First Reformed - La creazione a rischio

film del 2017 diretto da Paul Schrader
First Reformed - La creazione a rischio
First Reformed.png
Ethan Hawke in una scena del film.
Titolo originaleFirst Reformed
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2017
Durata108 min
Rapporto1,37:1
Generethriller, drammatico
RegiaPaul Schrader
SoggettoPaul Schrader
SceneggiaturaPaul Schrader
ProduttoreJack Binder, Greg Clark, Gary Hamilton, Victoria Hill, David Hinojosa, Frank Murray, Deepak Sikka, Christine Vachon
Produttore esecutivoBrian Beckmann, Philip Burgin, Brooke Lyndon-Stanford, Martin McCabe, Luca Scalisi, Mick Southworth, Ying Ye
Casa di produzioneKiller Films, Fibonacci Films, Arclight Films, Omeira Studio Partners
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaAlexander Dynan
MontaggioBenjamin Rodriguez Jr.
MusicheBrian Williams
ScenografiaGrace Yun
CostumiOlga Mill
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

First Reformed - La creazione a rischio (First Reformed) è un film del 2017 scritto e diretto da Paul Schrader, con protagonisti Ethan Hawke e Amanda Seyfried.

TramaModifica

Ernst Toller, pastore della First Reformed Church di Snowbridge (New York) alle prese con una crisi di fede, scrive i suoi pensieri in un diario, che intende tenere per un anno e poi distruggere. Ernst guida una chiesa riformata olandese di 250 anni che una volta era una fermata della ferrovia sotterranea. Sotto la guida di Toller, la chiesa affronta un calo di presenze che l'ha allontanata dalla sua storica focalizzazione sulla teologia calvinista; ora serve soprattutto come attrazione turistica. Toller, un ex cappellano militare, sta anche lottando con la morte di suo figlio Joseph, ucciso nella guerra in Iraq, e con l'alcolismo. Toller cerca una comprensione spirituale più profonda attraverso la lettura di scrittori cattolici (G. K. Chesterton e Thomas Merton) e libri mistici (The Cloud of Unknowing). Questo lo porta a cercare sostegno da Abundant Life, la megachiesa evangelica di Albany che possiede First Reformed.

Viene avvicinato da Mary, che sta cercando una consulenza per Michael, suo marito radical-ambientalista. Michael sfida ulteriormente le convinzioni di Toller: spiega che vuole che Mary abortisca, perché non vuole portare un bambino in un mondo che sarà reso quasi inabitabile dal cambiamento climatico. Mary trova nel loro garage un gilet da suicidio appartenuto al marito. Toller lo prende, promettendo di consigliarlo a Michael. Mary e Toller discutono di andare alla polizia, ma Toller ritiene che ciò peggiorerebbe lo stato di Michael. Poco prima del loro prossimo appuntamento, Michael invia a Toller un messaggio di testo chiedendo di incontrarsi in un parco locale. Toller arriva e trova Michael morto per una ferita autoinflitta da un fucile da caccia. In conformità con la volontà di Michael, viene celebrata una funzione presso una discarica locale di rifiuti tossici, dove vengono sparse le sue ceneri.

Nel frattempo, i piani sono in corso per celebrare il 250º anniversario della First Reformed con una funzione a cui partecipano il sindaco, il governatore e Edward Balq, uno dei principali finanziatori di Abundant Life e il proprietario di una fabbrica inquinante. Durante un incontro in una tavola calda, Balq si oppone al fatto che Toller onori il testamento di Michael e lo considera un atto politico, e i due discutono sul cambiamento climatico: Balq lo liquida come "complicato", ma Toller lo vede come una semplice questione di gestione cristiana.

Provando dolore fisico, Toller si reca con riluttanza da un medico, che sospetta un cancro allo stomaco e programma alcuni esami. Toller ha il computer portatile di Michael, che ha preso dopo il suicidio di Michael per evitare che la polizia scopra il radicalismo di Michael e crei problemi a Mary. Lo usa per fare ricerche sulle preoccupazioni di Michael, compresi i materiali sulla fabbrica di Balq che gli hanno ispirato il giubbotto esplosivo. Una notte, Mary fa visita a Toller nella canonica della chiesa, e lui interpreta il ruolo di Michael in un rito non sessuale di intimità fisica che la coppia era solita compiere.

Toller prega Mary di non partecipare alla funzione di anniversario. Preparandosi per il suo ruolo nella cerimonia, indossa il giubbotto esplosivo e lo arma. Quando vede Mary entrare per la cerimonia, si toglie il giubbotto e si avvolge invece nel filo spinato sotto il camice. Toller versa un bicchiere pieno di detersivo e sta per berlo quando Mary lo interrompe e i due si abbracciano e si baciano appassionatamente.

ProduzioneModifica

Il progetto è stato annunciato nel settembre del 2016, con l'entrata di Amanda Seyfried ed Ethan Hawke nel cast.[1] Per il ruolo del reverendo Toller, Schrader aveva considerato anche Jake Gyllenhaal e Oscar Isaac.[2] Nel gennaio del 2017 Cedric the Entertainer si è aggiunto al cast.[3]

Tra le fonti di ispirazione del film ci sono state Luci d'inverno di Ingmar Bergman e Il diario di un curato di campagna di Robert Bresson.[4][5] Schrader ha dichiarato di aver preso ispirazione da Ida di Paweł Pawlikowski per l'idea di girare il film in un rapporto d'aspetto di 4:3, affinché facesse «risaltare maggiormente la figura umana all'interno dell'inquadratura».[6]

RipreseModifica

 
La Zion Episcopal Church, nel Queens, è servita come location per la chiesa.

Il film, il cui budget è stato di 2,5 milioni di dollari,[7] è stato girato in 20 giorni a Brooklyn e nel Queens.[8][9]

PromozioneModifica

Il primo trailer del film è stato diffuso il 29 marzo 2018.[10]

DistribuzioneModifica

Il film, presentato in anteprima in concorso alla 74ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia il 31 agosto 2017,[11][12] è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 18 maggio 2018 da A24,[13] mentre in Italia è stato pubblicato direct-to-video dalla Universal Pictures Home Entertainment a partire dal 26 ottobre 2018.[14]

RiconoscimentiModifica

Nel luglio 2019 il sito Indiewire.com, specializzato in cinema e critica cinematografica, posiziona il film al ventinovesimo posto dei migliori cento film del decennio 2010-2019.[29]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Brett Lang, Toronto: Ethan Hawke, Amanda Seyfried Team on Paul Schrader’s ‘First Reformed’, Variety, 10 settembre 2016. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  2. ^ (EN) Joe Utichi, ‘First Reformed’ Q&A: Paul Schrader Shocked He Wasn’t Attacked As “Liberal Jihadist” After ‘Last Temptation’ Protests, su deadline.com. URL consultato il 4 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) Dave McNary, Cedric the Entertainer Joins Paul Schrader’s ‘First Reformed’ (EXCLUSIVE), Variety, 25 gennaio 2017. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) Matt Patches, First Reformed, Taxi Driver filmmaker Paul Schrader will change how you think about movies, su polygon.com. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  5. ^ (EN) Kevin Lincoln, Let’s Talk About the Ending of First Reformed, su slate.com. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  6. ^ (EN) Steven Prokopy, Paul Schrader on Directing ‘First Reformed’..., su slashfilm.com, 25 maggio 2018. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  7. ^ (EN) Kevin Lincoln, Paul Schrader Comes to Jesus, su vulture.com. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  8. ^ (EN) Ted Johnson, PopPolitics: Paul Schrader on How 'First Reformed' Reflects His Own Despair Over Climate Crisis (Listen), Variety, 19 maggio 2018. URL consultato il 20 maggio 2018.
  9. ^ (EN) Alexis Soterakis, The Zion Church Strawberry Festival, su patch.com. URL consultato il 23 giugno 2018.
  10. ^   A24, First Reformed, su YouTube, 29 marzo 2018. URL consultato il 29 marzo 2018.
  11. ^ Andrea Francesco Berni, Venezia 74: ecco tutti i film che saranno al Festival!, su badtaste.it. URL consultato il 31 luglio 2017.
  12. ^ Paul Schrader - First Reformed, su labiennale.org, Biennale di Venezia. URL consultato il 30 agosto 2017.
  13. ^ (EN) Lexy Perez, Ethan Hawke Is a Preacher Facing a Crisis of Faith in 'First Reformed' Trailer, su hollywoodreporter.com, The Hollywood Reporter, 29 marzo 2018. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  14. ^ Michele Faggi, 'First Reformed - La creazione a rischio' di Paul Schrader: la recensione del DVD Universal Pictures Home Entertainment Italia, su indie-eye.it. URL consultato il 13 gennaio 2019.
  15. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2019: tutte le nomination, Roma e La Favorita candidati a 10 statuette!, su badtaste.it. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  16. ^ Francesco Alò, Venezia 74 – Leone d’Oro a The Shape of Water, tutti i vincitori del Festival!, su badtaste.it. URL consultato il 9 settembre 2017.
  17. ^ (EN) AFI Awards 2018 Movies: ‘Black Panther’, ‘A Star Is Born’ & More; ‘Roma’ Scores Special Honor, deadline.com. URL consultato il 4 dicembre 2018.
  18. ^ a b c Andrea Francesco Berni, Roma conquista i premi della critica di Chicago, Los Angeles, Toronto, New York, Philadelpha, su badtaste.it. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  19. ^ Andrea Francesco Berni, Gotham Awards 2018: The Rider miglior film, due premi per First Reformed, su badtaste.it. URL consultato il 27 novembre 2018.
  20. ^ Pierre Hombrebueno, National Board of Review 2018: trionfano Green Book e A Star is Born, su bestmovie.it, Best Movie, 27 novembre 2018. URL consultato il 28 novembre 2018.
  21. ^ (EN) Dino-Ray Ramos, National Society Of Film Critics Names Chloe Zhao’s ‘The Rider’ As Best Picture, su deadline.com. URL consultato il 6 gennaio 2019.
  22. ^ Pierre Hombrebueno, New York Film Critics Circle Awards 2018: Roma vince 3 premi. Ethan Hawke è il Miglior Attore, su bestmovie.it, Best Movie, 29 novembre 2018. URL consultato il 30 novembre 2018.
  23. ^ (EN) 2018 San Diego Film Critics Society Award Winners, su San Diego Film Critics Society Awards, 10 dicembre 2018. URL consultato il 3 marzo 2019 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2018).
  24. ^ (EN) 2019 CRITICS CHOICE AWARDS NOMINATIONS: THE FULL LIST, su editorial.rottentomatoes.com, Rotten Tomatoes, 10 dicembre 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  25. ^ Pierre Hombrebueno, Critics’ Choice Awards 2019: Christian Bale batte Rami Malek. Qui tutti i vincitori, su bestmovie.it, Best Movie, 14 gennaio 2019. URL consultato il 14 gennaio 2019.
  26. ^ Pierre Hombrebueno, Independent Spirit Awards 2019: svelate tutte le nomination, su bestmovie.it, Best Movie, 16 novembre 2018. URL consultato il 16 novembre 2018.
  27. ^ Andrea Francesco Berni, Independent Spirit Awards 2019: Se la Strada Potesse Parlare è il miglior film, due premi a Suspiria, su badtaste.it. URL consultato il 24 febbraio 2019.
  28. ^ (EN) 2018 NOMINEES, su pressacademy.com. URL consultato il 2 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2018).
  29. ^ Marica Lancellotti, MOONLIGHT MIGLIOR FILM DEL DECENNIO SECONDO INDIEWIRE, su Movieplayer.it, 24 luglio 2019. URL consultato il 25 luglio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema