Conti di Hainaut

lista di un progetto Wikimedia

I conti di Hainaut sono stati i governatori della contea di Hainaut, una regione storica dei Paesi Bassi.

Conti carolingiModifica

Nell'880, per il trattato di Ribemont, la Lotaringia ritorna a Ludovico il Giovane, re di Germania, che mette Reginardo a capo della contea di Hainaut :
Nel 911, la Lotaringia è di nuovo riannessa al regno dei Franchi Occidentali, ma Sigardo conserva la sua carica comitale.
  • 920-925: Engherrando II, parente di Engherrando I.
Nel 925, la Lotaringia ritorna alla Germania, e Enrico l'Uccellatore nomina Reginardo II conte di Hainaut.

Casato di ReginarModifica

Nel 958, Reginardo III, per essersi ribellato, viene esiliato dall'imperatore il quale s'impossessa dell'Hainaut, affidandola per metà a diversi signori :
Conte di Hainaut (ridotto alla contea di Mons) Conte di Hainaut (ridotto alla contea di Valenciennes)
  • 1045/8-1049: Ermanno († 1049), fu unico conte di Hainaut, avendo riunificato le contee di Mons e di Valenciennes, in quanto la moglie, Richilde di Egisheim, era figlia ed erede del conte di Valenciennes (forse Reginardo di Hasnon).
  • 1049-1051 : Richilde, succeduta al marito, in quanto i due figli minorenni erano stati avviati alla vita religiosa: Ruggero divenne, nel 1066, vescovo di Châlons, mentre la figlia Agnese, entreta in monastero, divenne suora.

Dinastia delle FiandreModifica

 
Le armi primitive della contea di Hainaut
 
A partire dalla riunione delle contee di Fiandra e di Hainaut da parte di Baldovino V (1191), i conti porteranno le sole armi della Fiandra.

Casa di AvesnesModifica

 
Giovanni I portava queste armi quando diventa anche conte d'Olanda (1297). Vi si ritrova il leone olandese e il leone delle Fiandre.
  • 1250-1257: Giovanni d'Avesnes (1218 † 1257), conte ereditiere di Hainaut, figlio di Bouchard d'Avesnes e di Margherita di Hainaut

Casa di BavieraModifica

 
Queste armi furono portate dai conti di Hainaut della casa di Baviera. Vi si ritrovano le armi della Baviera.

Casa di BorgognaModifica

 
Filippo il Buono e Carlo il Temerario porteranno queste armi, nelle quali non vi si trova alcun simbolo di Hainaut. (Vi si trovano in cambio le armi di Fiandra, del Brabante e del Limburgo.)

Sovrani dei Paesi BassiModifica

Titolo onorifica nella casa reale del BelgioModifica

Per regio decreto (12 giugno 1859) del re Leopoldo I del Belgio, il titolo di conte di Hainaut fu conferito alla nascita al principe Leopoldo, primo figlio maschio del proprio figlio ed erede, il futuro re Leopoldo II, allora duca di Brabante. Dopo la morte del nonno e l'ascesa al trono del padre nel 1865, il principe Leopoldo divenne duca di Brabante, ma conservò anche il titolo di conte di Hainaut. Su modello di questa prima creazione, il re Alberto I, con un regio decreto del 10 settembre 1930, decise di rendere canonico il titolo di conte di Hainaut per il primo figlio maschio dell'erede al trono (il duca di Brabante): «Articolo I. Il nostro amatissimo nipote, il principe Baldovino [...] porterà il titolo di conte di Hainaut. Questo titolo precederà quello di principe del Belgio. Articolo II. In futuro il figlio maggiore del duca di Brabante porterà sempre questo titolo. Lo abbandonerà quando a sua voltà prenderà quello di duca di Brabante»[2]. Poco prima della nascita della principessa Elisabetta, oggi duchessa di Brabante, primogenita del re Filippo, ma alla nascita nipote di Alberto II, quest'ultimo con un regio decreto (17 ottobre 2001) ha abolito quello del 10 settembre 1930[3]. A differenza del titolo di duca di Brabante, quello di conte di Hainaut è infatti ritenuto troppo unilaterale in rapporto alla questione linguistica e comunitaria del paese.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Sur l'origine des comtes de Ponthieu du XIe siècle et la diffusion du prénom Engherrando (PDF) [collegamento interrotto], su gpierrepont.free.fr, 2006. URL consultato il 12-08-2010.
  2. ^ Regio decreto del 10 settembre 1930
  3. ^ Regio decreto del 17 ottobre 2001
  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia