Associazione universale esperanto

organizzazione internazionale di esperantofoni
Associazione universale esperanto
(EO) Universala Esperanto-Asocio
Universala Esperanto-Asocio.png
Centra Oficejo de UEA.jpg
TipoONG
Fondazione1908
Sede centralePaesi Bassi Rotterdam
Altre sediStati Uniti New York
Area di azioneMondo Mondo
PresidenteCanada Mark Fettes (dal 2013)
Sito web

L'Associazione universale esperanto (in esperanto Universala Esperanto-Asocio, UEA) è la principale organizzazione internazionale di esperantofoni, con membri in 119 paesi (nel 2000) e in relazione ufficiale con le Nazioni Unite[1] e l' UNESCO[2]. In aggiunta ai membri individuali, 95 organizzazioni nazionali d'esperanto sono membri dell'UEA. Il presidente dal 2013 è il canadese Mark Fettes.

L'UEA fu fondata nel 1908 dal giornalista svizzero Hector Hodler e da altri, e oggi ha sede generale a Rotterdam, Paesi Bassi. Un ufficio dell'organizzazione è situato a New York, presso le Nazioni Unite.

Dalla fondazione dell'UEA, la presidenza è stata retta dalle seguenti nazioni (aggiornato al 2004):

Paese d'origine Anni di presidenza
Svizzera 26
Regno Unito 16
Francia 13
Stati Uniti 9
Svezia 9
Canada 7
Italia 7
Belgio 6
Corea 3
Australia 3
Giappone 2
(posto vacante) 3

L'annuale Congresso universale di esperanto (Universala Kongreso de Esperanto), che attrae circa 1.500-3.000 persone in differenti città ogni anno è tenuta sotto la direzione dell'UEA.

Inoltre l'UEA possiede la più ampia libreria in Esperanto del mondo e pubblica libri, acquistabili tramite spedizioni postali (più di 15.000 libri, CD e oggetti vari); mantiene anche un centro d'informazione e una significativa biblioteca di volumi in esperanto. L'organizzazione ha una rete di rappresentanza in tutto il mondo, i Delegita Reto, i cui membri sono ben disposti a rilasciare informazioni sui propri paesi di provenienza o sui vari settori professionali.

La TEJO, l'organizzazione mondiale della gioventù Esperanto, è la sezione giovani dell'UEA. Come per l'Universala Kongreso dell'UEA, anche la TEJO organizza un congresso internazionale della gioventù Esperanto (Internacia Junulara Kongreso) ogni anno in un luogo diverso. L'IJK è una settimana di concerti, presentazioni, escursioni, e divertimento in generale che attrae centinaia di giovani da tutto il mondo.

In aggiunta all'ONU e all'UNESCO, la UEA ha relazioni consultive anche con l'UNICEF e il Consiglio d'Europa e una relazione operativa generale con l'Organizzazione degli Stati americani. Svolge anche un ruolo ufficiale nell'Organizzazione internazionale per la normazione (ISO). L'UEA è attiva nell'informazione pubblica nell'Unione europea e secondo necessità in altre organizzazioni e conferenze interstatali e internazionali. L'organizzazione è membro del Consiglio europeo delle lingue, un forum comune di università e associazioni linguistiche per la consapevolezza delle lingue e delle culture dentro e fuori l'Unione Europea. L'UEA è stata più volte candidata al Premio Nobel per la pace.

Sezioni nazionaliModifica

Segue un prospetto di tutte le sezioni nazionali riconosciute dall'UEA[3].

AfricaModifica

AmericaModifica

AsiaModifica

EuropaModifica

OceaniaModifica

NoteModifica

  1. ^ Copia archiviata (PDF), su www2.unog.ch. URL consultato il 20 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2008).
  2. ^ Portal: Complete list ONG-NGO, Non Gouvernemental Organizations, Organisations non gouvernementales Archiviato l'11 settembre 2012 in Internet Archive.
  3. ^ (EO) http://uea.org/landoj/index.html Archiviato il 14 maggio 2011 in Internet Archive.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN139174037 · ISNI (EN0000 0001 2034 305X · LCCN (ENn83024806 · GND (DE38078-7 · BNF (FRcb11987209v (data) · J9U (ENHE987007269243405171 · WorldCat Identities (ENlccn-n83024806
  Portale Esperanto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di esperanto