Eataly

azienda italiana

Eataly è una catena di punti vendita di medie e grandi dimensioni specializzati nella vendita e nella distribuzione di generi alimentari italiani.

Eataly
Logo
Logo
StatoBandiera dell'Italia Italia
Forma societariasocietà per azioni
Fondazione2002 a Alba
Fondata daOscar Farinetti
Sede principaleTorino
GruppoInvestindustrial
Settore
  • Distribuzione
  • Alimentare
Prodottialimenti
Fatturato464 milioni di [1] (2021)
Slogan«La vita è troppo breve per mangiare e bere male»
Sito webwww.eataly.com/

Storia modifica

 
Piatto preparato all'Eataly di New York.

Eataly S.r.l. è stata fondata nel 2004 da Oscar Farinetti, proprietario di Unieuro (azienda del padre Paolo, poi ceduta).

La società è controllata per il 40% da Farinetti, per il 40% da alcune cooperative del sistema Coop (Coop Liguria e Coop Alleanza 3.0) e per il 20% dal fondo di investimento Tamburi Investment Partners.[2]

Non mancano critiche e discussioni relative alla filosofia e alla modalità di organizzazione del lavoro dell'azienda.[3][4]

Nel gennaio 2020 Andrea Guerra, presidente esecutivo dal 2016, lascia l'azienda mantenendo ancora l'incarico per un periodo transitorio.[5]

 
L'Eataly di New York nel 2010.

Nel 2020 Eataly si è trasformata da S.r.l. a S.p.a..[6]

Nel 2022 il controllo di Oscar Farinetti su Eataly con Eatinvest passa per 200 milioni di euro a InvestIndustrial di Andrea Bonomi, che deterrà quindi il 52% della società.[7][8]

Il nome modifica

Il nome Eataly (crasi di eat e Italy, traduzioni in inglese rispettivamente del verbo "mangiare" e di "Italia") è stato inventato da Celestino Ciocca, che nel 2000 ne ha registrato il dominio internet ed il marchio[9]. Nel 2004 i diritti relativi al nome sono stati ceduti a Farinetti.[10]

Distribuzione modifica

 
Paesi con punti vendita Eataly.

Il primo punto vendita è stato aperto nel 2007 a Torino, a nord del complesso del Lingotto, nel quartiere Nizza Millefonti. Lo spazio è nato dalla ristrutturazione di una vecchia fabbrica della Carpano.

Il secondo punto vendita è stato aperto nel 2011 a Genova al Porto antico. Quell'anno il fatturato dell'azienda ha toccato i 212 milioni di euro.[11] Il punto di vendita di maggiori dimensioni è quello di Roma, aperto nel 2012, un edificio di quattro piani, oltre sedicimila metri quadrati ed integrato nella restaurata struttura dell'Air Terminal presso la stazione di Roma Ostiense[12][13]. Nel settembre 2013 è stato aperto il punto vendita di Bari, nella storica "location" della Fiera del Levante.[14] A dicembre dello stesso anno è stata la volta del punto vendita di Firenze in via de' Martelli, nel centro storico, a pochi passi dal Duomo. Nel marzo del 2014 è stato poi aperto il punto vendita di Milano presso l'ex Teatro Smeraldo.

Sono programmate aperture di altri punti vendita a Los Angeles, Toronto e Londra.[15]

Nell'aprile del 2011 viene inaugurata la prima hamburgheria targata Eataly, "Eataly incontra la Granda", situata in piazza Solferino a Torino.[16] Altri locali verranno aperti negli anni successivi a Settimo Torinese (TO), Bergamo, Milano, Verona, Novara, Roma e Parma.[17]

Il 12 marzo 2014 è stato presentato il progetto dell'apertura di un punto vendita a Verona con il recupero dell'area della ghiacciaia, esempio di archeologia industriale, all'ex Mercato ortofrutticolo, su una superficie di undicimila metri quadrati, affidato all'architetto svizzero Mario Botta.[18] Il 30 settembre dello stesso anno è stato inaugurato un nuovo punto vendita a Piacenza, presso l'area dell'ex Cavallerizza.[19][20]

La prima apertura in America Latina avviene il 19 maggio 2015 a San Paolo in Brasile. La struttura conta con 13 punti di ristoro, dispersi sulla superficie di 4.500 metri quadrati.

Il 24 febbraio 2015 viene inaugurato un nuovo punto vendita a Forlì nel restaurato Palazzo Talenti-Framonti, sulla Piazza Aurelio Saffi. Nell'occasione, Oscar Farinetti commenta: "Questo è l'Eataly più bello d'Italia".[21]

Il 26 novembre 2015 viene inaugurato il primo punto vendita europeo non italiano a Monaco di Baviera.

Nel 2016, sono stati inaugurati sei nuovi store nel mondo di cui: uno nella Downtown di New York, all'interno del nuovo World Trade Center, uno a Boston, tre in Asia nel Dubai Festival City, a Riyadh (Arabia Saudita) e a Doha (Qatar), e quello europeo di Copenaghen.

Il 17 gennaio 2017, Eataly apre un nuovo punto vendita in Italia, presso l'ex Magazzino Vini di Trieste.[22][23]

Eataly distribuisce i pasti a bordo dei treni di NTV[24] e dal 2015 gestisce i ristoranti della catena alberghiera Starhotels.[25]

Nel aprile 2019, Eataly apre a Parigi nella Marais.[26] Nel settembre 2020 hanno collaborato all'evento Un noel italien nella capitale francese.[27]

 
L'Eataly di San Paolo, Brasile.

Nel 2021 Eataly ha aperto il primo punto di vendita britannica a Bishopsgate a Londra, assumendo 300 persone.[28]

Il 5 ottobre 2022 Eataly apre anche a Verona, presso l’ex Stazione Frigorifera.

  Italia modifica

  Stati Uniti modifica

  • Eataly New York City - 200 5th Avenue - Manhattan - 10010 New York
  • Eataly Chicago - 43 E. Ohio St - 60611 Chicago
  • Eataly NYC Downtown - 4 World Trade Center - 10007 New York
  • Eataly Boston - Prudential Center - 800 Boylston Street - 02199 Boston
  • Eataly Los Angeles - 10250 Santa Monica Blvd, Los Angeles, CA 90067
  • Eataly Las Vegas - 3770 S Las Vegas Blvd, Las Vegas, NV 89109
  • Eataly Dallas - North Park Center 8687 N. Central ExpySuite 2172
  • Eataly Silicon Valley - 2855 Stevens Creek Blvd, San Jose, CA 95128

  Brasile modifica

  Germania modifica

  Svezia modifica

  Turchia modifica

  Francia modifica

  Regno Unito modifica

  Giappone modifica

  Corea del Sud modifica

  Emirati Arabi Uniti modifica

  • Eataly Dubai - Dubai Mall
  • Eataly Dubai Festival City

  Qatar modifica

  Arabia Saudita modifica

  • Eataly Riyadh - Riad

  Russia modifica

  • Eataly Москва - Mosca

  Canada modifica

MSC Crociere modifica

Note modifica

  1. ^ Eataly: ricavi a 464 milioni nel 2021. Corrono i negozi Usa, più lenta l'Europa, su repubblica.it. URL consultato il 5 gennaio 2018.
  2. ^ La sfida di Tamburi Eataly a peso d’oro “Ma il piano di crescita promette scintille”, su repubblica.it.
  3. ^ FICO Bologna. Foolish, hungry e muti, arrivano Renzi e Farinetti, su Giap, 4 dicembre 2013. URL consultato il 2 giugno 2022.
  4. ^ Lavorare a Eataly: un'inchiesta dei lavoratori, su AgoraVox Italia. URL consultato il 2 giugno 2022.
  5. ^ Eataly, Guerra lascia le cariche operative, su ansa.it, 10 gennaio 2020. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  6. ^ Eataly si trasforma da Srl in Spa, su Alimentando, 8 gennaio 2021. URL consultato il 2 giugno 2022.
  7. ^ Giuliana Ferraino, Eataly, Investindustrial compra il 52% della catena di Oscar Farinetti, Corriere della Sera, 21 settembre 2022. URL consultato il 28 settembre 2022.
  8. ^ numeri come da previsioni
  9. ^ Ciocca, Celestino., Eataly mi piace, ma preferisco gli Eatalians : pregi, difetti, campioni e furbetti dell'Italian Food, Lupetti, 2015, ISBN 9788883912672, OCLC 1045924852. URL consultato il 29 ottobre 2019.
  10. ^ Atto notarile del 3 febbraio 2004 redatto dal Notaio Stefano Corino di Alba (repertorio nº 96538 – raccolta nº 11510)
  11. ^ Da Eataly ai gelati Grom benvenuti nella food valley che è a tavola nel mondo, su la Repubblica, 28 maggio 2012. URL consultato il 2 giugno 2022.
  12. ^ Eataly: conto alla rovescia e via alle assunzioni Il tempio del cibo all'Ostiense crea 250 posti, su Corriere della Sera Roma. URL consultato il 2 giugno 2022.
  13. ^ Moda24 - l'indirizzo per le aziende del mondo della moda, accessori, cosmesi, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 2 giugno 2022.
  14. ^ Eataly sbarca a Bari e investe 20 milioni, Il Sole 24 Ore, 31 luglio 2013. URL consultato il 7 luglio 2014.
  15. ^ Giorgio Lonardi, Rossopomodoro sforna nuove aperture all’estero in partnerhip con Farinetti, in la Repubblica, Gruppo Editoriale L'Espresso, 13 aprile 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  16. ^ Il "Grandburger" è targato Eataly, su la Repubblica, 2 aprile 2011. URL consultato il 2 giugno 2022.
  17. ^ L'Hamburgheria di Eataly, su Eataly. URL consultato il 2 giugno 2022.
  18. ^ Eataly sbarca a Verona con archistar Botta, in ANSA, 12 marzo 2014. URL consultato il 19 marzo 2014.
  19. ^ Eataly ha aperto. I piacentini accolti dall’applauso del personale, su liberta.it, 30 settembre 2014. URL consultato il 2 giugno 2022 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2016).
  20. ^ Eataly Piacenza apre oggi alle 10. Grandi aspettative dietro le quinte, su piacenzanight.com. URL consultato il 30 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  21. ^ Eataly inaugura a Forlì, presente anche Niasca Portofino, su Tuttolevante.it, 24 febbraio 2015. URL consultato il 2 giugno 2022.
  22. ^ Apre il tempio del gusto Farinetti: «Stregato dalla magia di Trieste», su Il Piccolo, 16 gennaio 2017. URL consultato il 2 giugno 2022 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2019).
  23. ^ Eataly al via: lavoro a 85 addetti e Friuli protagonista, su Messaggero Veneto, 17 gennaio 2017. URL consultato il 2 giugno 2022.
  24. ^ L'alta cucina sull'Alta Velocità, il nuovo stile del pranzo Italy a bordo treno, su ntvspa.it. URL consultato il 19 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 30 agosto 2012).
  25. ^ Eataly porta le eccellenze made in Italy negli alberghi Starhotels, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 2 giugno 2022.
  26. ^ (EN) Benvenuto, Eataly Paris Marais!, su Eataly, 12 aprile 2019. URL consultato il 2 giugno 2022.
  27. ^ (FR) BHV Marais et Eataly Paris Marais – un Noël italien – Buon Natale ! – Paris Frivole, su paris-frivole.com. URL consultato il 2 giugno 2022.
  28. ^ Eataly sbarca a Londra: tutto pronto per l’apertura con 300 nuove assunzioni!, su www.londradavivere.com. URL consultato il 2 giugno 2022.

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3803152331604903260008 · WorldCat Identities (ENviaf-3803152331604903260008