Apri il menu principale

Blood Simple - Sangue facile

film del 1984 diretto da Joel ed Ethan Coen
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Sangue facile" rimanda qui. Se stai cercando il remake cinese del 1989, vedi Sangue facile (film 2009).
Blood Simple - Sangue facile
BloodSimple.JPG
Frances McDormand in una scena del film
Titolo originaleBlood Simple
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1984
Durata99 min
96 min (director's cut)
Rapporto1,85:1
Generethriller, noir, drammatico
RegiaJoel ed Ethan Coen
SoggettoJoel ed Ethan Coen
SceneggiaturaJoel ed Ethan Coen
ProduttoreJoel ed Ethan Coen
Produttore esecutivoDaniel F. Bacaner
Casa di produzioneRiver Road Productions, Foxton Entertainment
FotografiaBarry Sonnenfeld
MontaggioRoderick Jaynes, Don Wiegmann
Effetti specialiLoren Bivens
MusicheCarter Burwell
ScenografiaJane Musky
CostumiSara Medina-Pape
TruccoJean Ann Black
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Edizione originale

Ridoppiaggio (2010)

Blood Simple - Sangue facile (Blood Simple) è un film del 1984 scritto, diretto e prodotto dai fratelli Coen.

TramaModifica

Abby e Ray stanno attraversando un forte acquazzone durante la notte, discutendo del cattivo matrimonio di Abby e si recano in un motel, dove hanno un rapporto sesssuale. Il marito di Abby, Julian Marty, proprietario del bar dove lavora Ray, sospetta qualcosa e assume un investigatore privato, Lorren Visser, per seguire la moglie. Visser scatta delle foto in cui si documenta il tradimento e le consegna a Marty.

Marty tenta di rapire Abby dalla residenza di Ray per riportarla a casa, ma senza successo. Geloso e furibondo, assume Visser per uccidere la coppia. Visser irrompe nella casa di Ray, ruba la pistola di Abby e fotografa la coppia addormentata attraverso la finestra della camera da letto presentandola a Marty come foto, in realtà ritoccata, dei "cadaveri" della coppia. Marty va in bagno a vomitare, poi apre la cassaforte per dare a Visser il suo compenso ma Visser spara a Marty con la pistola di Abby, lasciando poi la pistola sulla scena del delitto.

Ray torna al bar e fa cascare accidentalmente la pistola di Abby, sparando. Trova Marty immobile e decide di coprire l'omicidio, che presume che sia stato commesso da Abby. Carica il corpo sul sedile posteriore e mette la pistola di Abby nella tasca del cappotto ma, mentre Ray sta guidando lungo una strada di campagna di notte, si rende conto che Marty è ancora vivo, anche se gravemente ferito; nonostante tutto, lo seppellisce.

Ray torna a casa e, sconvolto, dice ad Abby di aver ripulito il casino che aveva commesso ma Abby appare incredula e insiste di non saperne niente. Quando Ray lascia l'appartamento di Abby, le restituisce lascia la pistola e i due non capiscono quale sia la versione reale dei fatti. Intanto Visser distrugge le fotografie che aveva scattato e quelle ritoccate.

Visser osserva prima Abby e poi Ray che visitano l'ufficio del bar per cercare di capire meglio cosa sia accaduto. Quando esce dal bar, Ray si accorge di essere seguito e si avvia verso l'appartamento di Abby, rendendosi conto che potrebbe essere in pericolo. Dopo che Abby arriva, Visser, sparando da un tetto vicino con un fucile, uccide Ray mentre Abby, sentendo dei passi avvicinarsi, prende velocemente il coltello di Ray e si nasconde nel bagno. Visser entra nel bagno per ucciderla, lo trova vuoto con la finestra aperta. Allungando la mano dalla finestra, apre la finestra nella stanza accanto, ma Abby blocca la sua mano al davanzale trapassandola con il coltello. Vidder cerca di liberarsi sparando attraverso il muro e buttando giù la parete di legno per rimuove il coltello, mentre Abby si ritira e aspetta fuori dal bagno con la pistola. Mentre Visser sta per raggiungerla, lei spara attraverso la porta, colpendolo e facndo comprendere che ha scambiato Visser per Marty.

RemakeModifica

Nel 2009 il regista Zhang Yimou ha realizzato un remake di produzione cinese, che si discosta molto dal film dei Coen, utilizzando il genere della commedia. Il film è conosciuto internazionalmente con il titolo A Woman, a Gun and a Noodle Shop, o semplicemente A Simple Noodle Story, e racconta la storia del proprietario di un negozio di noodles che pianifica l'uccisione della moglie adultera e del suo amante. In Italia il film è stato distribuito, con il titolo Sangue facile, direttamente per il mercato home video dalla BiM Distribuzione.[1]

PremiModifica

NoteModifica

  1. ^ Sangue facile, bimcineclub.com. URL consultato il 04-01-2012 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN214773033 · GND (DE4653640-1 · BNF (FRcb164589782 (data) · WorldCat Identities (EN214773033
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema