Apri il menu principale

Targhe d'immatricolazione finlandesi

Formato standard in uso con banda blu
Targa anteriore al 2001 (397 × 118 mm)

Le targhe d'immatricolazione della Finlandia vengono utilizzate per identificare i veicoli immatricolati nel Paese nordeuropeo. Sono generalmente composte da tre lettere non indicanti l'area d'immatricolazione, un trattino e un numero di tre cifre, la prima delle quali non è mai uno zero.
Dal 1º maggio 2001 è posizionata a sinistra una banda blu[1]con impresse in alto le dodici stelle dell'UE e in basso la sigla automobilistica internazionale della Finlandia, FIN (era SF, che stava per Suomi-Finland, fino al 1993).

Sistema in usoModifica

 
Esempio di formato per motocicli
 
Targa personalizzata

Le targhe finlandesi presentano le seguenti caratteristiche:

  • quelle degli autoveicoli misurano 442 × 118 mm (formato su una sola riga) o 256 × 200 mm (formato su doppia linea);
  • quelle dei motocicli e ciclomotori misurano rispettivamente 169 × 165 mm e 124 × 110 mm;
  • sono utilizzate tutte le lettere dell'alfabeto anglo-latino (dalla A alla Z), eccetto nella provincia autonoma delle isole Åland, dove la combinazione alfanumerica inizia sempre con ÅL (vedi infra);
  • sono composte da tre lettere (due o tre per i motocicli e i ciclomotori) seguite da 1-3 cifre, per un totale massimo di sei caratteri per gli autoveicoli e di cinque per i motocicli e i ciclomotori;
  • la parte numerica non inizia mai con la cifra 0;
  • le combinazioni che iniziano con P, D o W sono escluse dalla serie normale perché riservate ai rimorchi, ma possono essere usate per le targhe personalizzate;
  • le combinazioni HYH e HYI (espressioni di disgusto), FAT ("grasso" in inglese), KGB e NAI (espressione finlandese colloquiale che significa "fare sesso") non sono usate.

VariantiModifica

Sono in circolazione anche piatti d'immatricolazione con formato speciale americano (che misurano 342 × 123 mm), contraddistinti dalla lettera iniziale N fino al 1991, J dal 1991.
Fin dal 1989, come in altri Paesi europei, è possibile avere targhe personalizzate, purché abbiano una cifra ed almeno due lettere.

Targhe e codici specialiModifica

 
Targa diplomatica (397 × 118 mm)
 
Formato per macchine operatrici, trattori o motoslitte
 
Piatto d'immatricolazione anteriore di un furgone della polizia militare
 
Targa prova per test car
 
Piastra provvisoria da esportazione
  • AA 1 - Veicolo riservato al Primo Ministro
  • AA 2 - Veicolo riservato al Ministro degli affari esteri
  • AA 320 - Veicoli riservati agli altri ministri del Governo o ad altre autorità supreme dello Stato.
  • C - Personale non diplomatico (caratteri bianchi o raramente arancioni su fondo blu, le prime due cifre identificano lo Stato).
  • CD - Corpo diplomatico (caratteri bianchi su fondo celeste o azzurro, le prime due cifre identificano il Paese).
  • D (dal 2013), W (1998–2013), P (fino al 1998) - Rimorchio, semirimorchio o (caratteri neri su sfondo giallo) rimorchio militare.
  • Le targhe delle macchine agricole od operatrici e delle motoslitte hanno caratteri neri su fondo giallo o giallo arancio, con cifre variabili da una a tre che precedono due o tre lettere.
  • Le targhe degli automezzi dell'esercito sono anch'esse gialle, non hanno lettere (eccetto i rimorchi) ma solo un numero nero con cifre variabili da una a quattro, che nei motocicli e ciclomotori sono distribuite su due righe.
  • Le piastre temporanee dei veicoli da portare in autofficina per collaudi o controlli tecnici sono adesive e si possono incollare anche sul parabrezza o sul lunotto. La serie alfanumerica è composta da due lettere e un massimo di quattro cifre rosse su fondo bianco; la sola lettera R contraddistingue le automobili partecipanti a rally.
  • Le targhe da esportazione si differenziano da quelle standard per l'utilizzo di una sola lettera, seguita da un massimo di quattro cifre, e per una fascia verticale rossa a destra all'interno della quale sono scritti, a caratteri bianchi, in alto il numero corrispondente al mese (esempio: 1 = gennaio) e in basso le ultime due cifre dell'anno di scadenza della validità. I motocicli hanno un formato su doppia linea[2].
  • Le targhe provvisorie dei concessionari e commercianti di veicoli sono riconoscibili per le scritte e il contorno nero su fondo giallo o giallo arancio; l'unica lettera, seguita da un trattino e un numero a tre cifre, identifica la zona di immatricolazione in base al vecchio sistema (vedi paragrafo successivo); a sinistra sono allineate in verticale le lettere KOE (cioè "prova" in finlandese), di dimensioni ridotte.
  • Le placche dei veicoli importati da Paesi non aderenti alle convenzioni del traffico internazionale sono riconoscibili per i caratteri rossi su fondo bianco; a sinistra la lettera identificativa della zona di immatricolazione in base al vecchio sistema precede un numero con cifre variabili da una a tre, un trattino e le lettere fisse FIN.
  • Le targhe delle automobili riservate ad alcune cerimonie ufficiali del Presidente della Repubblica (per esempio parate militari) si distinguono per lo stemma nazionale: un leone coronato di color oro, su sfondo rosso, che calpesta una spada e ne tiene un'altra nella mano destra[3].
  • Le targhe dei veicoli d'epoca iscritti nei registri dei musei sono nere con caratteri bianchi; quelle delle autovetture misurano 342 × 123 mm, quelle dei motocicli 280 × 119 mm[4]. Nelle auto la serie è composta dalle lettere fisse MA o MR seguite da una lettera variabile e tre cifre, nelle moto le lettere fisse MP o MM sono seguite da tre cifre.

Sigle automobilistiche e aree di immatricolazione corrispondenti fino al 30/09/1989Modifica

  • A, B e (fino al 1964) C - Città di Helsinki / Helsingfors
  • E, T e (fino al 1964) F - Contea di Turku / Åbo e Pori
  • H, I e (fino al 1961) N - Contea di Häme
  • J e (dal 1961) N - codici utilizzati nelle autovetture il cui vano targa non si adatta alla combinazione di tre lettere e tre cifre
  • K - Contea di Kuopio
  • L - Contea della Lapponia (Lappi)
  • M - Contea di Mikkeli
  • O - Contea di Oulu
  • R e (fino al 1972) G - Contea di Kymi (capoluogo: Kotka)
  • S - Contea della Carelia Settentrionale (Pohjois-Karjala)
  • U, Z - Contea di Uusimaa
  • V e (fino al 1972) Y - Contea di Vaasa / Vasa
  • X - Contea della Finlandia Centrale (Keski-Suomen)
  • Å - Provincia delle Åland

StoriaModifica

 
Formato emesso dal 1950 a tutto il 1960
 
Formato utilizzato dal 1961 a tutto il 1971

Le targhe nazionali obbligatorie, con lettere e numeri generalmente neri su fondo bianco e occasionalmente bianchi su fondo nero, vennero emesse per la prima volta nel 1922, anche se alcune città avevano già sistemi del genere in uso prima di quell'anno (ad esempio Helsinki aveva già targhe dal 1907). Il formato era del tipo L-000(0), in cui 0 rappresenta una cifra e L la lettera corrispondente alla provincia in cui il veicolo era stato immatricolato[5].
Nel 1950 i colori vennero invertiti e la serie cambiò in LL-00(0), con la seconda lettera di solito assegnata in sequenza. Nel 1960 si aggiunse il bordo bianco e nel 1961 una terza lettera.
Nel 1972 si ritornò al formato con le scritte nere su fondo bianco; il blocco alfanumerico era uguale a quello tuttora utilizzato: LLL-000.
Le dimensioni erano di 338 × 118 mm o 280 × 119 mm per gli autoveicoli, di 263 × 116 mm per i motoveicoli.
Tra il 1922 e il 1º ottobre 1989, la prima lettera corrispondeva alla zona in cui il veicolo era stato immatricolato.
Fino al 1971, quando il proprietario cambiava contea o (nel solo caso delle isole Åland) provincia, oppure quando il veicolo veniva venduto ad un nuovo proprietario residente in un'altra zona di immatricolazione, la targa doveva essere cambiata.

ÅlandModifica

 
Targa standard di un veicolo delle isole Åland con formato utilizzato dal 2013
 
Targa di un motociclo
 
Formato in uso per trattori o macchine operatrici

Le isole Åland utilizzano delle targhe specifiche, che dal 1º giugno 1992 misurano 340 × 130 mm o 395 × 130 mm[6]. Quelle standard dal 2013 iniziano con le lettere ÅL, a caratteri azzurri su fondo bianco, seguite da uno spazio ed un numero composto da un massimo di cinque cifre; dal 1981 a tutto il 2012 c'era una terza lettera variabile prima dello spazio e del numero (quasi sempre di tre cifre). In alto la dicitura "ÅLAND", di dimensioni ridotte, è preceduta dallo stemma e seguita dalla bandiera dell'arcipelago.
Il governo locale ha deliberato il 19 marzo 2010 di differenziare la sigla automobilistica internazionale, introducendo il codice AX negli adesivi ovali.
Anche in questa provincia sono emesse targhe speciali in casi particolari e per alcune categorie di veicoli:

  • veicoli di autorità governative: numerazione compresa tra ÅL(A) 1 e ÅL(A) 99;
  • macchine agricole e operatrici: caratteri azzurri su fondo giallo;
  • veicoli noleggiati a turisti per brevi periodi: lettere e cifre rosse su fondo bianco, sigla ÅF;
  • veicoli importati o da esportare: caratteri rossi su fondo bianco, sigla ÅP;
  • rimorchi: lettere e cifre nere su fondo bianco, sigla ÅS;
  • motoveicoli: stessa numerazione degli autoveicoli, ma con disposizione del testo su doppia linea del tipo ÅL(A)/012; le lettere della dicitura "ALAND" sono allineate in verticale a sinistra nelle targhe dei motocicli, sono invece posizionate in alto in quelle dei ciclomotori; la serie avanza progressivamente da "ÅL/1".

Si possono richiedere targhe personalizzate, con combinazioni libere di lettere e/o cifre[7].
I piatti d'immatricolazione dei ciclomotori fino al 2000 avevano i colori che cambiavano annualmente, con rotazione di rosso, nero e verde; le cifre erano sempre tre e potevano occupare la linea superiore o inferiore (es.: AAA/000 oppure 000/AAA)[8].

NoteModifica

  1. ^ Non obbligatoria, dal momento che su richiesta possono essere ancora rilasciate targhe che ne sono prive.
  2. ^ https://www.iten-online.ch/kennzeichen/Finnland/finnland.htm
  3. ^ http://plaque.free.fr/eur/fin/?path=./l1_PRESIDENT_PM
  4. ^ 263 × 116 mm fino alla primavera del 2004.
  5. ^ Cfr. http://plaque.free.fr/eur/fin/?path=./_HISTOR/_PASS/.
  6. ^ Le dimensioni delle piastre dei ciclomotori sono invece ridotte (95 × 120 mm).
  7. ^ (EN) Parker N. - Weeks J., Registration Plates of the World, Fourth Edition, Yeovil, L J Print Group, 2004, p. 215, ISBN 0-9502735-7-0.
  8. ^ http://www.plateshack.com/y2k/Aland/alandy2k.html

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica