Apri il menu principale

Circuito di Silverstone

circuito automobilistico
Circuito di Silverstone
Tracciato di Circuito di Silverstone
Localizzazione
StatoRegno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
LocalitàSilverstone
Caratteristiche
Lunghezza5 891[1] m
Curve18
Inaugurazione1947
Categorie
Formula 1
MotoGP
Superbike
Altre serieGP2, WEC, Campionato FIA GT
Formula 1
Tempo record1'27"369[1]
Stabilito daLewis Hamilton
suMercedes AMG F1 W10 EQ Power+
il14 luglio 2019
record in gara
MotoGP
Tempo record2'01"560
Stabilito daMarc Márquez
suHonda
il27 agosto 2017
in gara nella configurazione da 5 900 m
Mappa di localizzazione

Coordinate: 52°04′43″N 1°01′01″W / 52.078611°N 1.016944°W52.078611; -1.016944

Il circuito di Silverstone è un tracciato per competizioni automobilistiche situato a breve distanza dal villaggio omonimo nella contea di Northamptonshire in Inghilterra. Fu su questo circuito che si svolse, il 13 maggio 1950, la prima gara del campionato del mondo di Formula 1. È la sede storica (dopo alcune interruzioni) del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1.

Indice

StoriaModifica

 
L'attuale circuito visto dal satellite
 
La partenza della Gara 1 del Gran Premio di Formula 2 2018 a Silverstone

Silverstone nasce come aeroporto militare, RAF Silverstone, nel 1943. La configurazione era quella standard con la quale venivano realizzati tutti gli aeroporti britannici della seconda guerra mondiale: tre piste disposte a triangolo.

Nel dopoguerra le prime gare utilizzarono proprio le tre piste di decollo come tracciato. Queste venivano collegate con tre curve secche realizzate con balle di paglia. Si generò un circuito velocissimo.

Dal 1950 si cominciarono ad utilizzare per le competizioni le vie perimetrali dando così origine al circuito vero e proprio, il cui schema rimase quasi invariato per 37 anni.

Nel 1951, il 14 luglio, Josè-Froilan Gonzalez si aggiudica il IV Gran Premio di Gran Bretagna, prova valida per il mondiale di Formula 1: è la prima vittoria della Ferrari nella Formula 1, e segna anche il declino irreversibile, per questo tipo di gare, dei motori con compressore volumetrico.

Nel 1975 venne realizzata una chicane nel tentativo di limitare la velocità di percorrenza della curva Woodcote.

Nel Gran Premio del 1985 Keke Rosberg su Williams-Honda ha realizzato la pole position ad una media di poco inferiore ai 260 km/h (259,005 km/h): si è trattato della pole position con la media più alta nella storia della Formula 1. Il record è durato per quasi 20 anni: nel 2002, Juan Pablo Montoya ha fatto segnare nel corso delle prove del Gran Premio d'Italia 259,828 km/h, portato due anni dopo a 260,395 km/h di media da Rubens Barrichello. Nelle qualifiche del Gran Premio d'Italia 2018 il record è stato nuovamente battuto da Kimi Räikkönen su Ferrari con una media di 263,587 km/h.

Nel 1987 venne modificata la curva Bridge.

Nel 1990 e nel 1991 si sono svolti più importanti lavori di trasformazione del circuito, che lo rivoluzionò. I lavori lo hanno portato ad una configurazione più lenta, privandolo delle sue storiche curve Stowe, Club e Woodcote. Il cambio di configurazione non è stato molto gradito dai piloti di Formula 1. Nel 1997 il tracciato fu riasfaltato e le curve Priory e Luffield furono modificate, la Priory diventa veloce, mentre il complesso Luffield non ha più 2 curve ed è stato ridotto ad una singola curva, fu allungata l'uscita della pit lane e nel 1998 furono colorati i cordoli della pista, prima erano bianchi, poi sono diventati blu-bianchi, ora sono bianchi-rossi. In questo stesso anno Michael Schumacher ha vinto il GP di F1 attraversando la linea del traguardo in pit lane. Nel Tracciato Stowe i cordoli rimasero bianchi fino al 2011, quando furono colorati bianchi-rossi per rispettare le regole dei due tracciati.

Nel 2004 è stato raggiunto un accordo tra la società che gestisce l'impianto e Bernie Ecclestone che ha garantito la presenza della Formula 1 a Silverstone fino al 2009. Sul finire dell'edizione 2008 infatti Bernie Ecclestone ha reso noto che il Gran Premio d'Inghilterra dal 2010 si sarebbe spostato sul tracciato del Donington Park già utilizzato da molti anni per il Motomondiale e Superbike e per il Gran Premio d'Europa.Nel luglio 2008 il pilota finlandese della Ferrari Kimi Räikkönen ha superato, su questo tracciato, la soglia dei 500 punti. Nella storia della Formula 1 era successo solo a 3 piloti fra i quali il tedesco Michael Schumacher. A seguito delle difficoltà degli organizzatori di Donington il 7 dicembre 2009 viene firmato un accordo tra Ecclestone e gli organizzatori di Silverstone per mantenere per 17 anni la gara sul circuito.[2]

Nella stagione 2010 il circuito viene allungato di 750 metri, la F1 utilizzerà il percorso inizialmente previsto per la MotoGP.[3] Dalla stagione 2011 la griglia di partenza è stata spostata dalla posizione originale tra le curve Woodcote e Copse inserendola tra le curve Club e Abbey, dove è sorta anche la nuova pit lane e il nuovo paddock. Il tratto di circuito tra la curva Woodcote e la Copse, lungo cui è presente la vecchia pit lane, è stato chiamato rettilineo internazionale. Nel 2012 fu riasfaltato il vecchio rettilineo di partenza della F1 perché sconnesso. Nel 2018 la pista fu completamente riasfaltata, ma il nuovo fondo suscitò varie critiche sia dai piloti di Formula 1 che soprattutto da quelli di MotoGP, che si videro annullare il Gran Premio a causa dello scarso drenaggio dell'asfalto e delle troppe cunette presenti, che rendevano troppo pericoloso correre con la pioggia. Alla luce di questi problemi, nell'estate 2019 la pista sarà nuovamente riasfaltata.[4]

StrutturaModifica

La superficie del tracciato si estende su due diverse contee. Metà del tracciato è nel territorio del Buckinghamshire mentre l'altra metà si trova nel Northamptonshire. Disposto su un altopiano spazzato dai venti, una delle sue principali caratteristiche è la estrema variabilità delle condizioni meteorologiche. All'interno del tracciato sono ancora attive tre piste e vengono ancora utilizzate come aeroporto. Durante il weekend del Gran Premio Silverstone diventa uno dei più trafficati aeroporti britannici, tanto che viene creato un apposito centro di controllo del traffico aereo.

Mappe del circuitoModifica

Altri circuiti britanniciModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) FORMULA 1 ROLEX BRITISH GRAND PRIX 2019, su formula1.com. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  2. ^ Il Gp d'Inghilterra a Silverston per 17 anni, f1.gpupdate.net, 7 dicembre 2009. URL consultato il 7 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2009).
  3. ^ Formula 1: Silverstone cambia configurazione ed include il tracciato per la MotoGP, motorsportblog.it, 13 dicembre 2010. URL consultato il 16 febbraio 2010.
  4. ^ Silverstone sarà riasfaltata per gli appuntamenti di F1 e MotoGP, su f1ingenerale.com.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1