Apri il menu principale
Diopside
Diopside Aoste.jpg
Classificazione Strunz9.DA.15
Formula chimicaCaMgSi2O6
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinotrimetrico
Sistema cristallinomonoclino
Parametri di cellaa=9,746 Å, b=8,899 Å, c=5,251 Å, β=105,79°, Z=4[1]
Gruppo puntuale2/m
Gruppo spazialeC 2/c
Proprietà fisiche
Durezza (Mohs)5½- 6½[1]
Sfaldaturaperfetta
Fratturairregolare, concoide[1]
Coloreverde, verde chiaro, verdo scuro, verde smeraldo, trasparente
Lucentezzavitrea, opaca[1]
Opacitàtrasparente, opaca
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

Il diopside è un minerale appartenente al gruppo degli Inosilicati (dal greco "Inos" fibra), più precisamente fa parte dei Pirosseni.

Indice

MorfologiaModifica

Il diopside si presenta in cristalli prismatici allungati, più spesso in aggregati colonnari e granulari di colore verde, giallo, azzurro, bruno e biancastro. Questo minerale è pesante, duro, fragile e insolubile in acido. Quando è trasparente, costituisce una pietra d'ornamento usata anche in gioielleria.

Origine e giacituraModifica

Il diopside si trova in rocce intrusive e filoniane profonde, in rocce metamorfiche ricche di calcio e nelle diaclasi. Si trova soprattutto in Brasile.

Eccezionali cristalli sono presenti nelle rodingiti alpine della Val D'Ala (Torino), di Antrona Piana, nella Val d'Ossola, quindi nel Verbano-Cusio-Ossola, e in quelle di Bellecombe (Aosta). Il diopside è stato scoperto in Val Malenco (Provincia di Sondrio), sull'Adamello e sul Monte Somma (Vesuvio). In Europa si può trovare negli Urali, nel Tirolo austriaco, in Finlandia e in Svezia.

VarietàModifica

La schefferite è una varietà di diopside di colore marrone ricca di manganese che presenta frequentemente la pseudosfaldatura[2].

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) Diopside mineral information and data — mindat.org, su mindat.org. URL consultato il 26 giugno 2015.
  2. ^ (EN) Schefferite mineral information and data — mindat.org, su mindat.org. URL consultato il 6 agosto 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia