Apri il menu principale

Helichrysum

genere di pianta della famiglia Asteraceae
(Reindirizzamento da Elicriso)

MorfologiaModifica

È provvisto di una modesta radice a fuso e numerose radichette da cui partono vari fusticini ramosi su cui si innestano le foglie lineari di color grigio/cinerino.

I fiori, di forma rotonda e a petali sottili, sono riuniti in capolini di vario colore dal giallo, al rosa, al rosso.

Il frutto è un achenio.

Le foglie sono oblunghe-lanceolate. Sono piatte e pubescenti su entrambe le facce.

Fiorisce in estate. È comune nelle zone pietrose e aride, sulle colline calcaree. Si raccoglie tutta la piantina. Nell'elicriso coltivato per il giardinaggio la caratteristica del fiore è che ha i petali secchi e ben si adatta alla conservazione.

L'Helichrysum angustifolium è distillato in corrente di vapore per la produzione di un olio essenziale di colore giallo-rossastro nel quale la sostanza presente in maggiore quantità e che conferisce all'essenza l'odore caratteristico è l'acetato di nerile.

TassonomiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Specie di Helichrysum.

Hillard (1983) divide questo largo ed eterogeneo genere in 30 gruppi morfologici, ma molti autori lo considerano un genere di tipo artificiale. La tassonomia di questo polimorfico, e probabilmente polifiletico, genere è di fatto complessa e non ancora risolta in modo soddisfacente. Alcune specie, come H.acuminatum e H.bracteatum, sono state trasferite nel 1991 nel genere Xerochrysum, rispettivamente come X. subundulatum e X. bracteatum. Nel 1989, varie specie di Helichrysum sono state riclassificate in Syncarpha. Le specie incluse in Pseudognaphalium invece sono probabilmente congeneriche di Helichrysum.

BibliografiaModifica

  • Hilliard, O. 1983. Flora of Southern Africa, Part 7 Inuleae, Fascicle 2 Gnaphaliinae. Government Printer, Pretoria, South Africa.
  • Wilson, P.G. 1992c. The classification of some Australian species currently included in Elipterum and Helichrysum (Asteraceae: Gnaphalieae): part 3 Anemocarpa and Argentipallium, two new genera from Australia. Nuytsia 8: 447–460.
  • Mesfin Tadesse & Reilly, T. 1995. 17. A contribution to studies on Helichrysum (Compositae - Gnaphalieae) - a revision of the species of north-east tropical Africa. In: Advances in Compositae Systematics (eds. D.J.H. Hind, C. Jeffrey & G.V. Pope). Royal Botanic Gardens, Kew, pp. 379–450.
  • Funk V.A., Susanna A., Stuessy T.F. and Robinson H., Classification of Compositae (PDF), in Systematics, Evolution, and Biogeography of Compositae, Vienna, International Association for Plant Taxonomy (IAPT), 2009.
  • Michael O. Dillon: Classification and Phylogeny of the South American Gnaphalieae (Asteraceae), in Arnaldoa, 10(1), 2003, S. 45-60: Gnaphalieae

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica