Apri il menu principale

Croce di San Giorgio

figura araldica
(Reindirizzamento da Bandiera inglese)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Croce di San Giorgio (disambigua).
Croce di San Giorgio
Croce di San Giorgio
Proporzioni3:5
Simbolo FIAVBandiera di stato e civile
UsoBandiera civile e di stato
Tipologianazionale (non sovrana)

La croce di San Giorgio è una bandiera costituita da una croce rossa in campo bianco; graficamente è complementare alla croce di San Giovanni Battista. Originariamente vessillo della Repubblica di Genova, venne poi utilizzata dai crociati e in seguito adottata da molte altre città.

StoriaModifica

La simbologia del Salvifico vessillo della vera croce, come Jacopo da Varagine Arcivescovo di Genova indicò la croce di San Giorgio, determinò nel medioevo, per i pellegrinaggi armati, l'appellativo di crociati. La Croce di San Giorgio venne quindi scelta come simbolo dei pellegrini che si recavano presso i luoghi santi del Cristianesimo e che dopo il 1095, anno di conquista di Gerusalemme da parte dei Turchi selgiuchidi, mossi in gran parte da spirito sincero di missione, decisero di prendere la croce ed armarsi per liberare la terra ove nacque e visse Gesù Cristo, in risposta ai ripetuti attacchi subiti dai Turchi, decisi, una volta soverchiati gli Arabi, a spingersi alla conquista dell'impero Bizantino. Nel 1099 fu adottata da Goffredo di Buglione a seguito della presa di Gerusalemme in onore delle forze Genovesi ("Praepotens Genuensium Praesidium") al seguito di Guglielmo Embriaco che giunti dopo un lungo assedio risolsero le sorti della battaglia con un contributo decisivo nella conquista della Città Santa.

Divenne simbolo nel corso del medioevo anche della Lega Lombarda, che la adoperò come vessillo, probabilmente ispirandosi al gonfalone del comune di Milano.

L'uso del vessillo da parte dei genovesi, invece, pare risalire ad epoche remote, quando l'esercito bizantino stanziava nella città, e il vessillo della guarnigione (una croce rossa in campo bianco) veniva portata in omaggio nella piccola chiesa di San Giorgio, ma è di sicuro attestato nel 1096. La bandiera, storicamente utilizzata dalla Repubblica di Genova, aveva un valore di difesa automatica: le navi nemiche se la vedevano evitavano il conflitto. Così nel 1190[1] i regnanti di Londra ottennero l'uso della bandiera per la flotta britannica, ma in cambio di un tributo annuale da pagare alla Repubblica di Genova[2]. Nel luglio 2018 il sindaco di Genova Marco Bucci ha chiesto alla Regina inglese 247 anni di tributi arretrati in quanto non fu più pagata la concessione del vessillo dal 1771.

Stati e comuni di cui è bandiera o parte dello stemmaModifica

StatiModifica

RegioniModifica

ComuniModifica

Comuni d'ItaliaModifica

Comuni non italianiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica