Apri il menu principale
Alessandro Cupisti
Alessandro Cupisti.jpg
Cupisti all'Amatori Lodi
Nazionalità Italia Italia
Hockey su pista Roller hockey pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Squadra Sarzana
Ritirato 2003 come giocatore
Carriera
Giovanili
CGC Viareggio
Squadre di club
1976-1981 CGC Viareggio
1981-1986 Forte dei Marmi
1986-1987 Castiglione
1987-1992 Roller Monza
1992-1996 Amatori Lodi
1997-1999 Amatori Vercelli
1999-2001 Primavera Prato
2001-2003 CGC Viareggio
Nazionale
1983-1993 Italia Italia
Carriera da allenatore
2012-2016Sarzana
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Sertãozinho 86 e La Coruña 88
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Lodi 90
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Barcellona 92
Statistiche aggiornate al settembre 2012

Alessandro Cupisti (Viareggio, 28 aprile 1959) è un allenatore ed ex hockeista su pista italiano. È stato per dieci anni il portiere della nazionale Italiana.

Indice

BiografiaModifica

Cresce hockeysticamente nella squadra della sua città il CGC Viareggio, ma si afferma definitivamente nella vicina Forte dei Marmi, nella società il cui fondatore è stato proprio il padre Alfredo Cupisti nel 1962.
Come il suo compagno di squadra e di nazionale Roberto Crudeli, la stagione 1984-1985 a Forte dei Marmi è quella della definitiva consacrazione.
Perde la semi-finale scudetto contro il Bassano, ma nella stagion 1985-1986 potrà partecipare alla Coppa CERS. Infatti Alessandro Cupisti a differenza di Crudeli e Jaime che si trasferiscono rispettivamente all'Amatori Vercelli il primo e al CGC Viareggio il secondo, decide di rimanere un'altra stagione.
Lascia Forte dei Marmi nell'estate del 1987 per accasarsi all'Hockey Club Castiglione e successivamente al Roller Monza e all'Amatori Lodi.
Vince tre scudetti, una coppa Italia, tre Coppe delle Coppe e soprattutto si laurea due volte Campione del Mondo e una Campione d'Europa con la Nazionale Italiana.
Partecipa sempre con l'Italia alle Olimpiadi di Barcellona, dove vince la Medaglia di Bronzo a spese del Portogallo.
Lascia la nazionale nel 1993 all'indomani dei Campionati del Mondo di Sesto San Giovanni, dove l'Italia perde 4-3 la finale contro il Portogallo.
Dopo un anno di inattività con cui guida nel 1996-1997, da allenatore, il Forte dei Marmi in Serie A2, nel 1997-1998 torna fra i pali per giocare nell'Amatori Vercelli, con cui arriva alla finale di Coppa Campioni. Successivamente gioca per due stagioni nell'Hockey Primavera Prato e poi ancora al CGC Viareggio dove conclude la carriera da giocatore. Nel 1996 partecipa a Roccaraso ai campionati del mondo di Hockey in line, Medaglia di Bronzo.
Soprannominato “Scoglio” dai suoi compagni, per amici e tifosi era la “saracinesca”.
Da allenatore ha guidato il Forte dei Marmi prima e il CGC Viareggio poi. È stato anche il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana fino al 2010. Dalla stagione 2012-13 guida il Carispezia Sarzana nel campionato di serie A1.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Roller Monza: 1988-1989, 1989-1990, 1991-1992.
Roller Monza: 1989-1990

Competizioni internazionaliModifica

Roller Monza: 1988-1988, 1991-1992
Amatori Lodi: 1993-1994

NazionaleModifica

Medaglia di Bronzo Campionati del Mondo Hockey in line 1996 a Roccaraso (I)