Eric Van Lancker

dirigente sportivo e ex ciclista su strada belga
Eric Van Lancker
Eric Van Lacker tour de france 1994.jpg
Eric Van Lancker al Tour de France 1994
Nazionalità Belgio Belgio
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1995
Carriera
Squadre di club
1984-1985Fangio
1986-1992Panasonic
1993Festina
1994Wordperfect
1995Collstrop
Nazionale
1985-1992 Belgio Belgio
Carriera da allenatore
2000Farm Frites
2002US Postal Service
2005-2006Davitamon
2007Navigators
2012-2014Garmin
2016Cannondale
2018-Israel
Statistiche aggiornate al aprile 2019

Eric Van Lancker (Oudenaarde, 30 aprile 1961) è un dirigente sportivo ed ex ciclista su strada belga. Professionista tra il 1984 ed il 1995, conta la vittoria di una Liegi-Bastogne-Liegi, di un'Amstel Gold Race e di una tappa al Giro d'Italia. Dal 2018 è direttore sportivo al team Israel Start-Up Nation.

CarrieraModifica

Passato professionista nel 1984 con la formazione belga Fangio, nel 1985 si aggiudicò la Milk Race in Inghilterra, con due vittorie di tappa, e una tappa al Giro di Danimarca.

Dal 1986 al 1992 vestì la divisa dell'olandese Panasonic, affermandosi come specialista di classiche e tappe vallonate. Nel 1986 vinse la frazione del Mont Ventoux alla Parigi-Nizza, una tappa al Giro d'Italia (l'ultima della corsa, a Merano) e una al Tour de Suisse; l'anno dopo si impose in una tappa al Grand Prix Tell e concluse secondo sia al Giro del Piemonte che, battuto in uno sprint a tre da Moreno Argentin, al Giro di Lombardia[1]. Nel 1988 vinse una tappa alla Vuelta a Cantabria e una alla Torhout-Werchter Classic, oltre alla cronometro a squadre del Tour de France con la sua Panasonic, mentre nel 1989 conquistò una tappa alla Vuelta al País Vasco e la Amstel Gold Race, valida per la prima edizione della Coppa del mondo.

Nel 1990 conquistò in solitaria la prestigiosa Liegi-Bastogne-Liegi[2] (oltre a una prova dell'Escalada a Montjuïc); nella stagione seguente fece invece sue la Wincanton Classic e il Grand Prix Teleglobe Montréal, anch'esse gare del calendario di Coppa del mondo. Due vittorie di tappa al Tour du Vaucluse nel 1992 e il successo nella Bruxelles-Ingooigem del 1994, quest'ultimo in maglia Wordperfect, completano il suo palmarès. Si ritirò dalle corse al termine della stagione 1995.

Dopo il ritiro è stato direttore sportivo per diverse formazioni professionistiche, tra cui la Davitamon-Lotto. Dal 2012 al 2016 ha lavorato nello staff del Team Garmin/Cannondale diretto da Jonathan Vaughters, mentre dal 2018 è direttore sportivo al team Israel Start-Up Nation (già Israel Cycling Academy).

PalmarèsModifica

Altri successiModifica

2ª tappa Tour de France (La Haie-Fouassière > Ancenis, cronosquadre)
Criterium di Bellem
Kermesse di La Calamine-Kelmis

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

1986: 14º
1989: 74º
1990: ritirato (9ª tappa)
1993: 68º
1986: 89º
1987: 56º
1988: 74º
1990: 100º
1991: 84º
1992: ritirato (8ª tappa)
1994: ritirato (18ª tappa)
1991: fuori tempo massimo (12ª tappa)

Classiche monumentoModifica

1993: 114º
1994: 128º
1985: 22º
1987: 27º
1988: 38º
1989: 8º
1990: vincitore
1991: 5º
1992: 20º
1994: 50º
1987: 2º
1988: 12º
1989: 29º
1990: 22º

Competizioni mondialiModifica

NoteModifica

  1. ^ 17 ottobre 1987 - Giro di Lombardia, su museociclismo.it. URL consultato il 13 aprile 2020.
  2. ^ (EN) 1990 Liège-Bastogne-Liège, su bikeraceinfo.com. URL consultato il 13 aprile 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica