Cormano

comune italiano

Cormano[4] (Cormàn in dialetto milanese, AFI: [kurˈmãː]) è un comune italiano di 20 381 abitanti[1] della città metropolitana di Milano in Lombardia. Il comune fa parte del territorio del Nord Milano[5].

Cormano
comune
Cormano – Stemma
Cormano – Bandiera
Cormano – Veduta
Cormano – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Lombardia
Città metropolitana Milano
Amministrazione
SindacoLuigi Gianantonio Magistro (centro-destra) dal 10-6-2019 (2° mandato dal 10-06-2024)
Territorio
Coordinate45°33′N 9°10′E
Altitudine149 m s.l.m.
Superficie4,47 km²
Abitanti20 381[1] (31-5-2023)
Densità4 559,51 ab./km²
FrazioniBrusuglio, Fornasè, Molinazzo, Ospitaletto
Comuni confinantiBollate, Bresso, Cusano Milanino, Milano, Novate Milanese, Paderno Dugnano
Altre informazioni
Cod. postale20032
Prefisso02
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT015086
Cod. catastaleD013
TargaMI
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 404 GG[3]
Nome abitanticormanesi
Patronosan Pietro
Giorno festivo7 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cormano
Cormano
Cormano – Mappa
Cormano – Mappa
Posizione del comune di Cormano all'interno della città metropolitana di Milano
Sito istituzionale

Geografia fisica

modifica

Territorio

modifica

Il comune sorge nell'alta pianura lombarda, a 149 m s.l.m. Il territorio comunale è per la quasi totalità urbanizzato, ad eccezione della zona agricola occidentale compresa nel Parco della Balossa e di alcune aree a nord del comune a ridosso del comune di Paderno Dugnano. L'unico corso d'acqua che attraversa il territorio comunale è il fiume Seveso, che, in particolare, scorre all'interno del quartiere di Brusuglio, non lontano dal confine con Bresso.

Facente parte dell'area urbana della Grande Milano, e confinante con i comuni di Bollate, Bresso, Cusano Milanino, Milano, Novate Milanese e, appunto, Paderno Dugnano è un comune della prima cintura urbana di Milano ed è situato a circa una decina di chilometri, in linea d'aria, a nord da Piazza del Duomo di Milano.

Secondo la classificazione climatica il comune è situato in "zona E", 2404 GR/G e dunque il limite massimo consentito per l'accensione dei riscaldamenti è di 14 ore giornaliere dal 15 ottobre al 15 aprile[6].

Situata nell'alta pianura padana, Cormano ha un clima di tipo continentale con inverni freddi e con molte giornate di gelo ed estati calde, umide e moderatamente piovose[7]; in quest'ultimo periodo, in particolare, le temperature, possono superare i 30 °C e l'umidità che può raggiungere l'80%, causando il fenomeno dell'afa[7]. Come nel resto della Grande Milano, al contrario, il fenomeno della nebbia, una volta tipico del periodo autunnale e invernale, sta diventando via via sempre meno frequente.[8]

Cormano era una località agricola di antica origine. Da Cormano, in epoca romana, passava la via Mediolanum-Bellasium, strada romana che metteva in comunicazione Mediolanum (Milano) con Bellasium (Bellagio).

Alla fine del XVII secolo Giovanni Paolo Besozzi, figlio di Giovanni Agostino, fu investito del feudo di Cormano con Ospitaletto nella Pieve di Bruzzano poi venne creato conte in data 8 gennaio 1675[9].

Nell'ambito della suddivisione del territorio milanese in pievi, apparteneva alla pieve di Bruzzano. In età napoleonica, anno 1809, Cormano divenne frazione di Bresso, aggregata due anni dopo a Bruzzano. Tutti i centri recuperarono l'autonomia con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto, anno 1816.

Nel 1871 a Cormano venne aggregato il soppresso comune di Brusuglio.[10] Cormano ha conosciuto un intensissimo sviluppo demografico ed edilizio negli anni cinquanta e sessanta del XX secolo, fino a formare una conurbazione con i comuni limitrofi e con la città di Milano.

Simboli

modifica

Lo stemma comunale, concesso insieme al gonfalone con il decreto del presidente della Repubblica del 16 marzo 1956[11], è blasonato:

«Interzato in fascia: il primo di rosso, al manzo d'argento, passante su campagna erbosa; il secondo d'argento, all'aquila di nero; il terzo d'azzurro, alla moneta romana d'argento. Ornamenti esteriori di Comune.»

Il Comune invece utilizza uno scudo partito con il capo d'argento (o troncato semipartito), variando la posizione delle figure rispetto alla concessione ufficiale.

La figura del manzo è ripresa dallo stemma della famiglia Manzoni e ricorda la presenza sul territorio di Villa Manzoni, dimora del grande scrittore, già appartenuta a Carlo Imbonati. L'aquila deriva, con una variante di smalto, dallo stemma della famiglia Besozzi, prima feudataria di Cormano dal 1674 (di rosso, all'aquila coronata d'oro). Una moneta romana d'argento ricorda i ritrovamenti archeologici avvenuti nel territorio comunale.

Il gonfalone è un drappo partito di rosso e di azzurro.

Monumenti e luoghi d'interesse

modifica

Architetture religiose

modifica
  • Chiesa di San Vincenzo diacono e martire
  • Chiesa del Santissimo Salvatore
  • Chiesa del Buon Pastore (fraz. Ospitaletto)
  • Chiesa di San Cristoforo (fraz. Ospitaletto)
  • Chiesa Sacro Cuore di Gesù (fraz. Molinazzo)

Architetture civili

modifica

Le ville

modifica
  • Villa Gioiosa (fraz. Ospitaletto)
  • Villa Manzoni (fraz. Brusuglio)

La Corte Bianca

modifica
 
La Corte Bianca

La "Corte Bianca" è un'abitazione gentilizia situata in Cormano in via Roma. Era stata di proprietà dei conti Biumi dal '700 fino a tutto il periodo austriaco[12]. Intorno 1820 l'avvocato Defendente Sommaruga comprò tutte le proprietà a Cormano dei fratelli Biumi, compresa quindi la Corte Bianca[13]. Davide Sommaruga, figlio del predetto Defendente e Sindaco di Cormano fino alla morte avvenuta nel 1873, nella casa gentilizia di sua proprietà, la Corte Bianca, insediò il municipio[14]. In seguito la Corte Bianca divenne proprietà dei Clerici e da questi, all'inizio del Novecento, passò al Cav. Vincenzo Aliprandi (Cusano 1850 - 1930), sindaco di Cusano sul Seveso dal 1887 al 1905[15].

Aree naturali

modifica

Società

modifica

Evoluzione demografica

modifica

Abitanti censiti[16]

Etnie e minoranze straniere

modifica

Secondo le statistiche ISTAT[17] al 1º gennaio 2019 la popolazione straniera residente nel comune era di 2 101 persone, pari al 10% della popolazione. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:[17]

Cultura

modifica

Istruzione

modifica

Biblioteche

modifica

Il sistema bibliotecario del comune metropolitano aderisce al Consorzio Sistema Bibliotecario Nord-Ovest. In città sono presenti due biblioteche e un punto prestiti[18]:

  • Biblioteca Civica Paolo Volontè;
  • Biblioteca Civica dei Ragazzi, aperta nel 2010 all'interno del Bì, La fabbrica del gioco e delle arti[19];
  • PuntoPrestito Brusuglio, aperto nel 2019 a Brusuglio, presso la sede della Croce Rossa Comitato Nord Milanese.

Il sistema scolastico di Cormano si divide in due comprensori che raggruppano e amministrano due scuole dell'infanzia, tre scuole primarie e due scuole secondarie di primo grado statali. A queste si aggiungono quattro scuole dell'infanzia paritarie[20].

  • Museo delle comunicazioni
  • Museo del giocattolo

Geografia antropica

modifica

Frazioni

modifica

Il territorio comprende i nuclei abitati di Cormano centro, Brusuglio, Fornasè, Molinazzo e Ospitaletto.[21]

Infrastrutture e trasporti

modifica

Cormano è servita da una fitta rete stradale.

A sud del centro abitato, al confine con il territorio comunale di Milano, è presente l'uscita Cormano dell'autostrada A4 Torino – Venezia, che in tale punto incrocia la superstrada SPexSS35 Milano – Meda che serve il comune anche con un secondo svincolo Cormano-Cusano.

Cormano è attraversata anche dalla vecchia strada Comasina nonché da una fitta viabilità intercomunale.

Ferrovie e tranvie

modifica

Il territorio comunale è attraversato dalla ferrovia Milano-Asso, gestita da Ferrovienord. È presente una fermata ferroviaria, denominata stazione di Cormano-Cusano Milanino, servita dai treni del servizio ferroviario suburbano di Milano.

Lungo la Comasina correva la tranvia Milano-Limbiate, tranvia interurbana costruita nel 1882, elettrificata negli anni 1910 e riorganizzata negli anni 1960; il servizio tranviario sulla linea è cessato nel 2022.

Nell'aprile 2023 sono stati avviati i lavori di costruzione della tranvia Milano-Seregno, che attraverserà la porzione orientale del territorio comunale di Cormano.[22]

Mobilità urbana

modifica

I trasporti urbani vengono svolti con autoservizi di linea gestiti da ATM, il collegamento tra Milano, Cormano e Cantù è invece gestito da AirPullman.

Amministrazione

modifica
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1980 1995 Pasquale Riitano PCI/PDS Sindaco
1995 2004 Francesco Maria Boselli centrosinistra Sindaco
2004 2014 Roberto Cornelli centrosinistra Sindaco
2014 2019 Tatiana Cocca centrosinistra Sindaco
2019 In carica Luigi Gianantonio Magistro centrodestra Sindaco
  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2021 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Luciano Canepari, Cormano, in Il DiPI: dizionario di pronuncia italiana, Bologna, Zanichelli, 1999, ISBN 88-08-09344-1.
  5. ^ Zona omogenea Nord Milano Archiviato il 23 dicembre 2015 in Internet Archive.
  6. ^ Classificazione climatica Lombardia, dati Confedilizia, su confedilizia.it. URL consultato il 10 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2015).
  7. ^ a b Il clima della Lombardia, su centrometeoitaliano.it. URL consultato il 10 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2014).
  8. ^ Clima Italia, su climieviaggi.it. URL consultato il 16 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2014).
  9. ^ Cinzia Cremonini, "Teatro Genealogico delle famiglie nobili milanesi", Mantova 2003, pag. 169
  10. ^ Regio Decreto 26 febbraio 1871, n. 100
  11. ^ Cormano, decreto 1956-03-16 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 22 agosto 2022.
  12. ^ Giuseppe Baiocchi e altri, "Cormano, la sua chiesa, la sua gente", 1992, pag. 42
  13. ^ Giuseppe Baiocchi e altri, "Cormano, la sua chiesa, la sua gente", 1992, pag. 75
  14. ^ Giuseppe Baiocchi e altri, "Cormano, la sua chiesa, la sua gente", 1992, pag. 85
  15. ^ Giuseppe Baiocchi e altri, "Cormano, la sua chiesa, la sua gente", 1992, pag. 103
  16. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
    Nota bene: il dato del 2021 si riferisce al dato del censimento permanente al 31 dicembre di quell'anno. Fonte: Popolazione residente per territorio - serie storica, su esploradati.censimentopopolazione.istat.it.
  17. ^ a b Popolazione straniera residente per età e sesso al 31 dicembre 2018, su demo.istat.it. URL consultato il 2 aprile 2020.
  18. ^ Biblioteca, su comune.cormano.mi.it. URL consultato il 22 marzo 2020.
  19. ^ Biblioteca Civica dei Ragazzi, su comune.cormano.mi.it. URL consultato il 22 marzo 2020.
  20. ^ Scuole e Comitati Genitori, su comune.cormano.mi.it. URL consultato il 22 marzo 2020.
  21. ^ Art. 2 comma 2 dello Statuto Comunale
  22. ^ Metrotranvia Milano Parco Nord-Seregno (PDF), su www.cittametropolitana.mi.it.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN245882392