Apri il menu principale

Vysšaja Divizion 2001

edizione del torneo calcistico
Vysšaja Divizion 2001
Competizione Vysšaja Divizion
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 10ª
Organizzatore Federazione calcistica della Russia
Date dal 10 marzo 2001
al 4 novembre 2001
Luogo Russia Russia
Partecipanti 16
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Spartak Mosca
(9º titolo)
Retrocessioni Fakel Voronež
Černomorec Novorossijsk
Statistiche
Miglior marcatore Russia Vjazmikin (18)
Incontri disputati 240
Gol segnati 582 (2,43 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2000 2002 Right arrow.svg

La Vysšaja Divizion 2001 fu la decima edizione della massima serie del campionato russo di calcio; vide la vittoria finale dello Spartak Mosca, giunto al suo nono titolo, il sesto consecutivo. Fu l'ultimo campionato ad avere questo nome: dal successivo fu rinominato Prem'er-Liga. Capocannoniere del torneo fu Dmitrij Vjaz'mikin, calciatore della Torpedo Mosca, con 18 reti.

StagioneModifica

NovitàModifica

Dalla Vysšaja Divizion 2000 erano stati retrocessi la Lokomotiv Nižnij Novgorod e l'Uralan, mentre dalla Pervyj divizion 2000 erano stati promossi il Sokol Saratov e il Torpedo-ZIL.

FormulaModifica

Le sedici squadre partecipanti si sono affrontate in un girone all'italiana con partite di andata e ritorno per un totale di 30 giornate. La prima classificata al termine della stagione regolare era designata campione di Russia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2002-2003, mentre la seconda classificata veniva ammessa al terzo turno di qualificazione della UEFA Champions League. La squadra terza classificata veniva ammessa in Coppa UEFA 2002-2003, assieme alla vincitrice della Coppa di Russia. Un ulteriore posto venne assegnato per la partecipazione alla Coppa Intertoto 2002. Le ultime due classificate erano retrocesse in Pervyj divizion.

AvvenimentiModifica

Il campionato fu funestato dalla morte di Serhij Perchun, portiere del CSKA Mosca e della nazionale ucraina, che rimase vittima di uno scontro di gioco avvenuto il 18 agosto a Machačkala, in una partita contro l'Anži valido per la ventiduesima giornata[1].

Squadre partecipantiModifica

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Spartak Mosca 60 30 17 9 4 56 30 +26
2. Lokomotiv Mosca 56 30 16 8 6 53 24 +29
3. Zenit S. Pietroburgo 56 30 16 8 6 52 35 +17
4. Torpedo Mosca 52 30 15 7 8 53 42 +9
5. Kryl'ja Sovetov 49 30 14 7 9 38 23 +15
6. Saturn 47 30 13 8 9 45 22 +23
7. CSKA Mosca[2] 47 30 12 11 7 39 30 +9
8. Sokol Saratov 41 30 12 5 13 31 42 -9
9. Dinamo Mosca 38 30 10 8 12 43 51 -8
10. Rotor 32 30 8 8 14 38 42 -4
11. Rostsel'maš 32 30 8 8 14 29 43 -14
12. Alanija Vladikavkaz 32 30 8 8 14 32 47 -15
13. Anži 32 30 7 11 12 28 34 -6
14. Torpedo-ZIL 31 30 7 10 13 22 35 -13
  15. Fakel Voronež 28 30 8 4 18 30 53 -23
  16. Černomorec Novorossijsk 23 30 5 8 17 19 54 -35

Legenda:

      Campione di Russia e ammessa alla UEFA Champions League 2002-2003.
      Ammessa alla UEFA Champions League 2002-2003.
      Ammessa alla Coppa UEFA 2002-2003.
      Ammessa alla Coppa Intertoto 2002.
      Retrocesse in Pervyj divizion 2002.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

RisultatiModifica

SpM LoM Zen ToM Kry Sat CSK Sok DiM Rot Ros Ala Anž ToZ Fak Čer
Spartak Mosca –––– 1-0 3-1 2-2 1-0 0-0 1-0 0-0 2-1 1-0 1-1 5-1 2-1 1-1 3-0 5-0
Lokomotiv Mosca 2-1 –––– 5-1 3-1 1-2 1-1 3-2 3-0 4-1 2-0 3-1 0-0 4-0 1-0 1-0 4-0
Zenit San Pietroburgo 2-1 0-0 –––– 0-3 1-1 2-1 6-1 1-1 2-1 2-1 3-0 3-1 1-1 4-0 2-1 2-1
Torpedo Mosca 2-0 1-1 3-2 –––– 0-4 1-4 1-3 6-2 1-1 1-1 0-1 2-1 2-1 1-0 3-1 3-1
Kryl'ja Sovetov 1-2 1-1 1-0 3-0 –––– 2-0 0-0 1-0 3-0 3-0 1-1 3-0 0-0 2-1 3-1 0-0
Saturn 3-0 0-0 2-2 0-1 2-0 –––– 1-1 1-2 6-1 2-1 1-0 0-1 1-0 1-0 0-0 4-0
CSKA Mosca 1-1 2-1 1-1 0-1 0-3 0-0 –––– 4-0 2-0 2-1 3-0 0-0 1-0 1-1 5-1 2-1
Sokol Saratov 2-4 1-2 0-1 0-2 1-0 0-2 0-2 –––– 2-1 1-0 4-1 1-1 2-0 1-0 2-1 0-0
Dinamo Mosca 1-1 1-2 1-3 0-4 0-1 2-0 3-1 1-1 –––– 2-1 2-0 3-1 1-1 2-1 6-2 2-1
Rotor 3-3 1-3 0-0 1-1 3-1 1-0 1-1 1-2 1-2 –––– 3-0 1-0 1-1 0-0 4-0 3-0
Alanija Vladikavkaz 3-3 1-1 2-0 2-0 0-1 0-5 0-0 2-0 3-3 3-1 –––– 3-0 2-1 1-1 0-1 1-0
Rostsel'maš 0-1 0-0 1-2 5-2 2-0 1-4 0-1 1-2 1-1 1-2 3-0 –––– 3-2 1-0 1-0 0-0
Anži 1-2 1-0 0-0 0-1 4-1 1-1 0-0 2-0 1-0 0-0 3-2 0-1 –––– 0-2 2-2 3-1
Torpedo-ZIL 0-2 0-4 0-2 1-1 1-0 1-0 0-2 1-0 1-1 3-2 1-1 0-0 1-1 –––– 3-1 2-0
Fakel Voronež 0-5 2-0 1-2 2-2 1-0 1-0 1-1 0-1 1-2 3-1 1-0 4-1 0-1 2-0 –––– 0-1
Černomorec Novorossijsk 1-2 2-1 1-4 0-5 0-0 0-3 2-0 1-3 1-1 2-3 1-0 1-1 0-0 0-0 1-0 ––––

StatisticheModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) CSKA Keeper Dies From Head Injury, su old.themoscowtimes.com, 29 agosto 2001. URL consultato l'11 luglio 2018.
  2. ^ CSKA Mosca ammesso alla Coppa UEFA 2002-2003 in qualità di vincitore della Coppa di Russia 2001-2002.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica