XXV Giochi olimpici invernali

Milano-Cortina d'Ampezzo 2026

1leftarrow blue.svgVoce principale: Giochi olimpici invernali.

XXV Giochi olimpici invernali
Milan-Cortina 2026 Winter Olympic bid logo.svg
(EN) Dreaming Together
(traduzione: Sogniamo insieme)
Città ospitanteMilano, Italia
Paesi partecipanti(vedi sotto)
Cerimonia apertura6 febbraio 2026
Cerimonia chiusura22 febbraio 2026
StadioStadio Giuseppe Meazza (cerimonia d'apertura) e Arena di Verona (cerimonia di chiusura)
Cronologia dei Giochi olimpici
Giochi precedentiGiochi successivi
Pechino 2022 TBA 2030

I XXV Giochi olimpici invernali si terranno dal 6 al 22 febbraio 2026 a Milano e Cortina d'Ampezzo, città assegnatarie della manifestazione in forma congiunta (novità assoluta nella storia dei Giochi). Oltre che a Milano e a Cortina d'Ampezzo, le gare si svolgeranno ad Assago (MI), Baselga di Piné (TN), Bormio (SO), Livigno (SO), Predazzo (TN), Rasun-Anterselva (BZ) e Tesero (TN).

I Giochi di Milano-Cortina rappresenteranno la quarta edizione dei Giochi olimpici che si svolgeranno in Italia (la terza di quelli invernali) dopo Cortina d'Ampezzo 1956, Roma 1960 e Torino 2006.

CandidaturaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Selezione della città organizzatrice dei XXV Giochi olimpici invernali.

L'elezione della città organizzatrice dei giochi si è tenuta il 24 giugno 2019 a Losanna, durante la 134ª sessione del Comitato Olimpico Internazionale. La candidatura di Milano-Cortina ottenne la maggioranza assoluta dei voti, battendo la rivale Stoccolma-Åre.

Città Paese Voti
Milano-Cortina d'Ampezzo   Italia 47
Stoccolma-Åre   Svezia 34

ImpiantiModifica

Stadio Comune Sport Inaugurazione Capacità Note
Stadio Giuseppe Meazza Milano cerimonia d'apertura 1926 75 923
Mediolanum Forum Assago pattinaggio di figura
short track
1990 12 331
PalaItalia Milano stadio di hockey su ghiaccio in progetto
PalaSharp Milano stadio di hockey su ghiaccio 1986 8 479 in disuso
Olimpia delle Tofane Cortina d'Ampezzo sci alpino in costruzione in vista dei Campionati mondiali di sci alpino 2021
Pista olimpica Eugenio Monti Cortina d'Ampezzo bob
slittino
skeleton
1923 9 000 in disuso
Stadio olimpico del ghiaccio Cortina d'Ampezzo curling 1955 2 500
Pista Stelvio Bormio sci alpino 1982
Mottolino/Sitas, Tagliede/Carosello 3000 Livigno snowboard
Freestyle
Trampolino Giuseppe Dal Ben Predazzo salto con gli sci
combinata nordica
1989 15 000 da realizzare la rete anti-vento
Centro del fondo e del biathlon Fabio Canal Tesero sci di fondo
combinata nordica
1990 5 000
Stadio del ghiaccio Baselga di Piné pattinaggio di velocità 1986 da ricostruire
Arena Alto Adige Rasun-Anterselva Biathlon 1971 9 000
Arena di Verona Verona cerimonia di chiusura I sec. D.C. 22 000
    Impianti in funzione     Impianti in progetto o da ristrutturare     Impianti in disuso

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica