soltanto alla fuoriclasse americana Maureen Connolly, imbattuta da sette tornei slam e prima donna a conquistare il Grande Slam, l'anno precedente. La Connolly vincerà anche quel torneo[4]. Con questa impresa Lazzarino è una delle poche tenniste italiane ad aver raggiunto una semifinale in un torneo del Grande Slam, dopo Maud Rosenbaum (U.S. National Championships 1930) e Annalisa Bossi (Internazionali di Francia 1949)[5]. Francesca Schiavone, nel 2010, riuscì a eguagliare e poi migliorare tale impresa solo dopo cinquantasei anni, vincendo il torneo di Parigi[6]; Flavia Pennetta e Roberta Vinci ripeteranno l'impresa agli US Open 2014. Nello stesso 1954, nel doppio, Lazzarino si ferma al primo turno, in coppia con Nicla Migliori. Nel misto, con Mario Belardinelli, al terzo. Il doppio Lazzarino-Migliori si rifà sull'erba di Wimbledon, entrando tra le prime otto[7].

Lazzarino è campionessa d'Italia, nel singolare, sia nel 1954 che nel 1956. Nel 1957 raggiunge nuovamente le semifinali agli Internazionali d'Italia. È testa di serie n. 7 agli Internazionali di Francia ma si ferma al secondo turno[8]; nel doppio, raggiunge la semifinale con Annelies Ullstein Bellani. Si conferma campionessa d'Italia nel singolare.

L'anno dopo entra tra le prime otto agli Internazionali d'Italia. È testa di serie n. 11 agli Internazionali di Francia e si ferma al secondo turno[9]. A Parigi, debutta il doppio Pericoli-Lazzarino che raggiunge i quarti di finale.

Nel 1959, Lazzarino raggiunge i quarti di finale agli Internazionali d'Italia. È testa di serie n. 14 agli Internazionali di Francia e perde dalla brasiliana Maria Bueno, dopo essere entrata tra le prime sedici[10]. Nel doppio, raggiunge il terzo turno con Lucia Bassi. È campionessa d'Italia nel singolare e nel misto, con Orlando Sirola.

Nel 1960, raggiunge ancora una volta i quarti di finale agli Internazionali d'Italia, risultando tra le prime otto, in questo torneo, per la sesta volta in sette anni. È testa di serie n. 11, agli Internazionali di Francia e si conferma tra le prime sedici giocatrici del mondo, sulla terra battuta, raggiungendo gli ottavi di finale, quando, in vantaggio 5-4 al terzo set, si ritira contro Doris Hart, che poi vince il torneo[11]. Nel doppio, raggiunge i quarti di finale con Lucia Bassi. Al torneo di Wimbledon, raggiunge i quarti di finale nel doppio femminile, in coppia con Lea Pericoli[7], che diviene la sua partner abituale. È campionessa d'Italia nel singolare e, con Lea Pericoli, anche di doppio.

Lazzarino non gioca a Roma, nel 1961. A Parigi perde al terzo turno contro Ann Haydon-Jones che poi vince il torneo[12]. Raggiunge il terzo turno anche nel doppio, in coppia con Lucia Bassi. A Wimbledon, raggiunge il terzo turno nel doppio, in coppia con Lea Pericoli[7].

L'anno dopo, partecipa agli Internazionali d'Italia e raggiunge la sua prima finale nel doppio, con Lea Pericoli; le due italiane sono sconfitte da Maria Bueno e Darlene Hard. A Parigi, la Lazzarino si ferma ai sedicesimi di finale[13]; nel doppio, con la Pericoli (sono testa di serie n. 4), raggiunge i quarti di finale. A Wimbledon, si ferma al terzo turno, nel doppio, sempre con la Pericoli[7]. In ottobre si laurea campionessa italiana, agli “assoluti”, nel doppio (sesto titolo), con la Pericoli.

Agli Internazionali d'Italia del 1963, Silvana Lazzarino disputa un'altra finale nel doppio femminile, in coppia con Lea Pericoli (nuova sconfitta contro Margaret Smith Court e Robyn Ebbern). A Parigi, nel singolare, è testa di serie n. 16 agli Internazionali di Francia e raggiunge il secondo turno, sempre in coppia con Lea Pericoli[14].

Nel marzo del 1964, il doppio Pericoli-Lazzarino vince il Torneo di Monte Carlo e poi disputa ancora una sfortunata finale, agli Internazionali d'Italia, contro due fuoriclasse come Margaret Court e Lesley Turner. Al Roland Garros, si ferma ai sedicesimi di finale, ancora contro Margaret Court che poi vince il torneo. Il doppio Pericoli-Lazzarino cede soltanto in semifinale, ma anche in questo caso contro le future vincitrici Margaret Court e Lesley Turner.

Nuova vittoria al Torneo di Monte Carlo del 1965, invece, per il doppio Pericoli-Lazzarino e quarta finale persa consecutiva, agli Internazionali d'Italia, da parte delle sudafricane Schacht-Van Zyl ma, stavolta, soltanto 12-10 al terzo set. A Wimbledon, nel doppio, Pericoli-Lazzarino sono eliminate al secondo turno[7].

Nell'aprile del 1966, il doppio Pericoli-Lazzarino vince per la terza volta consecutiva il Torneo di Monte Carlo. A Wimbledon, sono sconfitte al primo turno[7]. Si rifanno vincendo i Campionati assoluti.

A Monte Carlo, nel 1967, dopo tre finali vinte consecutivamente, il doppio Pericoli-Lazzarino è sconfitto in finale. Stesso risultato agli Internazionali d'Italia, dove raggiunge la finale per la quinta volta. Successivamente, Silvana Lazzarino dirada l'attività agonistica, che lascia definitivamente a trentasette anni, nel 1970, dopo un'altra sfortunata finale nel doppio al Torneo di Montecarlo.

Caratteristiche tecnicheModifica

In una intervista alla Gazzetta dello Sport, Lazzarino si definisce "una scugnizza" in un tennis dove ancora prevalevano le doti naturali e il puro talento; mentre l'intervistatore la ha definita "tutto pepe e dal gioco aggressivo"[15]. Nel doppio, le sue doti atletiche a la velocità negli spostamenti erano assolutamente complementari alla capacità di giocare sotto rete di Lea Pericoli[16].

CuriositàModifica

  • Per la sua struttura minuta e la velocità negli spostamenti Silvana Lazzarino, nei paesi anglosassoni, fu soprannominata Minnie, dal nome del personaggio dei fumetti di Walt Disney[16].
  • Silvana Lazzarino aveva il terrore degli spostamenti in aereo; per questo effettuava tutte le trasferte in treno e, spesso, in vagone letto[16].
  • Negli anni cinquanta, ha avuto un chiacchieratissimo flirt con il calciatore svedese Hasse Jeppson, che era stato acquistato dal Napoli per la cifra record di 105 milioni di lire[15].
  • Anche Silvana Lazzarino, come la sua compagna di doppio Lea Pericoli, fu una delle modelle dello stilista inglese Ted Tinling; questi, al primo turno del Roland Garros del 1961 le fece indossare uno dei primi vestiti di carta[17]. Un altro completo disegnato da Tinling lo indossò a Wimbledon del 1963, giocando in doppio con la Pericoli[18].

StatisticheModifica

SingolareModifica

Vittorie (15)Modifica

No. Anno Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1953   Sanremo Tennis Cup, Sanremo Terra battuta   Joan Curry 6-3, 6-2
2. 1953   Torneo di Rapallo, Rapallo Terra battuta   Fenny ten Bosch Titolo condiviso
3. 1953   Internazionali di Germania al coperto, Colonia Indoor   Totta Zehden ?
4. 1953   Torneo internazionale di Istanbul, Istanbul ?   Elizabeth Broz 2-6, 6-3, 6-4
5. 1954   Sanremo Tennis Cup, Sanremo (2) Terra battuta   Totta Zehden 6-4, 6-1
6. 1954   Torneo di Monte Carlo, Monte Carlo Terra battuta   Jacqueline Kermina 3-6, 6-2, 6-4
7. 1954   Torneo di São Paulo, San Paolo del Brasile Terra battuta   Maria Bueno 7-5, 6-1
8. 1954   Campionato Sudamericano, Buenos Aires Terra battuta   Edda Buding 8-6, 6-2
9. 1955   Internazionali di Alessandria d'Egitto, Alessandria d'Egitto Terra battuta   Angela Mortimer Walkover
10. 1955   Campionati Internazionali di Sicilia, Messina Terra battuta   Lea Pericoli 6-2, 6-4
11. 1959   Torneo Godó, Barcellona Terra battuta   Karol Fageros 4-6, 6-4, 6-4
12. 1961   Internazionali del Marocco, Casablanca Terra battuta   Helga Schultze 6-2, 6-2
13. 1962   Internazionali di Norvegia, Oslo ?   Roberta Beltrame 6-4, 3-6 6-3
14. 1962   Internazionali di Saltsjöbaden, Saltsjöbaden ?   Gudrun Rosin 6-2, 6-3
15. 1963   Sanremo Tennis Cup, Sanremo (3) Terra battuta   Almut Sturm 6-2, 6-1

Finali perse (8)Modifica

No. Anno Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1955   Internazionali d’Egitto, Il Cairo Terra Battuta   Angela Mortimer 6-0, 6-0
2. 1956   Internazionali di Germania, Amburgo Terra battuta   Thelma Coyne Long 7-5, 6-2
3. 1956   Torneo di Ortisei, Ortisei Terra battuta   Thelma Coyne Long 6-0, 6-2
4. 1957   Internazionali di Cecoslovacchia, Praga ?   Věra Suková 6-1, 6-3
5. 1960   Torneo Internazionale di Reggio Calabria, Reggio Calabria Terra battuta   Yola Ramírez 6-2, 6-1
6. 1960   Internazionali di Svezia, Båstad Terra battuta   Lea Pericoli 6-3, 6-4
7. 1961   Torneo Internazionale di Mosca, Mosca ?   Irena Ryazanova 6-8, 6-2, 6-0
8. 1962   Internazionali del Marocco, Casablanca Terra battuta   Lea Pericoli 10-8, 3-6, 6-1

DoppioModifica

Vittorie (10)Modifica

No. Anno Torneo Superficie Compagna Avversari in finale Punteggio
1. 1954   Campionato Sudamericano, Buenos Aires Terra battuta   D. de Cristiani   Edda Buding
  Ilse Buding
6-3, 3-6, 6-1
2. 1960   Internazionali di Svezia, Båstad Terra battuta   Lea Pericoli   Maria Ayala
  K. Hormsa
6-3, 6-4
3. 1961   Internazionali del Marocco, Casablanca Terra battuta   Elizabeth Starkie   Paule Courteix
  Lucia Morales
8-6, 6-2
4. 1962   Internazionali di Norvegia, Oslo ?   Roberta Beltrame   … Nielson
  Gudrun Rosin
4-6, 6-2, 6-4
5. 1962   Internazionali di Saltsjöbaden, Saltsjöbaden ?   … Rise   Roberta Beltrame
  Gudrun Rosin
6-2, 6-3
6. 1962   Internazionali del Marocco, Casablanca Terra battuta   Lea Pericoli   Deirdre Catt
  Věra Suková
10-8, 6-3
7. 1964   Torneo di Monte Carlo, Monte Carlo Terra battuta   Lea Pericoli   Heide Schildknecht
  Helga Schultze
4-6, 6-2, 6-0
8. 1965   Torneo di Monte Carlo, Monte Carlo (2) Terra battuta   Lea Pericoli   Gail Sherriff Chanfreau
  Judy Tegart Dalton
6-2, 6-4
9. 1965   Torneo Internazionale di Lugano, Lugano Terra battuta   Lea Pericoli   Françoise Dürr
  Jeanine Lieffrig
6-1, 6-1
10. 1966   Torneo di Monte Carlo, Monte Carlo (3) Terra battuta   Lea Pericoli   Lucia Bassi
  Maria Teresa Riedl
7-5, 6-3

Finali perse (11)Modifica

No. Anno Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 1952   Campionati Internazionali di Sicilia, Palermo Terra battuta   Josefa De Riba   Joan Curry
  Rita Anderson Jarvis
6-4, 6-3
2. 1953   Torneo di Rapallo, Rapallo Terra battuta   … Veronesi   Lea Pericoli
  Lucia Bassi
5-7, 6-2, 7-5
3. 1953   Torneo di Monte Carlo, Monte Carlo Terra battuta   Shirley Bloomer   Joan Curry
  Patricia Ward
6-1, 6-2
4. 1955   Internazionali di Alessandria d'Egitto, Alessandria d'Egitto Terra battuta   Moon Eman   Angela Mortimer
  Andrée Eid
5-7, 6-1, 6-2
5. 1958   Campionati Internazionali di Sicilia, Palermo (2) Terra battuta   Nicla Migliori   Renee Schuurman
  Sandra Reynolds Price
6-3, 5-7, 7-5
6. 1962   Internazionali d'Italia, Roma Terra battuta   Lea Pericoli   Maria Bueno
  Darlene Hard
6-4, 6-4
7. 1963   Internazionali d'Italia, Roma (2) Terra battuta   Lea Pericoli   Robyn Ebbern
  Margaret Smith Court
6-2, 6-3
8. 1964   Internazionali d'Italia, Roma (3) Terra battuta   Lea Pericoli   Margaret Smith Court
  Lesley Turner
6-1, 6-2
9. 1965   Internazionali d'Italia, Roma (4) Terra battuta   Lea Pericoli   Madonna Schacht
  Annette Van Zyl
2-6, 6-2, 12-10
10. 1967   Internazionali d'Italia, Roma (5) Terra battuta   Lea Pericoli   Lesley Turner
  Rosie Casals
7-5, 7-5
11. 1970   Torneo di Monte Carlo, Monte Carlo (2) Terra battuta   Lea Pericoli   Gail Sherriff Chanfreau
  Lexie Crooke
6-4, 6-3

Doppio mistoModifica

Finali perse (3)Modifica

No. Anno Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 1954   Campionato Sudamericano, Buenos Aires Terra battuta   Nicola Pietrangeli   Edda Buding
  Hugh Stewart
6-2, 6-3
2. 1955   Internazionali d’Egitto, Il Cairo Terra Battuta   Fausto Gardini   Angela Mortimer
  Hugh Stewart
6-2, 6-3
3. 1955   Internazionali di Alessandria d'Egitto, Alessandria d'Egitto Terra battuta   Fausto Gardini   Angela Mortimer
  Hugh Stewart
6-3, 6-0

NoteModifica

  1. ^ Intervista a Silvana Lazzarino, su federtennis.it. URL consultato il 5 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2018).
  2. ^ Tennisbest, su tennisbest.com. URL consultato il 5 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2015).
  3. ^ Tabellone Roland Garros 1953-Singolare femminile
  4. ^ Tabellone Roland Garros 1954-Singolare femminile
  5. ^ Entrambe coloro che la hanno preceduta, sono cresciute e formatesi all'estero e poi naturalizzate italiane con il matrimonio.
  6. ^ Francesca Schiavone è diventata la quarta italiana ad arrivare così in fondo nel tabellone di un grande torneo
  7. ^ a b c d e f Scheda di Silvana Lazzarino a Wimbledon
  8. ^ Tabellone Roland Garros 1955-Singolare femminile
  9. ^ Tabellone Roland Garros 1958-Singolare femminile
  10. ^ Tabellone Roland Garros 1959-Singolare femminile
  11. ^ Tabellone Roland Garros 1960-Singolare femminile
  12. ^ Tabellone Roland Garros 1961-Singolare femminile
  13. ^ Tabellone Roland Garros 1962-Singolare femminile
  14. ^ Tabellone Roland Garros 1963-Singolare femminile
  15. ^ a b Gazzetta dello Sport, 12 maggio 1998
  16. ^ a b c Silvana Lazzarino, una Minnie d'altri tempi, su federtennis.it. URL consultato il 5 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2018).
  17. ^ Da: www.tennisforum.it
  18. ^ Foto Pericoli-Lazzarino

Collegamenti esterniModifica