Stazione di Firenze Campo di Marte

stazione ferroviaria italiana

La stazione di Firenze Campo di Marte è una stazione ferroviaria fiorentina posta nell'omonimo quartiere. La stazione è posta lungo tutti gli itinerari che collegano il nodo fiorentino con Roma e pertanto vi transitano tutti i treni che collegano Firenze con il centro e il sud d'Italia. Ha due accessi, a sud si affaccia su via Mannelli e a nord su via del Campo d'Arrigo.

Firenze Campo di Marte
stazione ferroviaria
Vista dal primo binario
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
LocalitàFirenze, Via Mannelli
Coordinate43°46′38.97″N 11°16′35.02″E / 43.777492°N 11.276394°E43.777492; 11.276394
Altitudine53 m s.l.m.
LineeFirenze-Roma (LL)
Firenze-Roma (DD)
Firenze-Faenza
Storia
Stato attualein uso
Attivazione1896
Caratteristiche
Tipostazione passante in superficie
Binari9
GestoriRete Ferroviaria Italiana
Interscambiautobus urbani ed extraurbani
DintorniStadio Artemio Franchi, Stadio Luigi Ridolfi, Piscina comunale Paolo Costoli, Nelson Mandela Forum, Piazza d'Azeglio
Statistiche viaggiatori
al giorno7 885 (2018)[1]
Fonte[2]
 
Mappa di localizzazione: Firenze
Firenze Campo di Marte
Firenze Campo di Marte

Storia modifica

In questa zona di Firenze esistevano i binari della tranvia del Chianti, che correvano lungo l'attuale via Scipione Ammirato e terminavano alla scomparsa stazione di Porta alla Croce, all'imbocco del viale Giuseppe Mazzini. Verso il 1896 la tranvia venne smantellata e più o meno contemporaneamente si creò il nuovo tracciato della linea Firenze-Roma attraverso Arezzo, con la realizzazione di una stazione ex-novo.

La nuova stazione di Campo di Marte, in stile eclettico, fu inaugurata appunto nel 1896, ma nel 1908 fu distrutta da un incendio.[3] Una nuova stazione fu ricostruita poco dopo e poi ammodernata a più riprese.

Durante la Seconda guerra mondiale, la stazione fu un obiettivo strategico degli attacchi militari dato che era usato dai convogli dell'esercito nazista. Il 25 settembre 1943 fu pesantemente bombardata da 36 aerei inglesi causando 251 vittime civili e pesanti devastazioni nelle zone adiacenti la ferrovia. La stazione fu colpita il successivo 11 marzo e il 1º maggio 1944.[4]

Con l'inizio dei primi servizi ferroviari ad alta velocità, durante gli anni Novanta, si ipotizzò di promuovere la stazione di Firenze di Campo di Marte a scalo cittadino dedicato ai treni veloci,[5] ma il progetto fu abbandonato[6] a favore di un passante ferroviario sotto la città.[5] Il tunnel, una volta realizzato,[7] libererà i convogli a media e lunga percorrenza[5] che oggi interferiscono con i treni regionali creando ritardi e lunghi tempi di percorrenza.[5]

Caratteristiche modifica

La stazione è dotata di nove binari, collegati da un sottopassaggio (dotato di ascensori). È presente anche un ponte sopraelevato (completamente ristrutturato dal novembre 2009),[8] raggiungibile da ogni banchina tranne quella dei binari 6 e 7,[9] che scavalca la stazione, collegando via Mannelli a viale Malta, le due strade a essa parallele. È così possibile raggiungere facilmente la zona dello stadio, aspetto importante durante le partite di calcio che attirano grandi masse di tifosi che utilizzano il treno. Tutte le banchine sono coperte da lunghe pensiline, interrotte al centro dal passaggio del ponte, ad eccezione della banchina dei binari 8-9, che è coperta da una pensilina più corta.

A dicembre 2009 sono finiti i lavori di adeguamento agli standard del servizio ferroviario metropolitano dei marciapiedi dei binari quattro/cinque e due/tre (dedicati al servizio Alta Velocità). Con questi lavori, i marciapiedi hanno raggiunto un'altezza di 55 centimetri e permettono una più agevole entrata ed uscita dai treni. Inoltre è stata installata una nuova illuminazione a led e sono stati rinnovati i bagni.[8]

Strutture e impianti modifica

La stazione è dotata di biglietteria, sala d'aspetto interna, bar, edicola, servizi igienici, interscambi con autobus urbani ed extraurbani.

A Campo di Marte ha sede il dirigente centrale operativo (DCO)[10] che controlla il traffico ferroviario sulla linea lenta Firenze-Orte nonché sulla linea Direttissima Firenze-Settebagni.

Scalo merci modifica

Oltre al servizio viaggiatori, la stazione è stata interessata da un importante flusso di treni merci, in binari esclusi dal servizio viaggiatori, ai quali si accede da via Campo d'Arrigo. Pertanto sono presenti binari dedicati al transito e alla sosta di treni merci oltre ad un fabbricato merci e una rimessa locomotive, entrambi dismessi e l'area da loro occupati oggetto di riqualificazione per permettere il transito e la sosta dei treni ad alta velocità. Infatti, in virtù dei lavori del passante ferroviario di Firenze, l’attuale scalo merci è destinato alla formazione dei treni per il trasporto delle terre di scavo delle gallerie[11] fino al terminal di Bricchette.

Movimento modifica

 
EN 314 Luna in sosta a Firenze Campo di Marte (2009)

La stazione è servita dai regionali svolti da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Toscana e inserito nel progetto Memorario. Detti servizi sviluppano un traffico passeggeri giornaliero pari a 6212 unità[2] e riguardano tutte le direttrici che ivi vi transitano, ovvero la diramazione della ferrovia Faentina via Vaglia (di cui funge da capolinea) nonché tutto il traffico locale da/per Firenze Santa Maria Novella, Firenze Rifredi, Pontassieve/Borgo San Lorenzo e Arezzo. Tra questi anche tutti i treni regionali veloci diretti a Roma e a Perugia/Foligno effettuano fermata nella stazione di Campo di Marte.

Fanno servizio nella stazione, infine, numerosi collegamenti a lunga percorrenza svolti dalla stessa Trenitalia, tra cui alcuni convogli Intercity sia diurni che notturni, oltre ad alcune relazioni ad alta velocità. Storicamente è stata fermata dei treni internazionali notturni, tra cui le relazioni Euronight.

Treni ad alta velocità modifica

 
Veduta notturna della stazione

A partire dal 13 dicembre 2009 la stazione di Campo di Marte nei piani del Gruppo FS avrebbe dovuto assumere,[12] al posto della stazione di Santa Maria Novella con funzione passante, il ruolo di fermata nella città di Firenze per i treni ad alta velocità Frecciarossa della relazione linea Torino-Roma, sia provenienti da sud che da nord, e per i treni Frecciargento provenienti da Roma con destinazioni Verona, Brescia e Bolzano. La stazione di Santa Maria Novella, infatti, è una stazione di testa, ed impone ai treni che vi giungono le complesse operazioni di regresso, aumentando così i tempi di percorrenza complessiva. La stazione di Campo di Marte, invece, è una stazione passante dove i treni, una volta imbarcati i passeggeri, possono proseguire senza dover invertire il senso di marcia.

Tuttavia, dopo un primo periodo d'esercizio,[12] da dicembre 2010 tutti i treni Frecciarossa della relazione tra Torino e la Capitale che fermavano a Campo di Marte furono spostati a Santa Maria Novella,[13] mentre rimasero attestate le altre relazioni. A fine 2018 i viaggiatori sui treni ad alta velocità che facevano sosta nella stazione erano pari a 1673 nei giorni feriali.[2]

Nel 2019 Trenitalia ha deciso di portare alla stazione di Santa Maria Novella anche i treni Frecciargento Roma-Verona/Vicenza/Bolzano e viceversa che fino ad allora avevano continuato a fermare a Campo di Marte, suscitando alcune proteste.[14] Da allora gli unici treni ad alta velocità che servono la stazione sono solo i Frecciargento Genova-Roma e viceversa.[15]

Servizi modifica

La stazione dispone di:

  •   Biglietteria self-service 24/24h
  •   Accessibilità per portatori di handicap
  •   Bar
  •   Sottopassaggio
  •   Ascensori
  •   Servizi igienici
  •   Stazione video sorvegliata
  •   Sala di attesa
  •   Edicola
  •  Bancomat
  •   Posto di Polizia Ferroviaria
  •   Distributori automatici di snack e bevande
  •   Telefoni pubblici
  •   Parcheggio bici

Interscambi modifica

Note modifica

  1. ^ Il numero rappresenta la somma dei 6212 passeggeri del servizio regionale e i 1673 dei servizi ad alta velocità.
  2. ^ a b c Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PDF), su cittametropolitana.fi.it, Città Metropolitana di Firenze.
  3. ^ Stazione di Campo di Marte ieri com'è era?, su conoscifirenze.it, Comune di Firenze, 30 agosto 2020. URL consultato il 9 luglio 2023.
  4. ^ 79° anniversario del bombardamento del Campo di Marte, su comune.fi.it, Comune di Firenze, 22 settembre 2022. URL consultato il 9 luglio 2023.
  5. ^ a b c d ALTA VELOCITÀ/ALTA CAPACITÀ FERROVIARIA: il Nodo ferroviario di Firenze (PDF), Regione Toscana, novembre 2012, p. 61-72 (archiviato il 6 maggio 2015).
  6. ^ Il grande buco di Firenze, su ilpost.it, 27 novembre 2016. URL consultato il 9 luglio 2023.
  7. ^ RFI aggiudica una gara da oltre 1 miliardo per passante e stazione AV di Firenze, su fsnews.it, 28 novembre 2022. URL consultato il 9 luglio 2023.
  8. ^ a b Firenze Campo Marte: da domani lavori di manutenzione straordinaria alla passerella pedonale, su fsnews.it, 23 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2012).
  9. ^ FIRENZE CAMPO DI MARTE, su stazionidelmondo.it. URL consultato il 9 luglio 2023 (archiviato il 28 aprile 2013).
  10. ^ Mauro Bonciani, Tav, Campo di Marte perde il controllo, su Corriere Fiorentino. URL consultato il 9 luglio 2023.
  11. ^ Campo di Marte, su osservatorioambientale.nododifirenze.it, Italferr. URL consultato il 9 luglio 2023 (archiviato il 9 luglio 2023).
  12. ^ a b Bilancio consolidato. Bilancio di esercizio 2009 (PDF), su fsitaliane.it, Ferrovie dello Stato, 16 aprile 2010, p. 33 (archiviato il 28 febbraio 2021).
  13. ^ Trenitalia: aumentano le relazioni AV, su duegieditrice.it, 12 dicembre 2010.
  14. ^ "Alta Velocità, evitiamo l'abbandono di Firenze Campo Marte", su nove.firenze.it, Nove da Firenze, 3 dicembre 2019.
  15. ^ Genova-Roma: due nuovi Frecciargento tra Genova, Firenze e Roma, su fsnews.it, 13 ottobre 2021.

Bibliografia modifica

  • Adriano Betti Carboncini, Vecchi binari a Firenze, in "I Treni" n. 139 (luglio-agosto 1993), pp. 20–25.

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica