Apri il menu principale

Andreas Wenzel

sciatore alpino tedesco occidentale naturalizzato liechtensteinese
Andreas Wenzel
Andreas Wenzel.JPG
Andreas Wenzel nel 2014
Nazionalità Liechtenstein Liechtenstein
Altezza 175 cm
Peso 70 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra SC Schaan
Ritirato 1988
Palmarès
Olimpiadi 0 1 1
Mondiali 1 3 0
Coppa del Mondo 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Andreas Wenzel (Planken, 18 marzo 1958) è un dirigente sportivo ed ex sciatore alpino liechtensteinese, presidente della Federazione sciistica del Liechtenstein. Durante la sua carriera agonistica si aggiudicò una Coppa del Mondo, vinse varie medaglie olimpiche e iridate, laureandosi anche campione mondiale nella combinata a Garmisch-Partenkirchen 1978, e fu portabandiera del Liechtenstein durante la cerimonia di apertura dei XV Giochi olimpici invernali di Calgary 1988.

È fratello di Hanni e Petra e zio di Tina Weirather, tutte a loro volta sciatrici alpine di alto livello[1].

BiografiaModifica

La famiglia Wenzel, originaria della Germania, si trasferì in Liechtenstein[1] e, dopo i primi successi sportivi di Andreas e di sua sorella Hanni[senza fonte], ricevette la cittadinanza del principato.

Carriera sciisticaModifica

Stagioni 1974-1977Modifica

Andreas Wenzel non aveva ancora compiuto sedici anni quando partecipò per la prima volta ai Mondiali, nel 1974 a Sankt Moritz[senza fonte]; l'anno dopo vinse la medaglia d'oro nello slalom gigante agli Europei juniores di Mayrhofen[2].

Nel 1976 esordì ai Giochi olimpici invernali: a Innsbruck 1976 giunse 28º nella discesa libera, 20º nello slalom gigante, 10º nello slalom speciale e 5° nella combinata valida solo ai fini dei Mondiali 1976. Il 12 dicembre dello stesso anno colse a Val-d'Isère il suo primo piazzamento di rilievo in Coppa del Mondo, classificandosi 7º in slalom gigante.

Stagioni 1978-1980Modifica

Il 14 dicembre 1977, sul difficile tracciato 3-Tre di Madonna di Campiglio, salì per la prima volta su un podio della Coppa del Mondo, giungendo terzo nello slalom gigante vinto dal fuoriclasse svedese Ingemar Stenmark davanti allo svizzero Heini Hemmi. Un mese più tardi, il 17 gennaio 1978, conquistò il primo successo di carriera sulla pista del classico slalom gigante di Adelboden. Nella stessa stagione si disputarono i Mondiali di Garmisch-Partenkirchen, in Germania Ovest, durante i quali Wenzel trionfò nella gara di combinata, oltre a vincere l'argento nello slalom gigante dominato da Stenmark e a classificarsi 13º nella discesa libera.

Nel 1980 Andreas e la sorella Hanni entrarono nella storia dello sci vincendo entrambi la coppa di cristallo, rispettivamente maschile e femminile; fu la prima volta in cui due fratelli s'imposero nelle classifiche generali di Coppa del Mondo, non solo nello stesso anno ma in assoluto. Nello stesso anno Wenzel partecipò ai XIII Giochi olimpici invernali di Lake Placid 1980 negli Stati Uniti, dove ottenne la medaglia d'argento - secondo unicamente a Stenmark - nello slalom gigante valido anche ai fini dei Mondiali 1980; vinse l'argento anche nella combinata, valida solo per i Mondiali, e si classificò 20º nella discesa libera e 12º nello slalom speciale.

Stagioni 1981-1985Modifica

Negli anni seguenti Wenzel continuò a collezionare successi, tra i quali lo slalom speciale vinto proprio nel paese d'origine di Stenmark, Tärnaby, il 23 febbraio 1983, e uno dei primi supergiganti, specialità appena introdotta nel calendario, il 29 gennaio 1984 a Garmisch-Partenkirchen. Wenzel fu presente anche ai XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984 in Jugoslavia (ora Bosnia ed Erzegovina), partecipazione che gli permise di aggiungere al palmarès la medaglia di bronzo vinta nello slalom gigante; non concluse invece lo slalom speciale.

Nel 1985 ottenne l'ultima vittoria in Coppa del Mondo, il 13 gennaio nella prestigiosa combinata dell'Hahnenkamm di Kitzbühel, e partecipò ai suoi ultimi Mondiali: a Bormio 1985 fu 4º nella combinata. In Coppa del Mondo vinse la classifica di combinata sia nel 1984 sia nel 1985, ma all'epoca non era prevista alcuna coppa di cristallo per questa specialità.

Stagioni 1986-1988Modifica

Il 25 gennaio 1987 ottenne, ancora nella combinata dell'Hahnenkamm, il suo ultimo podio in Coppa del Mondo; ai successivi XV Giochi olimpici invernali di Calgary 1988, dopo essere stato portabandiera del Liechtenstein durante la cerimonia di apertura[3], si classificò 12º nel supergigante e 6º nello slalom gigante.

Wenzel, che era famoso anche per essere il preparatore dei suoi stessi sci[senza fonte], si ritirò al termine della stagione 1987-1988 potendo complessivamente vantare 14 successi e 47 podi in Coppa del Mondo; la sua ultima gara fu il supergigante di Saalbach-Hinterglemm del 24 marzo 1988, chiuso al 13º posto.

Carriera dirigenzialeModifica

Dal 2007[senza fonte] è il presidente della Federazione sciistica del Liechtenstein (Liechtensteinischen Skiverbandes, LSV)[4].

Altre attivitàModifica

Dopo il ritiro dalle competizioni aveva lavorato come direttore sportivo della Atomic Austria[senza fonte] e si era dedicato al marketing sportivo[1].

PalmarèsModifica

OlimpiadiModifica

MondialiModifica

Europei junioresModifica

Coppa del MondoModifica

  • Vincitore della Coppa del Mondo nel 1980
  • 47 podi:
    • 14 vittorie (1 in supergigante, 3 in slalom gigante, 4 in slalom speciale e 6 in combinata)
    • 21 secondi posti
    • 12 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
17 gennaio 1978 Adelboden   Svizzera GS
6 marzo 1978 Waterville Valley   Stati Uniti GS
12 gennaio 1980 Lenggries   Germania Ovest KB
13 gennaio 1980 Kitzbühel   Austria SL
8 marzo 1980 Oberstaufen   Germania Ovest GS
4 gennaio 1981 Ebnat-Kappel   Svizzera KB
23 febbraio 1983 Tärnaby   Svezia SL
2 dicembre 1983 Kranjska Gora   Jugoslavia SL
20 dicembre 1983 Madonna di Campiglio   Italia KB
17 gennaio 1984 Parpan   Svizzera KB
29 gennaio 1984 Garmisch-Partenkirchen   Germania Ovest SG
17 dicembre 1984 Madonna di Campiglio   Italia KB
6 gennaio 1985 La Mongie   Francia SL
13 gennaio 1985 Kitzbühel   Austria KB

Legenda:
SG = supergigante
GS = slalom gigante
SL = slalom speciale
KB = combinata

NoteModifica

  1. ^ a b c Paolo De Chiesa, I miei campioni: Hanni e Andreas Wenzel [collegamento interrotto], in Sito ufficiale dei XX Giochi olimpici invernali, 23 maggio 2003. URL consultato il 21 novembre 2014.
  2. ^ a b Profilo ÖSV-Siegertafel, su oesv.at. URL consultato il 21 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2014).
  3. ^ Scheda sports-reference.com sul Liechtenstein, su sports-reference.com. URL consultato il 21 novembre 2014.
  4. ^ (DE) "LSV-Führungsteam" sul sito ufficiale, su lsv.li. URL consultato il 21 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2014).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN84716767 · WorldCat Identities (EN84716767