Ejército de Tierra

forza armata terrestre della Spagna
(Reindirizzamento da Esercito spagnolo)

L'Ejército de Tierra (Esercito spagnolo) è l'esercito della Spagna ed una delle componenti delle forze armate spagnole, uno dei più antichi eserciti attivi in tutto il mondo.

Ejército de Tierra
Emblema dell'esercito spagnolo
Descrizione generale
Attivadal XV secolo
NazioneBandiera della Spagna Spagna
ServizioForza armata
TipoEsercito
Dimensione74.700 soldati, più 8.478 riservisti (2022)[1]
Stato MaggiorePalacio de Buenavista, Madrid
Battaglie/guerreGuerre d'Italia
Guerra di successione portoghese
Guerra degli ottant'anni
Guerra dei trent'anni
Guerra franco-spagnola
Guerra di successione spagnola
Guerra dei sette anni

Guerra d'indipendenza americana
Guerra delle arance
Guerre napoleoniche
Guerre carliste
Guerra dei dieci anni
Guerra di indipendenza cubana
Guerra ispano-statunitense
Guerra del Rif
Guerra civile spagnola
Guerra di Ifni
Guerra in Iraq
Guerra in Afghanistan

Parte di
Comandanti
Comandante attualeGeneral de ejército Amador Fernando Enseñat y Berea
Comandante in capoFelipe VI
Simboli
Bandiera
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'esercito ha in forza 127.000 unità volontarie, essendo stato interamente professionalizzato dal gennaio 2002.

L'Esercito Reale

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Tercio.

Nella Repubblica

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Ejército Popular de la República e Bando nacional.

Nel Franchismo

modifica

Il 31 ottobre 1939 Franco presentò alla "Junta de Defensa Nacional" un piano per riarmare le Forze armate della Spagna nazionalista appena uscite dalla guerra civile, nell'eventualità che il paese fosse coinvolto nel conflitto appena iniziato: in caso di guerra la Spagna doveva essere pronta a mobilitare 150 divisioni per un totale di 2.000.000 di uomini[2]; in seguito, visto il perdurante stato di neutralità, la forza media dell'Ejército de Tierra si attestò intorno ai 300.000 uomini ripartiti in 24 divisioni.

L'esercito spagnolo era preminentemente una forza di fanteria, dotata di equipaggiamenti in linea con gli standard del 1939 ma destinati a divenire rapidamente obsoleti con il conflitto in Europa. Le forze spagnole disponevano poi di cinque piccoli reggimenti corazzati equipaggiati principalmente con carri tedeschi Panzer I ed italiani CV33 del periodo della guerra civile, cui si aggiungeva un certo numero di carri sovietici T-26 catturati ai repubblicani[3].

 
Soldati di leva nel 1945

Il 20 agosto 1943 fu creata la División Acorazada nº 1, su due reggimenti carri ed uno di fanteria motorizzata: per equipaggiare la divisione la Spagna acquistò 100 moderni carri Panzer IV dalla Germania, anche se poi solo 20 furono effettivamente consegnati nel dicembre del 1943 insieme a 10 cannoni d'assalto Sturmgeschütz III[4]. Un programma per la realizzazione di un veicolo autoprodotto (il carro Verdeja) non andò oltre l'assemblaggio di alcuni prototipi, a causa della carenza di materie prime.

Dopo gli accordi del 1953 con gli Stati Uniti, a cui concedette l'uso di alcune basi militari nel paese, l'esercito ricevette carri armati, veicoli e altri tipi di equipaggiamento e armi con cui sostituire l'equipaggiamento scarso, consumato e obsoleto acquisito durante la guerra civile e molti dei suoi comandanti ebbero l'opportunità di frequentare diversi tipi di corsi di aggiornamento USA. Nel 1954 fu organizzata la prima bandera paracadutista dell'esercito. Con la concessione dell'indipendenza al Marocco spagnolo e la guerra di Ifni, a fine anni '50 fu sciolto l'Ejército de África, e i regulares indigeni finirono in parte nell'esercito marocchino e in parte nelle guarnigioni spagnole rimaste a Ceuta e Melilla.

La riforma del 1965, ispirata alla nuova organizzazione dell'esercito francese, divise le unità in due gruppi, le forze di intervento immediato e le forze di difesa operativa territoriale. La brigata riapparve come grande unità di base. Le Forze di intervento immediato comprendevano tre divisioni: blindate, meccanizzate e motorizzate, ognuna con due brigate in armi e l'altra in quadro, e quattro brigate indipendenti: paracadutisti, aeromobili, cavalleria e artiglieria da campo. Questa organizzazione durò anche dopo la fine del franchismo, fino al 1984.

L'esercito attuale

modifica

All'esercito, con l'ottavo articolo della Costituzione spagnola del 1978, congiuntamente con l'Armada e l'Ejército dell'Aire, viene assegnata la missione di garantire la sovranità e l'indipendenza della Spagna, difendendone l'integrità territoriale e l'ordine costituzionale.

 
Militari della División de Montaña Navarra n.° 6 negli anni '80

Dal 1982 si accelerò il processo di riforma delle forze armate. La durata del servizio militare fu ridotta a dodici mesi e l'esercito fu riorganizzato con il Piano META, che eliminò le Brigate di difesa operativa del territorio, promosse il passaggio dei comandi alla riserva transitoria e ridusse il numero di capitani generali. Fu anche legiferato per riaffermare la supremazia del potere civile sulle forze armate e i poteri della giustizia militare furono limitati, ponendo fine a due secoli di intervento militare in politica in Spagna. Nel 1988 iniziò l'incorporazione di donne in determinati corpi delle forze armate, che nel 1998 sarebbero state estese a tutte le destinazioni senza eccezioni. La Spagna ha partecipato per la prima volta a una missione internazionale delle Nazioni Unite nel 1989.

Con il "piano Norte", dal 1995 furono eliminate quattro delle cinque divisioni esistenti, lasciando l'Esercito composto dalla Forza permanente e dalla Riserva mobile. La Forza permanente comprendeva una divisione meccanizzata di tre brigate, una brigata di cavalleria, una brigata di paracadutisti, una brigata leggera aviotrasportata, una brigata della legione, una brigata di cacciatori di montagna, le forze di guarnigione delle Isole Canarie, Isole Baleari, Ceuta e Melilla e altri elementi di supporto. La Riserva mobilitabile comprendeva tre brigate di fanteria mobilitabili, una brigata di cavalleria mobilitabile e altre unità di supporto.

 
Paracadutisti spagnoli in Afghanistan

Con la professionalizzazione delle forze armate del 2001, le unità spagnole sono state divise in due separate forze di combattimento, come risultato della riorganizzazione del 2006, in accordo con le istruzioni del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito n. 59/2005 del 4 aprile 2005. Questa riorganizzazione ha interessato sessanta unità, di cui trentatré sono state sciolte e ventitré trasformate. La principale forza di combattimento, la Fuerza de Maniobra (Forza di Manovra), comprendeva una Divisione Meccanizzata, una Divisione Leggera più 2 Brigate indipendenti (Alpina e di Cavalleria) e unità di supporto.

A seguito del ristrutturazione del 2015 hanno l'organizzazione attuale. La nuova organizzazione della Forza armata ha una struttura più semplificata e flessibile, con le brigate come elemento principale. In questo modo viene risolto il problema dell'esistenza di unità che non avevano un numero sufficiente di truppe e mezzi. Questa nuova organizzazione dell'Esercito si basa sulla strutturazione delle forze di manovra, ad eccezione di quelle del presidio di Ceuta, Melilla e Isole Baleari, in otto Brigate organiche multiuso, che abbiano i mezzi necessari per generare distacchi per le missioni internazionali senza dover ricorrere a risorse di altre unità.

Unità e struttura

modifica
 
Caserma in La Coruña.

Fino al 2015

modifica
  • Cuartel General de la FMA y Núcleo de Apoyo (Quartier Generale della FMA e unità di supporto)
    • Brigada de Transmisiones (Brigata Trasmissioni)
    • Mando de Ingenieros (Comando Genio)
      • Regimiento de Especialidades de Ingenieros 11 (11º Reggimento specialisti del Genio)
      • Regimiento de Pontoneros 12 (12º Reggimento Genio Pontieri)
      • Regimiento de Ferrocarriles 13 (13º Reggimento Genio Ferrovieri)
    • Mando de Operaciones Especiales (Comando Operazioni Speciali)
      • Grupo de Operaciones Especiales "Valencia" III (3º Battaglione Operazioni Speciali)
      • Grupo de Operaciones Especiales "Tercio del Ampurdan" IV (4º Battaglione Operazioni Speciali)
    • Fuerzas Aeromóviles del Ejército de Tierra (Aviazione dell'Esercito)
    • Mando de Artillería de Campaña (Comando Artiglieria campale)
    • Brigada de Caballería "Castillejos" II (2ª Brigata di Cavalleria)
      • Rgto. de Caballería Ligera Acorazada "España" 11 (11º Reggimento di Cavalleria Corazzata Leggera)
      • Rgto. de Caballería Ligera Acorazada "Numancia" 9 (9º Reggimento di Cavalleria Corazzata Leggera)
      • Rgto. de Caballería Acorazada "Pavia" 4 (4º Reggimento di Cavalleria Corazzata Pesante)
      • Regimiento de Artillería de Campaña 20 (20º Reggimento di Artiglieria campale)
      • Grupo Logístico 22 (22º Battaglione Logistico)
      • Unidad de Zapadores Acorazada 22 (22ª Compagnia Genio Corazzato)
      • Batallón de Cuartel General II (Battaglione Comando)
    • Brigada de Cazadores de Montaña "Aragón" I (1ª Brigata di Cacciatori di Montagna)
      • Regimiento de Cazadores de Montaña "Galicia" 64 (64º Reggimento Cacciatori di Montagna)
      • Regimiento de Cazadores de Montaña "America" 66 (66º Reggimento Cacciatori di Montagna)
      • Grupo de Artillería de Montaña I (1º Battaglione Artiglieria da Montagna)
      • Grupo Logístico de Montaña I (1º Battaglione Logistico da Montagna)
      • Batallón de Cuartel General I (1º Battaglione Comando)
      • Unidad de Zapadores de Montaña 1 (1st Mountain Sapper Company)
    • División de Infantería Mecanizada "Brunete" 1 (Prima Divisione Meccanizzata)
        • Núcleo de Tropas Divisionario (Nucleo delle Truppe Divisionali)
          • Cuartel General de la División (Quartieri Generali della Divisione)
          • Rgto. de Caballería Ligera Acorazada Farnesio 12 (12º Reggimento Cavalleria Leggera Corazzata)
          • Regimiento de Artillería de Campaña 11 (11º Reggimento di Artiglieria Campale)
          • Regimiento de Artillería Antiaérea 82 (82º Reggimento Artiglieria Antiaerea)
          • Regimiento de Ingenieros 1 (1º Reggimento Genieri)
          • Agrupación Logística Divisionaria (Gruppo Logistico Divisionale)
        • Brigada de Infantería Mecanizada "Guzman el Bueno" X (10ª Brigata di Fanteria)
          • Rgto. de Infantería Mecanizada "La Reina" 2 (2º Reggimento Fanteria Meccanizzata)
          • Rgto. de Infantería Mecanizada "Córdoba" 10 (10º Reggimento Fanteria Meccanizzata)
          • Grupo de Artillería de Campaña Autopropulsada X (10º Gruppo Artiglieria Semovente)
          • Grupo Logístico X (10º Gruppo Logistico)
          • Batallón de Cuartel General X (10th Headquarters Battalion)
          • Unidad de Zapadores 10 (10th Mechanized Sapper Company)
        • Brigada "Extremadura" XI (11ª Brigata)
          • Rgto. de Infantería "Saboya" 6 (6º Reggimento Fanteria)
          • Rgto. de Infantería "Tercio viejo de Sicilia" 67 (67º Reggimento Fanteria)
          • Rgto. Acorazado "Castilla" 16 (16º Reggimento Corazzato)
          • Grupo de Artillería de Campaña Autopropulsada XI (11º Gruppo Artiglieria Semovente)
          • Grupo Logístico XI (11º Gruppo Logistico)
          • 11th Headquarters Battalion
          • Unidad de Zapadores 11 (11th Mechanized Sapper Company)
        • Brigada de Infantería Acorazada "Guadarrama" XII (12th Armored Brigade)
          • Rgto. de Infantería Mecanizada "Asturias" 31 (31th Mechanized Regiment)
          • Rgto. de Infantería Acorazada "Alcazar de Toledo" 61 (61th Armored Regiment)
          • Grupo de Artillería de Campaña Autopropulsada XII (12th Self-Propelled Artillery Battalion)
          • Grupo Logístico XII (12th Logistic Battalion)
          • Batallón de Cuartel General XII (12th Headquarter Battalion)
          • Unidad de Zapadores Acorazada 12 (12th Armored Sapper Company)
      • Divisione leggera, denominata "Fuerza de Acción Rápida"
        • Brigada de Infantería Ligera Aerotransportada "Galicia" VII (7th Airborne Light Infantry Brigade)
          • Rgto. de Infantería Ligera Aerotransportada "Príncipe" 3 (3rd Airborne Regiment)
          • Rgto. de Infantería Ligera Aerotransportada "Isabél la Católica" 29 (29th Airborne Regiment)
          • Grupo de Artillería Aerotransportada VII (7th Airborne Artillery Battalion)
          • Grupo Logístico Aerotransportado VII (7th Airborne Logistic Battalion)
          • Batallón de Cuartel General VII (7th Headquarters Battalion)
          • Unidad de Zapadores Aerotransportada 7 (7th Airborne Sapper Company)
        • Brigada Paracaidista "Almogavares" VI (6th Parachute Light Infantry Brigade)
          • Bandera Paracaidista "Roger de Flor" I (First Parachute Battalion)
          • Bandera Paracaidista "Roger de Lauria" II (Second Parachute Battalion)
          • Bandera Paracaidista "Ortiz de Zárate" III (Third Parachute Battalion)
          • Grupo de Artillería Paracaidista VI (6th Parachute Artillery Battalion)
          • Grupo Logístico Paracaidista VI (6th Parachute Logistic Battalion)
          • Unidad de Zapadores Paracaidista 6 (6th Parachute Sapper Company)
          • Batallón de Instrucción Paracaidista (Parachute Instruction Battalion)
        • Brigada de la Legión "Rey Alfonso XIII" (Brigade of the Spanish Legion)
          • Tercio "Don Juan de Austria", tercero de la Legión (Legion's Third Tercio)
          • Tercio "Alejandro Farnesio", cuarto de la Legión (Legion's Fourth Tercio)
          • Batallón de Cuartel General de la Legión (Legion's Headquarter Battalion)
          • Grupo de Artillería Legion's Artillery Battalion
          • Unidad de Zapadores de la Legión (Legion's Sapper Company)

Dal 2015

modifica

Con la riorganizzazione del 2015 l'organizzazione attuale, alle dipendenze del Capo di stato maggiore, è la seguente:[5]

  • Quartier generale (Madrid)
  • Fuerza terrestre (Siviglia)
    • Quartier generale (Siviglia)
    • División “San Marcial” (Burgos)
      • Brigada “Guzmán el Bueno” X
      • Brigada “Extremadura” XI
      • Brigada “Guadarrama” XII
    • División “Castillejos” (Madrid)
    • Comandi generali di Ceuta, Melilla, Baleari
    • Comandi Artiglieria da campagna, antiaerea e genio
    • Comando trasmissioni (Valencia)
    • Forze aeromobili (Madrid)
    • Comando operazioni speciali (Alicante)
  • Quartier generale di alta disponibilità (Valencia)
  • Forza logistica operativa (La Coruña)
    • Brigata logistica
    • Brigata di sanità
  • Forze di appoggio (Madrid)
  • Comando delle Canarie (Santa Cruz de Tenerife)
    • Brigada "Canarias" XVI

Generali e ufficiali

modifica
Codice NATO OF-10 OF-9 OF-8 OF-7 OF-6 OF-5 OF-4 OF-3 OF-2 OF-1
 
Spagna
 
Capitán General
 
General
 
Teniente General
 
General de División
 
General de Brigada
 
Coronel
 
Teniente Coronel
 
Comandante
 
Capitán
 
Teniente
 
Alférez
Capitán General1 General de Ejército2 Teniente General General de División General de Brigada Coronel Teniente Coronel Comandante Capitán Teniente Alférez

1 Riservato solamente al Re di Spagna nelle sue prerogative costituzionali.
2 Riservato al Capo di stato maggiore dell'esercito (JEME) e al capo di stato maggiore della difesa (JEMAD) in caso di provenienza dall'esercito.

Sottufficiali e truppa

modifica
Codice NATO OR-9 OR-8 OR-7 OR-6 OR-5 OR-4 OR-3 OR-2 OR-1
 
Spagna
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Suboficial Mayor Subteniente Brigada Sargento Primero Sargento Cabo Mayor Cabo Primero Cabo Soldado de Primera Soldado

Equipaggiamento

modifica

Armi individuali

modifica
Modello Immagine Tipo Calibro Origine Note
Pistole
Heckler & Koch USP
 
Pistola semiautomatica 9 × 19 mm Parabellum   Germania [6]
Glock 43 Pistola semiautomatica 9 × 19 mm Parabellum   Austria Acquistate nel 2020.[7]
Pistole mitragliatrici
Heckler & Koch MP5
 
Pistola mitragliatrice 9 × 19 mm Parabellum   Germania In dotazione al Mando de Operaciones Especiales.[8]
FN P90
 
Personal Defense Weapon FN 5,7 × 28 mm   Belgio In dotazione al Mando de Operaciones Especiales.[9]
Heckler & Koch MP7
 
Personal Defense Weapon 4,6 × 30 mm   Germania In dotazione al Mando de Operaciones Especiales.[10]
Fucili d'assalto
Heckler & Koch G36
 
Fucile d'assalto 5,56 × 45 mm NATO   Germania [11]
Mitragliatrici
Heckler & Koch MG4
 
Mitragliatrice leggera 5,56 × 45 mm NATO   Germania [12]
Rheinmetall MG 3
 
Mitragliatrice ad uso generale 7,62 × 51 mm NATO   Germania [13]
Heckler & Koch MG5
 
Mitragliatrice ad uso generale 7,62 × 51 mm NATO   Germania In dotazione al Mando de Operaciones Especiales.[14]
Browning M2
 
Mitragliatrice pesante 12,7 × 99 mm NATO   Stati Uniti [15]
Fucili di precisione
Accuracy International Arctic Warfare
 
Fucile di precisione 7,62 × 51 mm NATO
.338 Lapua
  Regno Unito In dotazione al Mando de Operaciones Especiales.[9]
Heckler & Koch G28
 
Fucile di precisione 7,62 × 51 mm NATO   Germania In dotazione al Mando de Operaciones Especiales.[14]
Barrett M95
 
Fucile anti-materiale 12,7 × 99 mm NATO   Stati Uniti
Accuracy International AS50
 
Fucile anti-materiale 12,7 × 99 mm NATO   Regno Unito In dotazione al Mando de Operaciones Especiales.[9]
Lanciagranate
Heckler & Koch AG36
 
Lanciagranate 40 mm   Germania
LAG 40
 
Lanciagranate automatico 40 mm   Spagna [16]
Mk 47 Striker
 
Lanciagranate automatico 40 mm   Stati Uniti [17]
Lanciarazzi
Instalaza C90
 
Lanciarazzi anticarro 90 mm   Spagna [18]
Alcotán-100
 
Lanciarazzi anticarro 100 mm   Spagna [19]

Artiglieria

modifica
Modello Immagine Calibro Origine In servizio Note
Semoventi
M109A5E
 
155 mm   Stati Uniti 96[20]
Obici
OTO Melara 105 mm M56
 
105 mm   Italia 54[21]
L118 Light Gun
 
105 mm   Regno Unito 56 56 L118 acquistati nel 1995 con 38 kit di trasformazione in L119.[22]
Santa Bárbara Sistemas 155/52
 
155 mm   Spagna 82 66 in versione APU-SIAC campale e 16 in versione APU (V07) da difesa costiera.[23]
Mortai
ECIA L-65/81 81 mm   Spagna 920[24]
Cardom
 
81 mm   Israele 10[24] Installati su URO VAMTAC.
M106 107 mm   Stati Uniti 190 M113A1 e M113A2 e 25 M125 convertiti in M106 a partire dal 1981.[24]
Artiglieria contraerea
GDF-007
 
35 mm   Svizzera 92[25]

Veicoli

modifica
Modello Immagine Tipo Origine In servizio Note
Carri armati
Leopard 2A4
 
Carro armato da combattimento   Germania 108[26] Ottenuti nel 1998 in leasing dalla Germania, acquistati nel 2005.[27]
Leopard 2E
 
Carro armato da combattimento   Germania
  Spagna
219[26] Acquistati nel 1998. I primi 30 sono stati prodotti in Germania, i restanti in Spagna su licenza.[27]
Autoblindo
Centauro
 
Cacciacarri   Italia 82[28] 22 acquistati nel 1999 e 62, prodotti in Spagna, acquistati nel 2002.[29]
Veicoli da ricognizione
VEC-M1
 
Veicolo da ricognizione   Spagna 135[30]
Veicoli da combattimento della fanteria
Pizarro
 
IFV   Austria
  Spagna
261[31]
Dragón IFV   Spagna 7[32] 348 ordinati nel 2019, è previsto l'acquisto di 998 esemplari in totale in versioni veicolo da combattimento della fanteria, veicolo da ricognizione, cacciacarri, veicolo del genio, posto di comando e posto di osservazione.[32]
Veicoli trasporto truppe
M113A2
 
APC   Stati Uniti ~1 250[33] In servizio a partire dal 1963.[33]

Saranno sostituiti in tutto o in parte dai nuovi veicoli VCR Dragon.

BMR-600
 
APC   Spagna 320[34] 682 acquistati a fine anni '70 in varie versioni.[35]

Saranno sostituiti in tutto o in parte dai nuovi veicoli VCR Dragon.

RG-31 Nyala
 
APC   Sudafrica 100[36]
Iveco LMV
 
Infantry Mobility Vehicle   Italia 350[37]
M577
 
Veicolo di comando   Stati Uniti [38]
Veicoli per usi speciali
CZ 10/25E
 
Veicolo del genio   Stati Uniti
  Spagna
26[39] 38 ottenuti dalla conversione di altrettanti M60A1.[39]
M113A2 VCZ
 
Veicolo del genio   Stati Uniti 60[40] 60 ottenuti modificando M113A2 tra il 1990 e il 1996, 12 ottenuti modificando M125 nel 2017.[39]
BMR-M1 VCZ
 
Veicolo del genio   Spagna 33[41] 57 ottenuti convertendo BMR tra il 1990 e il 1996.[39]
Castor Veicolo del genio   Spagna 0 36 ordinati, in consegna a partire da fine 2023.[42]
Leopard 2ER
 
Veicolo corazzato da recupero   Germania 16[43]
Centauro VCREC Veicolo corazzato da recupero   Italia 4[44]
MRP-V
 
Veicolo corazzato da recupero   Stati Uniti 14[34] Acquistati di seconda mano dagli Stati Uniti nel 2016.[45]
VLPD 26/70E
 
Veicolo gettaponte   Stati Uniti
  Spagna
12[46]
Husky 2G
 
Veicolo per lo sminamento   Sudafrica 6[34]
BMR-VRAC Veicolo da ricognizione NBC   Spagna 4[47]
THeMIS
 
Unmanned ground vehicle   Estonia 1 Acquistato nel 2021 per valutare l'uso di veicoli terrestri senza pilota.[48]
Veicoli utility
Bandvagn 206
 
All-terrain vehicle   Svezia ~70[49]
Quadripole Q-150D All-terrain vehicle   Spagna 20[50]
Einsa MM-1A Mk-2 Falcata
 
All-terrain vehicle   Spagna 29[51]
URO VAMTAC
 
Veicolo tattico leggero   Spagna ~3 000[52]
Netón Mk2
 
Veicolo tattico leggero   Spagna 24[52]
Vehículo de exploración y reconocimiento terrestre Veicolo tattico leggero   Spagna 17[53]
Iveco VM 90
 
Veicolo multiruolo   Italia
Nissan Terrano II
 
Automobile   Giappone [52]
Santana Aníbal
 
Automobile   Spagna ~2 000[52]
Nissan Navara
 
Automobile   Giappone [52]
Nissan Pathfinder
 
Automobile   Giappone [52]
Nissan Patrol
 
Automobile   Giappone [52]
Toyota Land Cruiser Automobile   Giappone [54]
Ford Ranger Automobile   Stati Uniti [55]
SsangYong Musso Automobile   Corea del Sud 60[56]
Autocarri
URO MT-149 AT Autocarro leggero   Spagna [57]
Pegaso 7217
 
Autocarro leggero   Spagna
Pegaso 7226
 
Autocarro leggero   Spagna [41]
Iveco ACTL
 
Autocarro   Italia [58]
Iveco Eurotrakker
 
Autocarro   Italia
Iveco Eurocargo
 
Autocarro   Italia [59]
Kynos Aljaba
 
Trattore stradale   Spagna
Mercedes-Benz Actros
 
Trattore stradale   Germania [60]
Iveco Trakker
 
Trattore stradale   Italia [60]

Missili

modifica
Modello Immagine Tipo Origine Note
Missili anticarro
BGM-71 TOW
 
Missile filoguidato   Stati Uniti [61]
Spike
 
Missile a guida infrarossa   Israele [62]
Missili antiaerei
MIM-104 Patriot
 
Sistema SAM a lungo raggio   Stati Uniti 3 batterie PAC-2 da 6 lanciatori acquistate di seconda mano dalla Germania, la prima nel 2004 e le altre due nel 2014.[63]
MIM-23B-I Hawk
 
Sistema SAM a medio raggio   Stati Uniti 6 batterie da 6 lanciatori ciascuna.[64]
NASAMS
 
Sistema SAM a medio/corto raggio   Norvegia
  Stati Uniti
4 batterie da 2 lanciatori acquistate nel 2003.[65]
MBDA Mistral
 
MANPADS   Francia

Aeromobili

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Fuerzas Aeromóviles del Ejército de Tierra.
  1. ^ "CUATEO DÉCADAS DE GRANDES CAMBIOS EN LAS FUERZAS ARMADAS ESPAÑOLAS", su defensa.com, 2 ottobre 2018, URL consultato il 3 ottobre 2018.
  2. ^ Beevor, p. 468.
  3. ^ (ES) Breve Historial de Fuerzas Pesadas (PDF), in Ministerio de Defensa. URL consultato il 28 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2013).
  4. ^ Carlos Caballero, Lucas Molina, Panzer IV: El puño de la Wehrmacht, AFEditores, Valladolid, 2006, pp. 76-82. ISBN 84-96016-81-1.
  5. ^ Struttura dell'Ejército
  6. ^ (ES) Pistola HK - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  7. ^ (ES) Defensa.com, Glock G43, la nueva pistola del Ejército de Tierra español, su Defensa.com, 5 novembre 2020. URL consultato il 2 settembre 2023.
  8. ^ (ES) HK MP5: El subfusil de las Fuerzas Especiales, su www.armas.es, 14 aprile 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  9. ^ a b c (ES) Estas son las tres grandes unidades de élite de las fuerzas armadas españolas, a la altura de las mejores del mundo, su www.larazon.es, 29 luglio 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  10. ^ (ES) El nuevo subfusil MP-7 de las fuerzas especiales del Ejército de Tierra español, su Defensa.com, 23 febbraio 2020. URL consultato il 2 settembre 2023.
  11. ^ (ES) FUSA HK - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  12. ^ (ES) AML MG4 - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  13. ^ (ES) La ametralladora MG3: el modelo que el Ejército de Tierra tendrá en 2026 tras una reconfiguración, su Diario ABC, 9 agosto 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  14. ^ a b (ES) Defensa.com, Ametralladoras MG5 y rifles semiautomático G28 para las Operaciones Especiales del Ejército de Tierra español, su Defensa.com, 10 novembre 2021. URL consultato il 2 settembre 2023.
  15. ^ (ES) El Ejército gasta 9,5 millones de euros en 303 ametralladoras para tanques y vehículos, su www.publico.es, 30 aprile 2015. URL consultato il 2 settembre 2023.
  16. ^ (ES) Lanzagrandas 40 SB - MI - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  17. ^ (ES) Defensa.com, El lanzagranadas MK19 reemplazará al LAG-40 en las Fuerzas Armadas españolas, su Defensa.com, 27 luglio 2017. URL consultato il 2 settembre 2023.
  18. ^ (ES) LG C-90 - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  19. ^ (ES) LG 100 Alcotán - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  20. ^ (ES) Defensa.com, El Ejército de Tierra mejora sus obuses M109A5E, su Defensa.com, 28 luglio 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.
  21. ^ (ES) Defensa.com, Los obuses M56 del Ejército de Tierra de nuevo en activo, su Defensa.com, 11 aprile 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  22. ^ (ES) Defensa.com, Importante adquisición de munición y repuestos para los obuses de 105 mm. del Ejército de Tierra, su Defensa.com, 28 agosto 2017. URL consultato il 2 settembre 2023.
  23. ^ (ES) Santa Bárbara Sistemas pondrá a punto los obuses 155/52 del Ejército español, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  24. ^ a b c (ES) Impresionantes imágenes de los disparos de los M-113 portamorteros del Ejército Español, su Defensa y Aviación, 19 febbraio 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.
  25. ^ (ES) Gustavo Morales, Destapamos toda la artillería antiaérea del Ejército de Tierra, su El Debate, 5 dicembre 2021. URL consultato il 2 settembre 2023.
  26. ^ a b Aurelio Giansiracusa, La Spagna pronta a cedere all'Ucraina carri armati Leopard 2A4 e missili antiaerei Skyguard Aspide, su Ares Osservatorio Difesa, 6 giugno 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.
  27. ^ a b (EN) Spain Finalizes Buy of 108 Leopard 2A4 Tanks, su Defense Industry Daily, 8 settembre 2005. URL consultato il 2 settembre 2023.
  28. ^ (ES) El Ejército de Tierra español inicia los trámites para sustituir a sus vehículos Centauro, su Infodefensa, 19 luglio 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  29. ^ (ES) Proveedora de torres VRC 105 “Centauro” al Ejército de Tierra y del overhaul y mantenimiento de los Obuses de 105/14 para la Infantería de Marina española, OTO Melara Ibérica cumple diez años, su Defensa.com, 27 novembre 2013. URL consultato il 2 settembre 2023.
  30. ^ RUOTE E CINGOLI - Le scelte tecniche e ordinative dei nostri principali alleati NATO per il rinnovamento delle unità combat (PDF), su aresdifesa.it, p. 4. URL consultato il 2 settembre 2023.
  31. ^ (ES) Así son los Pizarro, los vehículos de combate de infantería del Ejército de Tierra que Defensa quiere modernizar, su www.larazon.es, 16 maggio 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  32. ^ a b Aurelio Giansiracusa, Consegnati all'Ejército de Tierra i primi VCR 8x8 "Dragón", su Ares Osservatorio Difesa, 21 dicembre 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.
  33. ^ a b (ES) El 'aperitivo' sobre ruedas antes de enviar los Leopard: así son los blindados españoles oruga M-113 TOA que van camino de Ucrania, su www.20minutos.es - Últimas Noticias, 9 febbraio 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  34. ^ a b c (EN) International Institute for Strategic Studies, The Military Balance 2023, Londra, p. 134.
  35. ^ (ES) Un blindado BMR-600 de la Legión española expuesto en Madrid, su Defensa.com, 20 marzo 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.
  36. ^ (ES) El Ejército aprueba 2,2 millones para mantener los vehículos RG-31, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  37. ^ (ES) Cohemo y SDLE proveerán de repuestos de LMV Lince al Ejército español, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  38. ^ (ES) El Ejército de Tierra mantendrá en servicio sus blindados M113 hasta el año 2035, su Defensa.com, 27 aprile 2021. URL consultato il 2 settembre 2023.
  39. ^ a b c d (ES) LOS INGENIEROS TRAS EL CENTENARIO DE LAS UNIDADES ACORAZADAS (PDF), in Ejército, n. 984, maggio 2023, p. 96. URL consultato il 2 settembre 2023.
  40. ^ (ES) Defensa.com, Más mejoras para los blindados M113 (TOA) del Ejército de Tierra español, su Defensa.com, 18 gennaio 2020. URL consultato il 2 settembre 2023.
  41. ^ a b (ES) El contingente militar de Melilla muestra sus medios para defender esa ciudad española, su Defensa y Aviación, 5 marzo 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  42. ^ (ES) Así es el Castor, el próximo blindado del Ejército de España: resiste a proyectiles y minas, su El Español, 12 giugno 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  43. ^ (ES) Los tanques Leopard 2A4 del Ejército de Tierra para Ucrania, su Defensa.com, 11 giugno 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.
  44. ^ (ES) Los desconocidos VCREC Centauro del Ejército de Tierra español, su Defensa.com, 12 febbraio 2019. URL consultato il 2 settembre 2023.
  45. ^ (ES) El Ejército de Tierra incorpora 14 vehículos MaxxPro de recuperación de EEUU, su Defensa.com, 11 aprile 2016. URL consultato il 2 settembre 2023.
  46. ^ (ES) Así es el vehículo lanzapuentes del Ejército de Tierra español, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  47. ^ (ES) Un blindado raro de ver: el Regimiento NBQ del Ejército Español muestra sus BMR VRAC, su Defensa y Aviación, 4 febbraio 2021. URL consultato il 2 settembre 2023.
  48. ^ (ES) El Ejército español recibe su primer UGV, el Themis de Milrem Robotics, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  49. ^ (ES) El Ejército español pone a punto sus vehículos de cadenas TOM, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  50. ^ (ES) El Ejército adquiere veinte vehículos todoterreno aptos para ser lanzados en paracaídas, su Confidencial Digital, 7 maggio 2014. URL consultato il 2 settembre 2023.
  51. ^ (ES) El Ejército de Tierra introduce mejoras en la mula Falcata de la Brigada Paracaidista, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  52. ^ a b c d e f g (ES) Vehículos ligeros multipropósito para el Ejército de Tierra, su Defensa.com, 23 aprile 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.
  53. ^ (ES) Defensa prepara la compra de nuevos vehículos de exploración e inteligencia para el Ejército, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  54. ^ (ES) El Ejército recibe nuevos todoterreno Land Cruiser de Toyota para la Policía Militar, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  55. ^ (ES) Los Ford Ranger XLT llegan al Ejército de Tierra, su Defensa.com, 7 giugno 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.
  56. ^ (ES) El Ejército de Tierra compra a Ssangyong un lote de 60 todoterrenos pick up, su Infodefensa. URL consultato il 2 settembre 2023.
  57. ^ (ES) URO MT-149-AT - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  58. ^ (ES) Camión IVECO M250 - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  59. ^ (ES) GRUPO LOGÍSTICO XVI, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  60. ^ a b (ES) El Ejército de Tierra incorpora nuevas cabezas tractoras Iveco Astra para el transporte de carros de combate, su Defensa.com, 16 febbraio 2017. URL consultato il 2 settembre 2023.
  61. ^ (ES) TOW (C/C) LWL - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  62. ^ (ES) Misil Spike - Ejército de tierra, su ejercito.defensa.gob.es. URL consultato il 2 settembre 2023.
  63. ^ (ES) Las claves de la modernización de los Patriot: lanzadores actualizados, nuevos misiles y una cuarta batería, su Infodefensa, 11 gennaio 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  64. ^ (ES) SAM, el programa de misiles Ejército de Tierra para sustituir los Hawk, su Defensa.com, 23 febbraio 2023. URL consultato il 2 settembre 2023.
  65. ^ (EN) Spain has deployed a short- to medium-range NASAMS in Latvia, su bulgarianmilitary.com, 5 luglio 2022. URL consultato il 2 settembre 2023.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN131460487 · ISNI (EN0000 0004 1775 2209 · BNF (FRcb14946904d (data) · WorldCat Identities (ENviaf-131460487