Torneo dei candidati

Il torneo dei candidati è un torneo scacchistico biennale, ultimo stadio della qualificazione al campionato del mondo tra il 1951 e il 1966 e di nuovo a partire dal 2007, il cui vincitore acquisisce il diritto a sfidare il campione del mondo in carica per il suo titolo. È organizzato dalla FIDE.

StoriaModifica

Inizialmente, il torneo si caratterizzava da un numero limitato di giocatori (tra 8 e 15) ed era giocato con la formula del girone all'italiana, singolo o multiplo. I giocatori erano qualificati in parte con la formula dei tornei interzonali, e in parte tramite i tornei dei candidati precedenti. Se nel mondiale precedente il campione in carica veniva detronizzato, anche quest'ultimo era qualificato di diritto.

Nel 1966, su proposta di Robert Fischer, il torneo dei candidati fu sostituito da una serie di match ad eliminazione diretta, spesso detti match dei candidati, qualificati con la medesima formula. Per il mondiale 1987 fu invece adottato un sistema misto, con un torneo seguito da alcuni scontri ad eliminazione diretta.

I tornei dei candidati sono stati organizzati di nuovo a partire dal campionato mondiale del 2007; in questo caso, però, il numero di partecipanti, le regole di qualificazione e la formula del torneo (girone all'italiana o eliminazione diretta) variano da edizione a edizione. In particolare, però, dal 2013 prendono parte al torneo 8 giocatori, con doppio girone all'italiana, fra cui:

  • lo sconfitto dell'ultimo mondiale;
  • i primi due o tre classificati della Coppa del Mondo;
  • i primi due classificati del Grand Prix FIDE (dal 2014);
  • i giocatori (da uno a tre) che nell'anno precedente hanno ottenuto la miglior media Elo;
  • il vincitore del Grand Swiss FIDE (dal 2020);
  • un giocatore nominato dagli organizzatori del torneo stesso.[1]

Anche nei mondiali femminili furono giocati dei tornei delle candidate tra il 1953 e il 1969. Questo formato è stato ripreso nel 2019, con un torneo a 8 giocatrici vinto da Aleksandra Gorjačkina.

StoricoModifica

Anno Luogo Partecipanti Numero
gironi
Vincitori Punti
1951 Budapest (Ungheria) 10 2 David Bronštejn 12
1954 Zurigo (Svizzera) 12 2 Vasilij Smyslov 18
1957 Amsterdam (Paesi Bassi) 10 2 Vasilij Smyslov 12,5
1960 Bled / Zagabria / Belgrado (Jugoslavia)[2] 8 4 Michail Tal' 20
1963 Curaçao (Antille Olandesi) 8 4 Tigran Petrosyan 17,5
2007 Ėlista (Russia) 16 - Levon Aronian, Péter Lékó,
Alexander Grischuk, Boris Gelfand
2012 Kazan' (Russia) 8 - Boris Gelfand
2013 Londra (Inghilterra) 8 2 Magnus Carlsen 8,5
2014 Chanty-Mansijsk (Russia) 8 2 Viswanathan Anand 8,5
2016 Mosca (Russia) 8 2 Sergej Karjakin 8,5
2018 Berlino (Germania) 8 2 Fabiano Caruana 9
2020 Ekaterinburg [3] (Russia) 8 2 -

Mondiale femminileModifica

Anno Luogo Partecipanti Numero
gironi
Vincitrice Punteggio
1953 Mosca (Russia) 16 1 Elisabeth Bykova 11,5
1956 Mosca (Russia) 20 1 Ol'ga Rubcova 15
1960 Plovdiv (Bulgaria) 15 1 Kira Zvorykina 11,5
1962 Vrnjačka Banja (Jugoslavia, oggi Serbia) 17 1 Nona Gaprindašvili 13
1965 Sukhumi (Unione Sovietica, oggi Georgia) 18 1 Milunka Lazarević 12,5
1969 Subotica (Jugoslavia, oggi Serbia) 18 1 Alla Kushnir 13,5
2019 Kazan' (Russia) 8 2 Aleksandra Gorjačkina 9,5

NoteModifica

  1. ^ Altro - Torneo dei Candidati "Cosa è rimasto sul campo dopo la mietitura". | Giocareascacchi.it, su www.giocareascacchi.it. URL consultato il 30 luglio 2018.
  2. ^ I primi due gironi furono giocati a Bled, il terzo a Zagabria, il quarto a Belgrado
  3. ^ FIDE Candidates 2020, su fide.com/news

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi