Apri il menu principale

Società Navigazione del Lago di Lugano

Società Navigazione del Lago di Lugano SA
Logo
StatoSvizzera Svizzera
Fondazione1881
Sede principaleViale Castagnola 12, Lugano
Sito web

La Società Navigazione del Lago di Lugano (SNL) è una compagnia di navigazione svizzera, che gestisce i servizi di navigazione sul lago di Lugano.

StoriaModifica

Il 10 dicembre 1855 si costituì la Società di Navigazione a Vapore sul Ceresio[1], che l'anno successivo effettuò il primo viaggio con il battello Ceresio tra Lugano e Caslano[2]. Nel febbraio 1881 la società cedette il proprio materiale alla Nuova Società dei Vapori sul Lago di Lugano, rappresentata dalla Banca della Svizzera Italiana[3].

La nuova società, presieduta da Pasquale Lucchini, puntò sui collegamenti ferroviari con l'Italia, tanto da prendere nel dicembre 1881 la denominazione di Società Navigazione e Ferrovie pel lago di Lugano (SNF) e di intraprendere la costruzione delle ferrovie Menaggio-Porlezza e Luino-Ponte Tresa, aperte tra il 1884 e il 1885[3]. Seguendo lo sviluppo del turismo sul Ceresio, la SNF immise in servizio tra il 1889 e il 1910 sette piroscafi e vennero organizzate corse speciali in occasione di fiere e feste[4].

 
Il cantiere della SNL a Cassarate

La Prima guerra mondiale e il conseguente crollo del turismo colpì pesantemente la SNF, i cui passeggeri crollarono dai 959.975 del 1913 ai 68.163 del 1918: la società, per tentare di risanare i propri conti, vendette le due ferrovie, ma ciò non fu sufficiente ed entrò in concordato con perdite per i creditori pari al 57%[4]. Con gli anni Venti la società (che nel 1919 aveva preso la denominazione Società Navigazione del Lago di Lugano) poté riprendersi grazie ad aiuti della Banca della Svizzera Italiana e del governo federale e cantonale[5]; si puntò inoltre sull'ammodernamento della flotta, introducendo motonavi e radiando progressivamente i vecchi battelli a vapore[6]; nel 1934, inoltre, la SNL assunse la gestione dell'autolinea Lugano-Campione d'Italia[7].

Dopo la Seconda guerra mondiale la SNL riprese il suo programma di sviluppo, e nel 1952 il canton Ticino divenne azionista della società con una quota del 25% del capitale[8]. Il 1º ottobre 1961 l'ultimo piroscafo in servizio per la SNL, l'Italia, effettuò la sua ultima corsa[9].

Con la dichiarazione di non balneabilità del Ceresio (1971) lo sviluppo del turismo, sino ad allora continuo (nel 1970 la SNL aveva registrato il recordi di passeggeri trasportati, 1.175.000), subì un brusco calo[9] da cui si riprese a partire dal 1984 con la rimozione del divieto[7].

Il 13 marzo 2018 la SNL ha costituito con la Gestione governativa navigazione laghi un consorzio direzionale (detto "Consorzio dei Laghi") per l'esercizio della navigazione sul bacino svizzero del Lago Maggiore[10].

ServiziModifica

La SNL esercisce nei mesi da aprile ad ottobre le linee di navigazione[11]:

 
La motonave "Italia" a Paradiso

Nei mesi da novembre a marzo è attiva la linea Lugano-Paradiso-Gandria.

La SNL gestisce inoltre le autolinee Lugano-Campione d'Italia e Lugano-Gandria.

Dal gennaio 2018 è attivo un collegamento lacuale tra Porto Ceresio e Morcote[12].

NoteModifica

  1. ^ Bassi Caglio, op. cit., p. 3
  2. ^ Bassi Caglio, op. cit., p. 4
  3. ^ a b Bassi Caglio, op. cit., p. 5
  4. ^ a b Bassi Caglio, op. cit., p. 7
  5. ^ Bassi Caglio, op. cit., p. 12
  6. ^ Bassi Caglio, op. cit., p. 13
  7. ^ a b Bassi Caglio, op. cit., p. 21
  8. ^ Bassi Caglio, op. cit., p. 14
  9. ^ a b Bassi Caglio, op. cit., p. 19
  10. ^ Navigazione sui Laghi Maggiore e di Lugano: firmato l’atto costitutivo per il nuovo Consorzio dei Laghi, Cancelleria federale. URL consultato il 28 luglio 2018.
  11. ^ Navigazione - Le Linee attive sul Lago di Lugano, https://www.lugano.ch. URL consultato il 4 marzo 2018.
  12. ^ Nuovo servizio integrato dal 2 gennaio 2018 (PDF), https://www.lakelugano.ch. URL consultato il 19 ottobre 2018.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN241863034 · WorldCat Identities (EN241863034