Adalberto I d'Ivrea

marchese italiano
(Reindirizzamento da Adalberto I (Anscarici))

Adalberto I (870 circa – 929) è stato un marchese d'Ivrea dal 896/900 alla morte, e conte di Parma intorno al 921.

Adalberto I
Adalberto.jpg
Marchese di Ivrea
Conte di Parma
In carica 896/900 –
929
Predecessore Anscario I
Successore Anscario II
Nascita 870 circa
Morte 929
Dinastia Anscaridi
Padre Anscario I
Coniugi Gisla del Friuli
Ermengarda
Figli Di primo letto
Berengario II d'Ivrea
Di secondo letto
Anscario II

BiografiaModifica

Adalberto era figlio di Anscario I, e gli successe nella marca alla sua morte.

Adalberto di sposò due volte: dapprima con Gisla, figlia di Berengario del Friuli della stirpe degli Unrochingi e successivamente con Ermengarda, figlia del marchese di Toscana Adalberto II il Ricco della stirpe dei Bonifaci.

Con Adalberto, compare per la prima volta la definizione del titolo marchionale, in un documento del 28 febbraio 926, in cui si legge: Ego Adalberto gratia dei humilis marchio hic in Italia.

In un documento di donazione del Castelvecchio di Asti nel 924 da parte di re Rodolfo II di Borgogna verso il visconte Autberto, compaiono come "intervenienti" Ermengarda ed i figli di Adalberto, Berengario ed Anscario, che in quel frangente sono definiti "incliti comites". Questo lascia supporre, che i due nobili fossero insigniti di qualche comitato minore[1].

Alcuni studiosi suppongono che Anscario II reggesse il comitato di Asti e Berengario quello di Torino[1].

Adalberto, dopo il matrimonio con Ermengarda, guidò un movimento avverso a Berengario con lo scopo di rovesciarlo e mettere al suo posto Rodolfo di Borgogna.

Matrimonio e figliModifica

Sposò, attorno al 903[2], Gisla, figlia di Berengario del Friuli della stirpe degli Unrochingi e di Bertila, della stirpe dei Supponidi. Essi ebbero:

Adalberto sposò in seconde nozze, attorno al 914, Ermengarda, figlia del marchese di Toscana Adalberto II il Ricco della stirpe dei Bonifaci, e di Berta di Lotaringia, figlia terzogenita del re di Lotaringia della stirpe Carolingia Lotario II e della seconda moglie, Waldrada. Essi ebbero:

Marca d'Ivrea-
Dinastia degli Anscarici
Figli
Figli
Figli
Figli
Figli

NoteModifica

  1. ^ a b Gabiani N.,Asti nei suoi principali ricordi storici. Asti volume I 1927, pag 353.
  2. ^ A. Bedina, «GISLA». In: Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. LXI, Roma: Istituto della Enciclopedia italiana, 2001

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica