Apri il menu principale

Stazione di Vairano-Caianello

stazione ferroviaria italiana
Vairano-Caianello
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàVairano Patenora, frazione Vairano Scalo
Coordinate41°19′03.36″N 14°06′14.76″E / 41.3176°N 14.1041°E41.3176; 14.1041Coordinate: 41°19′03.36″N 14°06′14.76″E / 41.3176°N 14.1041°E41.3176; 14.1041
LineeRoma-Cassino-Napoli
Vairano-Isernia
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante, di diramazione
Stato attualein uso
OperatoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1861
Binari5 + 1 tronco[1]

La stazione di Vairano-Caianello è una stazione ferroviaria posta al capolinea della ferrovia Vairano-Isernia e sulla Roma-Cassino-Napoli. La stazione si trova nella frazione Vairano scalo nel comune di Vairano Patenora distante circa 4 km[1].

La gestione degli impianti è affidata a Rete Ferroviaria Italiana (RFI) controllata del gruppo Ferrovie dello Stato.

StoriaModifica

La stazione venne aperta il 14 ottobre 1861 con l'attivazione del tratto Capua - Tora sulla ferrovia Roma-Cassino-Napoli.

Il 20 maggio del 1886 la stazione venne raggiunta dalla linea per Isernia divenendo una stazione di diramazione.

Nel 2001 con l'apertura del tratto Venafro - Rocca d'Evandro la stazione di Vairano perse un po' di importanza in quanto i treni diretti fra Roma ed il Molise non transitavano e non facevano più regresso in questa stazione.

Struttura ed impiantiModifica

Il fabbricato viaggiatori non è più quello originale andato distrutto nel tempo forse a causa di eventi bellici. Il nuovo fabbricato è una struttura in muratura, su due livelli di cui solo il piano terra è accessibile ai viaggiatori. Dal fabbricato principale si diramano simmetricamente due altri corpi ad un solo piano anch'essi in muratura.

Accanto al fabbricato viaggiatori è presente un'altra struttura in muratura a due piani che ospita gli uffici tecnici di RFI.

Sul lato opposto della stazione era presente uno scalo merci con annesso magazzino: oggi (2010) lo scalo è stato smantellato mentre il magazzino riversa in buone condizione pur essendo abbandonato. L'architettura di questo fabbricato è molto simile a quella degli altri magazzini delle stazioni ferroviarie italiane.

Il piazzale si compone di cinque binari più un tronchino. Nel dettaglio:

  • Binario tronco: viene normalmente usato per il ricovero dei macchinari addetti alla manutenzione della linea.
  • Binario 1: è un binario di corretto tracciato della linea Vairano-Isernia.
  • Binario 2: è un binario di corretto tracciato della linea Roma-Cassino-Napoli.
  • Binario 3: è un binario di corretto tracciato della linea Roma-Cassino-Napoli.
  • Binario 4: è un binario di tracciato deviato della linea Roma-Cassino-Napoli.
  • Binario 5: è un binario di tracciato deviato della linea Roma-Cassino-Napoli.

Tutti i binari sono serviti da banchina e i binari 1-2-3 sono collegati fra loro da un sottopassaggio. Le banchine sono protette da alcune pensiline in ferro battuto sotto le quali è possibile trovare alcune panchine e monitor che visualizzano gli arrivi e le partenze dei treni.

La stazione è presenziata da personale ferroviario essendo una stazione di diramazione.

Nell'area dell'ex scalo merci è presente una BTS del servizio GSM-R di RFI.

ServiziModifica

MovimentoModifica

PasseggeriModifica

Il servizio passeggeri è svolto in esclusiva da parte di Trenitalia (controllata del gruppo Ferrovie dello Stato) per conto della Regione Campania.

I treni sono prevalentemente di tipo regionale ad eccezione di una coppia di InterCity diretti a Bari e a Roma.

In totale sono circa settanta[3] i treni che effettuano servizio in questa stazione e le loro principali destinazioni sono: Cassino, Napoli Centrale, Roma Termini, Campobasso e Caserta

NoteModifica