Apri il menu principale

Sporting Club Centro Giovani Calciatori Viareggio (hockey su pista)

Sporting Club Centro Giovani Calciatori Viareggio
Hockey su pista Roller hockey pictogram.svg
HCGC Logo.gif
Bianconeri, Centro
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco e Nero.svg Bianco e nero
Dati societari
Città Viareggio
Paese Italia Italia
Confederazione WSE
Federazione FISR
Campionato Serie A1
Fondazione 1947
Presidente Italia Alessandro Palagi
Allenatore Italia Francesco Dolce
Impianto PalaBarsacchi
(2 000 posti)
PalaBarsacchi.jpg
Sito web www.cgcviareggio.com
Palmarès
Scudetto Coppa Italia Supercoppa italiana
Scudetto 1
Trofei nazionali 1 Coppe Italia
1 Supercoppe italiane
Stagione in corso

Lo Sporting Club Centro Giovani Calciatori Viareggio è una società italiana di hockey su pista con sede a Viareggio. I suoi colori sociali sono il bianco e il nero.

Fu costituita nel 1947 come Società Pattinatori Viareggini. È la sezione di hockey su pista della società polisportiva Sporting Club Centro Giovani Calciatori Viareggio.

Indice

StoriaModifica

Gli anni settantaModifica

La sezione hockey venne creata nel 1969 dalla fusione con la Società Pattinatori Viareggini, fondata nel 1947, raccogliendo l'eredità di un buon movimento di giocatori già negli anni trenta, dovuta alla presenza di numerose piste di pattinaggio. La prima partita ufficiale fu giocata nel febbraio 1938 contro il Pisa. Nel 1970 arrivò la prima promozione nella massima serie. Gli anni settanta videro il Centro scendere in serie B e risalire in Serie A (1973 ed 1976). Riccardo Pardini fu il giocatore simbolo di quegli anni conquistando anche la maglia azzurra della Nazionale Italiana. Nel 1976, nonostante militasse in serie B, il Centro raggiunse la finale di Coppa Italia dove venne sconfitto dal Novara che in quegli anni dominava il campionato. In quella squadra esordì il giovane portiere Alessandro Cupisti.

Gli anni ottantaModifica

Nei primi anni ottanta continuò la tradizione "basca" viareggina e dal proprio vivaio il Centro pescò tra gli altri Paolo Maggi, Mauro Cinquini, Silvano Paoli ed i portieri Alessandro Pardini e Lamberto Mazzoni. Dopo una retrocessione, seguì una promozione: 1985. Il Centro acquistò due giocatori argentini: Nelson Jaime e Carlos Moreta. Oltre ad Alessandro Barsi, entrarono in squadra anche gli attaccanti del vivaio Alessandro Bertolucci e Sergio Mazzoni, nonché il portiere Andrea Gemignani: tre quarti della Juniores campione d'Italia del 1987 (poi revocato a tavolino). È proprio nella stagione 1986-1987 che il Centro sfiora la finale-scudetto.

Gli anni novantaModifica

Il Centro vinse Novara e raggiunse la seconda semifinale scudetto della sua storia nel 1991-1992.

Gli anni duemilaModifica

Dopo la retrocessione in Serie A-2, nel 2002 ritorna in serie A-1. Dal vivaio arrivano Nicola Palagi e Leonardo Barozzi, da San Juan (Argentina) il difensore Juan Luis Travasino. Nella stagione 2004-2005 torna in semi-finale dopo 13 anni. Nel campionato successivo, Il Centro acquista altri due argentini: Sebastian Molina (ex Novara) e Martin Montivero (ex Bassano). E per il secondo anno consecutivo raggiunge la semi-finale.
Nella stagione 2006-2007 torna a vestire la maglia bianconera Francesco Dolce. Il Centro fa un ulteriore sforzo ed ingaggia il nazionale Leonardo Squeo.
Il 26 aprile 2007, vincendo (4 a 1) a Bassano del Grappa raggiunge la prima finale scudetto.
Nella stagione seguente il Centro acquista dal Prato l'argentino Juan Bustos Soria e il portiere Federico Stagi.
Al compimento del 60º (1947-2007), viene consegnata la Stella d'Oro al Merito sportivo al CGC Viareggio.
Per il secondo anno consecutivo il Centro riesce a vincere a Bassano (4-2) e conquistare la finale: 16 maggio 2008. Il 24 maggio 2008 vince gara-1 (3-2) e una settimana dopo per gara-3 i bianconeri sconfiggono Follonica (7-6).
Il 4 giugno 2008 (gara-4), i viareggini vengono eliminati.
Nella stagione 2008-2009 Partiti Soria e Molina, torna a vestire la maglia bianconera Alberto Orlandi. La squadra accede alla semifinale di Coppa CERS. Il risultato è terzo posto in campionato, eliminazione dalla finale CERS da parte del Lloret de Mar e semifinale play-off. La stagione successiva vede la squadra bianconera raggiungere la seconda finale di Coppa Italia, perdendola. Sarà il massimo traguardo stagionale.

Gli anni duemiladieciModifica

La stagione 2010-2011 vede per la società viareggina, la conquista del primo trofeo nazionale della sua storia, la Coppa Italia, al termine di un doppio confronto contro il Valdagno (5-5 all'andata e 5-4 al golden goal nel ritorno). Gli acquisti sono stati il ritorno dopo 20 anni alla casa madre di Mirko e Alessandro Bertolucci, l'allenatore Massimo Mariotti, Davide Motaran e Farran, quest'ultimo sostituito da Enrico Mariotti nel mercato di gennaio. I bianconeri vincono la stagione regolare. Ai play-off Viareggio vince tutte le partite: elimina il Sarzana, poi il Breganze e infine vince contro il Valdagno in finale con un secco 3-0 nella serie. Il 7 giugno 2011 diventa per la prima volta Campione d'Italia. In questa stagione la rosa del Viareggio è composta da 7 viareggini su 10.
Nella stagione successiva, il Presidente Palagi conferma tutta la squadra e acquista dal Porto il forte attaccante Emanuel Garcia. Il Viareggio disputa il Campionato Mondiale di San Juan 2011. Ottengono il secondo posto durante la regular season e la finale scudetto.
L'organico della squadra per il campionato 2012-13 viene ridotto con le partenze di E. Mariotti e dello storico capitano Nicola Palagi. La squadra è finalista coppa Italia e finalista scudetto.
Il budget per l'anno successivo è ridotto: partono Orlandi e Garcia. Al loro posto vengono ingaggiati Martin Montivero (un ritorno) e Fernando Montigel, due argentini. La stagione 2013-14 inizia con la vittoria della Supercoppa italiana. A metà stagione la squadra di Mariotti centra la finale di Coppa Italia contro il Breganze. In campionato si classifica al quarto posto. Ai play-off viene eliminato ai quarti dal Bassano.
Per la stagione 2014-2015 partono Motaran e Montivero. Viene allestito un progetto di giovani, appena retrocessi, ma del vivaio della società. Alessandro Bertolucci ricopre il doppio ruolo di allenatore-giocatore per la prima volta in carriera. La società ottiene il secondo posto in campionato, finale di coppa Italia persa contro il Breganze ai supplementari con il golden gol (4-3), finale scudetto persa contro il Forte dei Marmi in gara 5 .

Nonostante gli acquisti dello spagnolo Jepi Selva, nel mercato estivo, e del portoghese Sergio Silva, nel mercato di riparazione invernale, il Viareggio si classifica al quinto posto in classifica. In semifinale scudetto troverà il Forte dei Marmi. Per designare chi passerà il turno, occorrerà gara-3, la bella. Ancora una volta sarà una partita vinta ai supplementari al golden gol dal Forte dei Marmi.

Nella stagione successiva i bianconeri perderanno la Coppa Cers per 4-2. La stagione si concluderà in gara 5 di semifinale scudetto contro il Lodi.

Dal 2016, alla squadra si aggiunge un elemento in più: Daniele Maffei diventa voce ufficiale del CGC e telecronista di riferimento per le partite in trasferta, mentre il giornalista Roy Lepore si occupa delle partite giocate in casa. Ogni lunedì della stagione sportiva alle 21, Maffei è, poi, al timone di un programma incentrato sull'hockey Centropista, trasmesso dall'emittente locale NOITV.

Nonostante l'acquisto del celebre giocatore portoghese Reinaldo Ventura, anche se non più giovane, il Viareggio disputerà ben 4 semi-finali (SuperCoppa Europea, SuperCoppa Italiana, Coppa Italia, Scudetto) nella stagione 2017-18, senza mai raggiungere la finale.

CronistoriaModifica

Cronistoria del C.G.C. Viareggio Hockey
  • 1947 – Il 14 aprile viene fondata la Società Pattinatori Viareggini.
  • 1948 – Promozione.
  • 1949 – Promozione.


Il 10 novembre, la S.P.V. si fonde nel CGC Viareggio, creando l'attuale sezione.

Finalista in Coppa Italia

Eliminato ai quarti di finale della Coppa CERS

Eliminato al primo turno della Coppa CERS
Viene riammesso a completamento dell'organico in Serie A-1, in quanto due squadre non si iscrivono.

Eliminato al primo turno della Coppa CERS
Eliminato al primo turno della Champions League
Eliminato agli ottavi di finale della Coppa CERS
Eliminato in semifinale della Coppa CERS

Finalista in Coppa Italia
Eliminato alla fase a gironi dell'Eurolega
  Vince la Coppa Italia (1º titolo)
Eliminato alla fase a gironi dell'Eurolega
Finalista in Supercoppa italiana
Eliminato alla fase a gironi dell'Eurolega
Finalista in Coppa Italia
Eliminato alla fase a gironi dell'Eurolega
Finalista in Coppa Italia
  Vince la Supercoppa italiana (1º titolo)
Eliminato alla fase a gironi dell'Eurolega
Finalista in Coppa Italia
Eliminato ai quarti di finale della Coppa Italia
Eliminato alla fase a gironi dell'Eurolega
Eliminato in semifinale della Coppa Italia
Finalista della Coppa CERS
Eliminato in semifinale della Coppa Italia
Eliminato alla fase a gironi dell'Eurolega
Eliminato in semifinale della Coppa Continentale
Eliminato ai quarti di finale di Coppa Italia.
Partecipa alla Coppa WSE

Colori e simboliModifica

StruttureModifica

SocietàModifica

PalmaresModifica

StatisticheModifica

Partecipazioni ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie A 10 1971 1982-1983 39
Serie A1 29 1985-1986 2018-2019
Serie B 11 1957 1976 18
Serie A2 7 1983-1984 2001-2002
Serie C 8 1955 1967 8

Partecipazioni alle coppe europeeModifica

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Miglior risultato
Eurolega 8 2006-2007 2017-2018 Fase a gironi
6 volte
Coppa CERS
Coppa WSE
7 1987-1988 2018-2019 Finalista
nel 2016-2017
Coppa Continentale 1 2017-2018 Semifinalista
2017-2018

OrganicoModifica

GiocatoriModifica

Rosa e numerazione, tratte dal sito internet ufficiale della Federazione Italiana Sport Rotellistici, aggiornate alla stagione 2018-2019[1].

Naz. Ruolo Sportivo
1   P Emiliano Torre
3   E Andrea Deinite
5   E Nicola Palagi
7   E Fernando Montigel
10   P Leonardo Barozzi
21   E Sergio Festa
29   E Josep Selva
66   E Reinaldo Ventura
71   E Davide Gavioli
77   E Liam Rosi

Staff tecnicoModifica

Settore giovanileModifica

  •   Campionato italiano Juniores-Under 20: 1 (1978)
  •   Campionato italiano Primavera-Under 17: 2 (1985, 2003)
  •   Campionato italiano Allievi-Under 15: 1 (1975)
  •   Campionato italiano Cat. Ragazzi-Under 13: 3 (1972, 1977, 1986)
  •   Campionato italiano Cat. Esordienti-Under 10: 5 (1970, 1971, 1973, 1976, 1977)
  •   Coppa Italia Cat. Juniores-Under 20: 2 (2003, 2010)
  •   Coppa Italia Cat. Primavera-Under 17: 1 (2018)

NoteModifica

  1. ^ Campionati hockey pista, Federazione Italiana Sport Rotellistici. URL consultato il 22 ottobre 2018 (archiviato il 22 ottobre 2018).

BibliografiaModifica

  • Guida ai campionati italiani di hockey su pista 2015-2016, Milano, Lega Nazionale Hockey, 2015, ISBN non esistente.
  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 1, Lodi, Lodinotizie, 2012, ISBN 978-88-908803-0-8.
  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 2, Lodi, Lodinotizie, 2013, ISBN 978-88-908803-1-5.
  • "50 Anni di Hockey in Versilia: 1947/1996", Giulio Arnolieri, Pezzini editore, 1996, Viareggio;
  • "10 Anni di Hockey in Versilia a cavallo del secolo, 1996-2006", Giulio Arnolieri, Editore Il Molo, 2006, Viareggio;
  • "CENTRO dalla Coppa Italia allo Scudetto", Giulio Arnolieri, Editore Il Molo, 2011, Viareggio;
  • Dal quotidiano "Il Tirreno" del 10/11/2009 - [1]
  • Dal quotidiano "Il Tirreno" del 24/11/2010 - [2]
  • Dal quotidiano "Il Tirreno" del 08/06/2011 - [3]

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport