Apri il menu principale

Festival di Sanremo 1966

16º edizione del festival della canzone italiana
Festival di Sanremo 1966
Modugno e Cinquetti Sanremo 66.png
Domenico Modugno e Gigliola Cinquetti vincitori del Festival
EdizioneXVI
Periodo27-29 gennaio
SedeCasinò di Sanremo
PresentatoreMike Bongiorno
Paola Penni
Carla Maria Puccini
Trasmissione TVNazionale
Eurovisione
Trasmissione radioSecondo programma
Partecipanti47
Brani in gara26
VincitoreDomenico Modugno e Gigliola Cinquetti
SecondoCaterina Caselli e Gene Pitney
TerzoWilma Goich e les Surfs
Cronologia
Festival di Sanremo 1965Festival di Sanremo 1967

Il 16º Festival della canzone italiana si tenne al salone delle feste del casinò di Sanremo dal 27 al 29 gennaio 1966 e fu condotto, per la quarta volta consecutiva, da Mike Bongiorno, nell'occasione affiancato da Paola Penni e Carla Maria Puccini. Quest'ultima fu protagonista di un curioso episodio: durante l'ultima serata ebbe improvvisamente un malore e si accasciò sul palco, ma Bongiorno (sospettando che tale svenimento fosse solo una messinscena della Puccini per attirare l'attenzione su di sè) andò tranquillamente avanti con la presentazione della kermesse, facendo finta di nulla.

Canzone vincitrice fu Dio, come ti amo interpretata da Domenico Modugno (alla sua quarta vittoria in nove edizioni) e Gigliola Cinquetti (ancora minorenne e vincitrice per la seconda volta dopo l'exploit di due anni prima).

Dopo il festival conobbe un grande successo commerciale[1] la seconda classificata, Nessuno mi può giudicare, scritta originariamente per Adriano Celentano (che la rifiutò) e interpretata quindi dallo statunitense Gene Pitney e soprattutto dall'esordiente Caterina Caselli, la quale si presentò contro il parere dei genitori.[2] Non fu da meno Il ragazzo della via Gluck, interpretata da Celentano e il Trio del Clan (ovvero Ico Cerutti, Pilade e Gino Santercole), divenuto in poco tempo un vero e proprio inno ambientalista. L'esclusione del brano di Celentano dalla finale provocò la viva protesta da parte dei "fedelissimi" del Clan, che invasero polemicamente il Casinò e sostennero con eccessivo vigore I Ribelli, unici rappresentanti dell'etichetta rimasti in gara, fino a portare all'intervento delle forze dell'ordine e addirittura alla denuncia di Miki Del Prete.[3] Il 1966 fu anche l'anno di esordio massiccio dei complessi, tutti - a parte i Ribelli - eliminati dalla finale.

PartecipantiModifica

Classifica, canzoni e cantantiModifica

Posizione Interprete Canzone Autori Voti ricevuti
Domenico Modugno - Gigliola Cinquetti Dio, come ti amo D. Modugno 77
Caterina Caselli - Gene Pitney Nessuno mi può giudicare D. Pace, M. Panzeri, L. Beretta e M. Del Prete 31
Wilma Goich - Les Surfs In un fiore C. Donida e Mogol 19
Pino Donaggio - Claudio Villa Una casa in cima al mondo P. Donaggio e V. Pallavicini 16
Anna Identici - The New Christy Minstrels Una rosa da Vienna G. Guarnieri e B. Lauzi 14
6° (ex aequo) Orietta Berti - Ornella Vanoni Io ti darò di più M. Remigi e A. Testa 11
6° (ex aequo) Giorgio Gaber - Pat Boone Mai mai mai Valentina G. Colonnello e A. Testa 11
Edoardo Vianello - Françoise Hardy Parlami di te E. Vianello e V. Pallavicini 9
9° (ex aequo) Sergio Endrigo - Chad & Jeremy Adesso sì S. Endrigo 8
9° (ex aequo) Milva - Richard Anthony Nessuno di voi G. Kramer e V. Pallavicini 8
9° (ex aequo) Peppino Gagliardi - Pat Boone Se tu non fossi qui C. A. Rossi e M. Terzi 8
12° Remo Germani - Les Surfs Così come viene E. Leoni e V. Pallavicini 6
13° Iva Zanicchi - Vic Dana La notte dell'addio A. Amadesi, G. Diverio, M. Remigi e A. Testa 5
14° I Ribelli - The New Christy Minstrels A la buena de Dios G. Malgoni e B. Pallesi 1
NF Luciana Turina - Gino Dipendesse da me V. Pallavicini e I. Pattacini
NF Adriano Celentano - Trio del Clan Il ragazzo della via Gluck L. Beretta, M. Del Prete e A. Celentano
NF Franco Tozzi - Bobby Vinton Io non posso crederti G. Marchetti e G. Sanjust
NF Anna Marchetti - Plinio Maggi Io ti amo G. Fallabrino e P. Maggi
NF Gino Paoli - Ricardo La carta vincente G. Paoli
NF Nicola Di Bari - Gene Pitney Lei mi aspetta V. Pallavicini e A. Baldan Bembo
NF Lucio Dalla - The Yardbirds Pafff... bum! S. Bardotti e G. F. Reverberi
NF Giuseppe Di Stefano - P. J. Proby Per questo voglio te Mogol e M. Deponti
NF Luciano Tomei - Luis Alberto del Paranà e Los Paraguayos Quando vado sulla riva F. Maresca e M. Pagano
NF Bobby Solo - The Yardbirds Questa volta Mogol e R. Satti
NF John Foster - Paola Bertoni Se questo ballo non finisse mai V. Pallavicini e G. Mescoli
NF Equipe 84 - The Renegades Un giorno tu mi cercherai Pantros e F. Campanino

RegolamentoModifica

Due interpretazioni per brano, 14 brani qualificati per la serata finale.

OrchestraModifica

OrganizzazioneModifica

ATA

Direzione artisticaModifica

NoteModifica

  1. ^ Paolo Ruggieri, Canzoni Italiane, Fabbri, 1994, Vol.4, pag.71
  2. ^ Marcello Giannotti, L'Enciclopedia di Sanremo 1951-2006, Tutto il festival dalla A alla Z, 2007, Gremese Editore
  3. ^ Giorgio Lazzarini, «Il Festival diventa grande», Il Festival di Sanremo racconta i suoi 40 anni - 2ª puntata: 1960-1969, su Sorrisi e Canzoni TV n. 6, 7 febbraio 1990

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Festival di Sanremo